domenica 9 agosto 2015

Book in Front: Te lo consiglia la Zia (1)


Buondì Everpopolo, oggi come ogni domenica c’è BIF, e stavolta torno a lasciare la parola a mia zia, che proprio non vede l’ora di consigliarvi qualcosa di nuovo, qualcosa sul quale confrontarsi, quindi come al solito, lasciate poi tanti commenti, lei li legge sempre tutti sapete? Be’ detto questo….INIZIAMO!

Ecco i consigli della cara zia T:

Il Principe felice di O. Wilde

La raccolta di storie e favole, scritte dalla mente sublime di un grande scrittore del passato, da leggere, da scoprire e riscoprire.

Le avventure di Tom Sawyer di M.Twain

Qual è il segreto dell’infanzia? E perché, una volta che è passata, siamo disposti più a rimpiangerla che a capirla? Tom Sawyer, il protagonista del capolavoro di Mark Twain, è un ragazzo che conosce questo segreto e perciò la vita per lui è come una fontana sempre viva e zampillante. Tom non cede alla noia, rifiuta la logica repressiva della realtà costruita dagli adulti, disegna un cerchio magico in cui invita a entrare il lettore. Non ha fretta di crescere, e si muove giocando nel tempo eterno dell’immaginazione creativa. Eroe di vicende che conducono al successo e alla fama, Tom Sawyer è insieme una metafora dell’America della frontiera, l’America selvaggia dei coloni e degli avventurieri, degli sterminati spazi e delle grandi opportunità. Le avventure di Tom Sawyer è un classico che conserva tutta la sua freschezza, opera dello scrittore non a caso salutato da Ernest Hemingway come l’iniziatore dell’autentica letteratura americana.

Sostiene Pereira di A Tabucchi

Agosto 1938. Un momento tragico della storia d’Europa, sullo sfondo del salazarismo portoghese, del fascismo italiano e della guerra civile spagnola, nel racconto di Pereira, un testimone preciso che rievoca il mese cruciale della sua vita. Chi raccoglie la testimonianza di Pereira, redatta con la logica stringente dei capitoli del romanzo, impeccabilmente aperti e chiusi dalla formula da verbale che ne costituisce il titolo: Sostiene Pereira? Questo non è detto, ma Pereira, un vecchio giornalista responsabile della pagina culturale del “Lisboa” (mediocre giornale del pomeriggio) affascina il lettore per le sue contraddizioni e per il suo modo di “non” essere un eroe.

Poche cose per il tuo viaggio di Katrina Kittleù

A 26 anni Summer si sente smarrita. Sembra che tutto vada storto: un incidente ha messo fine alla sua carriera di ballerina; il suo fidanzato pretende una decisione che lei non è in grado di prendere; e, soprattutto, il suo adorato fratello Tom sta morendo di Aids. Nella cittadina dell’Ohio, dove si è trasferita per assistere Tom, e dove ha trovato lavoro come insegnante, Summer consuma le sue giornate in lunghe ore di osservazione e attesa. E osservando come Tom condivida il dolore ma anche la gioia con Jacob, il suo compagno, Summer comprenderà il vero significato della parola amore capirà come un sentimento così forte possa sconfiggere il tempo, il male, i pregiudizi e le differenze.
Ed infine, perla tra le perle:

Il Piccolo Principe di A. de Saint-Exupéry

Costretto a un atterraggio di fortuna nel deserto del Sahara, un pilota sta cercando di riparare il proprio aereo quando sente una vocetta che gli dice: “Per favore… Disegnami una pecora!”. Stupito di trovare un’altra anima viva in mezzo a quel nulla di sole e di sabbia, il pilota alza gli occhi e si trova di fronte uno strano ometto, un bambino vestito da principe, che non risponde alle sue domande ma insiste a chiedergli di disegnargli una pecora. Il piccolo principe proviene da un pianeta lontanissimo, dove vive solo con l’unica compagnia della sua amica rosa: l’asteroide B 612 ha ben tre vulcani, ma è talmente piccolo che basta spostare la sedia per vedere innumerevoli tramonti in un solo giorno. Il bambino racconta all’uomo degli incredibili e assurdi abitanti dei pianeti visitati prima di giungere sulla Terra e dell’incontro con la volpe del deserto che gli ha fatto capire il significato dell’amicizia, della sua nostalgia della rosa e della sua voglia di tornare a casa. Quando l’uomo e il bambino dovranno separarsi, saranno consolati dalla sicurezza che il loro legame durerà oltre ogni distanza e dalla speranza di incontrarsi di nuovo, un giorno. Perché anche se si sono incontrati per caso, alla fine si sono scelti. La copertina diventa un poster con le stelle che si illuminano al buio.

Questi sono solo i primi titoli consigliati dalla cara Zia T! Siete curiosi di conoscerne altri?

See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento