giovedì 28 maggio 2015

Toons in the Box: Morbidosi


Siamo a giovedì gente (DI GIA’!), e voi siete su Everpop, dove è tornata la vostra rubrica prediletta TOONS IN THE BOX. Nello scorso episodio,ammetto che i cartoni erano difficili, e solo alcuni di voi se li ricordavano. I tre di questa settimana invece? Io ovviamente li conosco (eggià, vantati maccarone!), e VOI? Scopriteli subito dopo il salto.
E Hoooop! Eccoci dopo il salto. Ce l’avete fatta? Non vi lamentate che v’ho fatto provare l’ebrezza di essere Tris, per qualche secondo. Certo, non è come saltare dal treno alla copertura del palazzo, ma bisogna che vi accontentiate, di più non posso offrirvi. Basta tergiversare (l’avete capito che lo faccio per allungare il brodo, quindi sto giochetto non funziona più). Il nostro primo Toon di oggi è:
 
C’eran una volta sei orsetti di gomma, la principessa, il castello ed un re. […] CHE COS’EEEEE’, SONO I GUMMI CHE RIMBALZANO, GOMMOLENDO A PALLA SALTANO, CONTRO I NEMICI DEL RE. Hahahah embè? Che avete da dire? Sono canterino io! No? Stop? Ok. Parliamo dei Gummi. La serie, nota anche con il nome Le Avventure dei Gummi, è una delle più vecchie serie televisive animate, targate Walt Disney Pictures Television. Anzi questa è proprio la prima trasmessa su Disney Channel! In Italia, la serie venne trasmessa nel 1986 (io lo vidi molto dopo), sulle reti Rai, il sabato pomeriggio (Disney Club vi dice niente?), per poi passare, nel 1998, su Disney Channel. 95 episodi, divisi in sei stagioni, i protagonisti della serie sono ispirati agli orsetti delle caramelle gommose. Di cosa parlava il cartone???? Non lo sapete? E ve lo dico io! Siamo nel Medioevo, nel Gummi Glen, dove abitano i nostri sei Gummi (Gruffi-Zummi-Tummi-Grammi-Sunni-Cubbi). Non molto lontano, nel regno di Dunwyn, vivono gli amici dei Gummi,: la Principessa Calla (che nome ragazzi) e l’allegro Cavin. Questi sono costantemente minacciati dal Duca di Igthorn, il nemico principale, che vuole mettere le sue mani sul regno, così da poter comandare. Insieme a lui, gli inseparabili Orchioni, orchi brutti e tontoloni, tra i quali compare Orchiello, il più piccoli tra essi. Ma i Gummi non rimbalzavano? Sì, grazie alla GUMMIFRUTTA, che li fa saltellare (per poco tempo) qua e là. La serie ebbe un successo incredibile, al punto che vennero sfornate videocassette su videocassette (persino i DVD dopo), tantissimi gadget (io avevo i pupazzetti), e…Un’attrazione tutta loro a Disneyland. Che dire, i Gummi erano forti oh!
Secondo Toon, tocca a:
SE C’E’ LA LUNA PIEEEENA, E UNA SCALA BUIA CHE FA CRIC, ATTENTI ALLA SCHIENA, MA NOI SAREMO SEMPRE LI. Ancora un altra canzone oh! Non la finirò mai! Conoscete tutti Silvestro e Titti, e la carissima Nonna Granny (che altri non è, la famosa Nonna di Ruby in OUAT…DAVVERO? No…), ma ve li ricordate quando diventarono un’agenzia investigativa? Le loro avventure iniziarono nel 1996, (sempre) su Rai 2, nella fascia pre serale, e durò per sole due stagioni. Come dicevo, la serie segue le avventure della Nonna, e dei fidati Titti, Silvestro e Ettore, che viaggiano per il mondo, vestendo i panni di intrepidi detective. Ogni episodio vede, da un lato la risoluzione del mistero, e dall’altro il tentativo di Silvestro di papparsi il canarino (E DICIAMOCELO UNA BUONA VOLTA…TITTI E’ MASCHIO!). La serie non ebbe molto successo, ma nonostante questo, riuscì ad uscire lo stesso in formato VHS. Questa è di certo, una delle poche serie dei Looney Toons che davvero apprezzo!
Terzo Toon. E’ giallo, giallo, e ancora giallo (NON E’ SPONGEBOB):
Molti di voi lo conosceranno perché le sue strisce umoristiche venivano piazzate a piè di pagina, nei diari della Comix (ci sono ancora?), molti altri per la sua serie TV. Andata in onda per la prima volta tra il 91 e il 92, su GoCart Mattina, la serie (di 34 episodi totali) è prodotta dalla Film Roman, e creato da Stephen Hillenburg. Nel cartone, assistiamo alle disavventure di Grimmy, un cane giallo col nasone stratosferico, che vive insieme a Mamma Oca, ed il gatto Attila, in una Casa Stivale. La serie, si ispira chiaramente alle favole dei Grimm, e di Perrault (Le fiabe di Mamma Oca si sprecano); ed infatti, all’interno della serie si possono trovare tutti gli elementi tipici delle fiabe. Come dicevo, la serie si ispira chiaramente alle strisce umoristiche di Mother Goose & Grimm, di Mike Peters, che da noi sono giunte grazie ai diari Comix. La serie ha (ahimé) registrato ben poco successo, e son certo che tra voi, saranno in pochi quelli che riusciranno a ricordarla. Nonostante questo, ci tengo a consigliarvela, se mai riuscite a reperire gli episodi (se ci riuscite fatemelo sapere, avevo le cassette che uscivano con non so quale giornale, ma han fatto una brutta fine).

E per oggi, è tutto. Mi diverto sempre tanto a scrivere TitB, ma soprattutto a leggere i vostri commenti (che mi scrivete in chat piuttosto che qui sotto). Ma vi faccio una proposta. Consigliatemi tre Toons (che non siano giapponesi), che tanto amavate, i tre più ripetuti, saranno i protagonisti del prossimo episodio. MI RACCOMANDO COMMENTATE QUI SOTTO.
See you soon! -Lewis.
p.s. Vi imploro, commentate qui, piuttosto che in chat su FB!

Nessun commento:

Posta un commento