sabato 9 maggio 2015

Anime in the Chest: Nostalgia Canaglia


Poiché a quanto pare, martedì è diventato sinonimo di Anime, oggi vi beccate quella che diverrà, la nuova (ed ufficiale) rubrica del martedì: ANIME IN THE CHEST (aka la versione Giappa di TOONS IN THE BOX). Lo stile è sempre quello, tre vecchi Anime, con tante curiosità su di essi. Siete pronti allora? Pronti ad amare questa nuova rubrica? Allora diamoci dentro.
Nel primo anime di oggi, ci sono magici yoyo, ed orsacchiotti con laser negli occhi:

IL FANTASTICO MONDO DI PAUL

TITOLO ORIGINALE: Poru no Mirakuru Daisakusen

STUDIO: Tatsunoko

GENERE: Fantasy

NUMERO EPISODI: 50 (50 ITA)

MESSA IN ONDA: 1976

MESSA IN ONDA ITALIANA: 1980

EMITTENTE ITALIANO: Rete A - Italia 1

SIGLA: Patrizia Pradella (QUI per l'ascolto)

Il fantastico mondo di Paul (che per me è sempre stato “Il fantastico mondo di Paul E NINA”), è un anime ideato da Hiroshi Sasagawa, e prodotto dalla Tatsunoko nel 1976. E’ andato in onda per la prima volta in Italia nel 1980, su reti minori (a Napoli le chiamano le reti strevze), nel primo mattino, e nel pomeriggio. Passò poi su Italia 1 nell’agosto del 2005, come riempitivo. La serie narra le avventure del giovane Paul, del suo cane Toppe, e della sua amica del cuore Nina. Un bel giorno, Paul entra in contatto con una presenza misteriosa, che si impadronisce del suo pupazzo, che prende il nome di Pakkun. Pakkun ha il potere di fermare il tempo, e di trasportare Paul, Toppe e Nina, all’interno del Paese delle Meraviglie. Arrivati nel nuovo mondo, Toppe acquista il dono della parola, mentre Nina viene rapita dal cattivo Belt Satan. Spetterà a Paul salvare Nina, ed il Paese delle meraviglie. Quello che mi piaceva di quest’anime, era la presenza continua di oggetti comuni, che diventavano magici, diversi ad ogni episodio (il magico yoyo c’era sempre!). Ammetto di non aver visto tutti e 50 episodi che compongono la serie, perché venivano trasmessi “a cacchio”, un po’ come con Lamù. Oggi però è possibile vedere le avventure di Paul e Nina, grazie alla Dynit video, che ne produce i DVD.

Il secondo Anime in the Chest, ci porta dritti nell’oceano, dentro e fuori dall’acqua. Chi di voi si ricorda di:

UN OCEANO DI AVVENTURE

TITOLO ORIGINALE: Nanatsu no umi no Tico

STUDIO: Nippon Animation

GENERE: Drammatico

NUMERO EPISODI: 39 (39 ITA)

MESSA IN ONDA: 1994

MESSA IN ONDA ITALIANA: 1996

EMITTENTE ITALIANO: Rete 4 - Italia 1 - Hiro

SIGLA: Cristina D'Avena (QUI per l'ascolto)

Chi di voi non conosceva la piccola Nancy, e la sua amica orca Tico? (attenti a come rispondete!). Questo dolcissimo e tenerissimo anime è prodotto dalla Nippon Animation ( ), ed andò per la prima volta in onda, in Giappone, nel 1994. Due anni dopo venne trasmesso poi in Italia, sulla mitica Rete 4 (quando trasmetteva cose belle),il 4 luglio 1996. La serie durò per ben 39 episodi, e si concluse (in Italia) il 16 agosto, dello stesso anno. Di cosa parlava la serie? Le vicende narrate in questo splendido anime, vedevano come protagonisti, la giovane Nancy Simpson (Nanami nella versione originale), in viaggio (dopo la morte della madre) con il padre Scott, e l’amico di famiglia Al, a bordo della Peperoncino (la loro nave (?)). Lo scopo principale dell’avventura di Scott e Al, è quello di trovare la fantastica e misteriosa, Balena Luminosa. Accanto a Nancy, c’è la sua migliore amica, un orca di nome Tico, legata alla bambina da un sentimento indissolubile. Tico però, dovrà vedersela, per tutto l’arco narrativo, con i criminali della GMC, alla riceca del Torontium , una sostanza con la quale è possibile creare potenti armi chimiche. Accanto a questi protagonisti, se ne aggiungeranno tanti altri, e la storia si svilupperà tra scene dolcissime, e altre altrettanto tristi. Devo ammetterlo, questo è uno di quegli anime che adoravo da bambino (manco una puntata mi persi), e che mi ha fatto tanto commuovere (la stessa sigla ci riusciva).

Passiamo al terzo Anime. IL MIO PREFERITO IN ASSOLUTO (si me lo gioco qui ed ora):


E' QUASI MAGIA JOHNNY

TITOLO ORIGINALE: Kimagure Orange Road

STUDIO: Pierrot

GENERE: Commedia Romantica

NUMERO EPISODI: 48 (48 ITA)

MESSA IN ONDA: 1987

MESSA IN ONDA ITALIANA: 1989

EMITTENTE ITALIANO:  Italia 1 - MAN-GA

SIGLA: Cristina D'Avena (QUI per l'ascolto)

Il cartone che ho preferito in assoluto, è prodotto dallo studio Pierrot, con la magnifica Akemi Takada al Char. design (i suoi disegni sono capolavori). Andato in onda per la prima volta nel 1987 (in Giappone), passo poi nel 1989 in Italia, su Italia 1 (e Canale 5), dove vennero trasmessi tutti i 48 episodi (gli episodi 35 e 37 vennero trasmessi poi successivamente, solo su MAN-GA). La serie tratta (sfido qualcuno a non saperlo) del triangolo amoroso più famoso della tv, quello che vedeva protagonisti Johnny (Kyosuke Kasuga), Sabrina (Madoka Ayukawa) e Tinetta (Hikaru Hiyama). Il nostro Johnny, un quindicenne con poteri ESP, si trasferisce ad inizio serie in una nuova città, in compagnia del padre, e delle sorelle Simona e Manuela. Nel primissimo episodio, fa la conoscenza di Sabrina, della quale “salva” il famosissimo cappello rosso. E da qui parte tutta la storia, costellata di amori, delusioni, e batticuori. Ma questo, ormai, si sa! Oltre all’anime, è possibile seguire ulteriori avventure di Johnny e Sabrina, grazie agli OAV, ai due FILM, e ai ROMANZI (LI HO E SONO FANTASTICI). Come ho detto, sono un fan sfegatato della serie, ed ho praticamente ogni genere di gadget legato a questa serie, e tutte e tre le edizioni del manga (mo m’è venuta voglia di rileggerlo, ecco). Continuerei a parlare all’infinito di questo anime/manga, ma forse mi conservo il resto per un focus on, del manga. Chissà! Intanto, vi ricordate chi dava la voce a Tinetta? (Marina Massironi). Invece la voce della mia adorata Manuela, era quella della mia adorata Emanuela Pacotto!


Ed anche per oggi è tutto! Spero vivamente che questa nuova rubrica vi piaccia quanto TitB. Se c’è qualcosa che volete sapere, qualche cosa in particolare su questi anime, o su altri, non esitate a farmelo sapere. SONO QUI PER VOI!

See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento