lunedì 2 maggio 2016

Libri a Tappe: Seeker BlogTour - Reading Together [Presentazione del Romanzo + Confronto Cover]


Buongiorno Everpopolo! Questa è a tutti gli effetti la prima settimana ufficiale del nuovo Everpop! Per iniziare al meglio partiamo con il Blog Tour dedicato a Seeker, il nuovissimo romanzo targato Sperling & Kupfer, bello quanto Divergent e Hunger Games! Un romanzo che crea dipendenza! Siete pronti per questo nuovo Blog Tour?
Questo BlogTour che sto per presentarvi è tutto nuovo, completamente diverso dagli altri fatti fino ad ora. Infatti, oltre a presentarvi i vari aspetti del romanzo, tappa dopo tappa, io e gli altri blog coinvolti, vi daremo la possibilità di leggere tappa dopo tappa, parte del romanzo! Una cosa incredibile no? Ma lasciate che prima ve lo presenti!



SEEKER

di Arwen Elys Dayton
                                                                                              

TITOLO ORIGINALE: Seeker

EDITORE: Sperling&Kupfer

GENERE: Fantasy/Distopico

PAGINE: 324

PREZZO: 18,90€

USCITA: 03 mag 2016


TRAMA


Benvenuti nel mondo di Seeker! Essere Seeker è un onore, una missione, un destino, che la giovane Quin Kincaid, oltre ad averne diritto per nascita, ha saputo conquistare e meritarsi. È tutta la vita che si prepara a questo momento e finalmente è arrivato. A mezzanotte, alla Pietra Sacra, Quin pronuncerà il giuramento, come molte generazioni della sua casata prima di lei. Allora sarà una Seeker, condividerà con i suoi antenati i nobili doveri che questo comporta e potrà combattere al fianco dei suoi compagni, Shinobu e John - il ragazzo di cui è innamorata nonché suo migliore amico - per rendere il mondo un posto migliore. Insieme, porteranno la luce nel cuore delle tenebre e le loro imprese entreranno nella leggenda. Il futuro di Quin è già scritto. Ed è semplicemente glorioso. Ma, subito dopo la cerimonia, cambia ogni cosa. Perché essere un Seeker non è quello che Quin credeva. E non lo è nemmeno la missione, la sua famiglia, i suoi amici, il ragazzo che ama... È tutto una terribile menzogna. Ormai però è troppo tardi per tornare indietro.

A SPASSO TRA LE COVER



Il tema principale, comune a tutte le cover (ad eccezione di quella tedesca che si discosta completamente dallo stile che accomuna le altre), è la centralità del simbolo, col pugnale al centro ed i due montoni (?) ai lati. L'edizione Francese, come molte altre in giro per il mondo, riprende la cover originale, con lo sfondo della landa desolata. Questo è l'unico punto che diversifica la cover Italiana (con uno sfondo stellato) da quella Americana. Il font e logo del libro è simile in tutte le varie edizioni...tranne quella tedesca. La cover suddetta però, a suo modo presenta uno stile tutto particolare, che descrive già in parte cosa è celato all'interno del romanzo. Ammetto che quei ghirigori floreali ai lati proprio non mi piacciono! Se dovessi scegliere la mia preferita...be' essendo un tipo romantico scegliere ad occhi chiusi la cover Italiana!



1

Quin

Non sarebbe male uscirne viva, pensò Quin. Si piegò verso destra appena in tempo per scansare la spada dell’avversario, che la sfiorò sibilando e per poco non le tranciò via il braccio sinistro. Anche lei impugnava la frustospada, ma ancora nella sua forma originale di frusta. La srotolò con uno schiocco, e quella si solidificò in una lunga lama. Speriamo che non mi spacchi la testa in due proprio adesso che mi manca così poco... L’enorme uomo contro cui si batteva sembrava felice al pensiero di ucciderla.
   Pur con il sole negli occhi, d’istinto Quin sollevò l’arma sopra la testa e parò un nuovo fendente prima che le aprisse il cranio in due. La forza del colpo fu tale da farle cedere le gambe. Come se sulla sua spada si fosse abbattuto un tronco d’albero.
   «Colpita!» tuonò l’avversario. Alistair MacBain era l’uomo più imponente che Quin avesse mai incontrato. Torreggiava su di lei con i capelli rossi che rilucevano ai polverosi raggi di sole che filtravano dal lucernario come una criniera malefica. Era anche suo zio, ma in quel momento non contava.
    Quin strisciò all’indietro. Il braccio possente di Alistair faceva roteare la lunga spada come se fosse la bacchetta di un direttore d’orchestra. Vuole proprio ammazzarmi!
    Si guardò intorno. John e Shinobu sedevano sul pavimento del fienile e la fissavano, entrambi aggrappati alle frustospade come se ne andasse della loro vita, ma nessuno dei due poteva aiutarla. Quella era la sua battaglia.
   «Inutili, eh?» commentò lo zio.
  Quin posò un ginocchio a terra, vide il polso di Alistair scattare e la frustospada mutare da lunga lama a pesante e letale spadone a due mani – l’arma preferita dello scozzese purosangue in procinto di calare il colpo di grazia. Il materiale scuro di cui era fatta parve scivolare su di essa come fosse olio, per poi risolidificarsi nel giro di un istante. Alistair sollevò lo spadone sopra la propria testa e lo calò dritto verso quella di Quin. Chissà quanti suoi avi erano stati ridotti in poltiglia da armi simili, si domandò lei.
    Se me ne sto qui a pensare, mi ucciderà per davvero, si disse.
  I Seeker non pensano mentre combattono. E se non fosse riuscita a far tacere tutte le chiacchiere che aveva nella testa, Alistair avrebbe sparso il suo cervello sulla paglia pulita che ricopriva il pavimento del fienile. Che io ho appena spazzato. Per amor del cielo, Quin, smettila!    Quin si concentrò, «contrasse» la mente proprio come avrebbe fatto con i muscoli della mano per stringerla a pugno. E il silenzio calò all’istante.
   Lo spadone stava fendendo l’aria sopra la sua testa. Alistair la fissava dall’alto in basso, l’arma impugnata con entrambe le mani, i piedi appena allargati l’uno davanti all’altro. Fu allora che Quin notò l’impercettibile tremore della sua gamba sinistra, come se avesse perso leggermente l’equilibrio. Era sufficiente. Aveva trovato il punto debole dello zio.
   Un attimo prima che la lama le fracassasse il cranio, Quin abbassò la testa e girò su se stessa in modo da fronteggiare Alistair. Ruotò il polso per ordinare alla frustospada di mutare forma. L’arma si sciolse nel liquido nero e oleoso, e subito si condensò in un robusto pugnale. Lo spadone la mancò e andò a cozzare rumorosamente contro il pavimento alle sue spalle. Nello stesso istante, Quin si slanciò in avanti e pugnalò il polpaccio sinistro di Alastair.
    «Aaah! Colpito!» gridò l’uomo.
  «Direi proprio di sì, zio!» Quin sentì un sorriso soddisfatto tenderle le labbra. La sua frustospada si era ritratta non appena aveva sfiorato la pelle dello zio perché le armi di entrambi erano impostate sulla modalità allenamento e non avrebbero mai ferito gravemente l’avversario. Ma se quello fosse stato un vero scontro (e per Quin e Alistair era di certo sembrato vero), lui avrebbe perso il polpaccio.
    «Alt!» gridò dall’altro capo della stanza Briac Kincaid, il padre di Quin, per segnalare la fine del combattimento.
   John e Shinobu si misero ad applaudire. Quin allontanò l’arma dalla gamba dello zio e la frustospada riprese la forma di un pugnale. Quella di Alistair invece era conficcata per oltre quindici centimetri nel pavimento. A un semplice guizzo del suo polso si afflosciò e, contorcendosi come un serpente, tornò ad arrotolarsi nella mano dell’uomo.
   Teatro dello scontro era stato l’enorme fienile destinato all’addestramento. Le vecchie pareti di pietra circondavano un pavimento in terra battuta coperto di paglia. La luce del sole entrava da quattro grossi lucernari nel tetto, anch’esso di pietra, e una piacevole brezza s’intrufolava dalle porte aperte, oltre le quali si estendeva un vasto prato.
   Il padre di Quin, Briac, il loro primo istruttore, avanzò verso il centro del fienile e lei capì che quello con Alistair era stato solo un incontro di riscaldamento. La frustospada che il padre impugnava nella mano destra era un giocattolo in confronto all’arma che teneva fissata sul petto con le cinghie. Il disgregatore. Forgiato con un metallo iridescente, somigliava alla canna di un enorme fucile, grande quasi quanto un piccolo cannone, e brillò quando Briac attraversò un cono di luce. Quin non riusciva a smettere di fissarlo.
   Lanciò un’occhiata a John e Shinobu, che sembrarono capire al volo il suo pensiero: tenetevi pronti perché non so proprio cosa succederà adesso.
  «È arrivato il momento», disse Alistair, rivolgendosi ai tre apprendisti. «Siete grandi abbastanza. Anzi, qualcuno di voi...» guardò John, «è più vecchio di quello che dovrebbe.»

BLOGTOUR
RULES
                                

Per partecipare al BlogTour di Seeker non dovrete far altro che seguire le istruzioni che troverete di seguito, e compilare il modulo qui in basso. Uno di voi lettori, che avrà seguito tutti i passaggi, potrà adottare una copia del primo volume di Seeker. 


Iscriversi ai blog coinvolti nel tour

Commentare le diverse tappe

Seguire la pagina Facebook della Sperling&Kupfer

a Rafflecopter giveaway


LA NUOVA PROPRIETARIA DI SEEKER E....

JESSICA GANDOLA





Siete pronti a seguire questo nuovo emozionante BlogTour, e conoscere pagina dopo pagina il mondo di Seeker? Date libero sfogo ai vostri commenti!

See you soon! -Lewis

40 commenti:

  1. Questo libro mi ispira tantissimo! Volevo comprarlo ma appena ho saputo del blogtour ho deciso di aspettare.. l'estratto mi incuriosisce ancora di più e anche io preferisco la cover italiana la scritta é più in risalto secondo me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero un gran bel libro! Spero ti piaccia questo BlogTour. Ti ricordo però che per partecipare bisogna seguire i vari blog,in caso contrario la partecipazione non è valida XS

      Elimina
    2. Appena vengono pubblicate le tappe di solito commento e divento lettore fisso ;)
      Ho dimenticato la email che è giuliaina@live.it

      Elimina
  2. Si parte!!!! Non vedevo l'ora di seguire questo blogtour e quindi ora eccomi qui prontissima per iniziare!
    La cover che mi piace di più questa volta è proprio l'italiana, il contrasto creando con lo sfondo la fa risaltare più delle altre.
    Grazie mille per averci fatto leggere una parte del romanzo, ora vorrei subito le altre pagine è possibile?

    RispondiElimina
  3. ...Non riuscirò mai a star dietro a tutti questi bei libri! xD
    Comunque grazie che me li fate scoprire.....stranamente pure a me piace di più quella italiana: strano, di solito è la più brutta :P

    RispondiElimina
  4. ...Non riuscirò mai a star dietro a tutti questi bei libri! xD
    Comunque grazie che me li fate scoprire.....stranamente pure a me piace di più quella italiana: strano, di solito è la più brutta :P

    RispondiElimina
  5. Non sapevo dell'uscita italiana di questo libro, pur conoscendolo per le recensioni negative su Goodreads... Mhh, vedrò di farci un pensierino!

    RispondiElimina
  6. Quando si tratta di distopici non mi tiro mai indietro, anche se ultimamente ho paura quando me li paragonano ad Hunger Games, forse semplicemente perché amo troppo quella serie e mai nessuno sarà all'altezza, a parer mio :P Comunque, seguirò con piacere questo blogtour. Devo dire che la cover italiana piace molto anche a me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, la mia e-mail (ho letto dopo il form): info@ilcibodellamente.it

      Elimina
  7. La mia cover preferita è quella italiana per il fatto che risalta di più, ma a dire il vero - forse perché in questo periodo mi è tornato in mente l'episodio finale di Merlin - non mi dispiace neanche quella tedesca.
    E' vero che è completamente diversa dall'originale e dalle sue simili, ma mi ricorda proprio l'ultimissima scena di quel telefilm che amavo.
    E adoro il fatto di poter leggere parte del romanzo ad ogni tappa!
    Email: lonely_dreamer@hotmail.it

    RispondiElimina
  8. Mi ispira un sacco questo libro!!! Mi è piaciuto sin da quando ho visto per caso la copertina in un blog!!! Bellissimo questo capitolo! Non vedo l'ora di scoprire piu cose possibili su questo libro grazie al vostro blog tour!!!

    Email: magicsilvia91@hotmail.it

    RispondiElimina
  9. Era in wish list fon dal primo momento che ne ho adocchiato la notizia dell'uscita! Adoro i distonici e questo promette davvero scintille e quel pizzico di novità di cui sento ci sia un po' bisogno in questo genere!

    RispondiElimina
  10. Beh, se non altro almeno con questo libro hanno fatto lo sforzo di mantenere una somiglianza fra tutte le cover! Di solito è un buon segno!

    email: theinkspell@outlook.it

    RispondiElimina
  11. Bellissimo BlogTour! Le cover sono tutte davvero molto belle e questo libro mi incuriosisce parecchio...

    RispondiElimina
  12. Partecipo! :)
    La cover più bella, secondo me, è quella italiana :)

    RispondiElimina
  13. Ciao (:
    Partecipo volentieri perché dalla trama questo libro mi ispira tantissimo! Adoro le distopie *___* Comunque le cover sono davvero bellissime!

    RispondiElimina
  14. Cover italiana anche per me, assolutamente! *-*
    Ciao Luigi! :)

    RispondiElimina
  15. Partecipo molto volentieri, avevo già adocchiato questo libro :)
    La cover tedesca non mi piace molto, quella che preferisco è la francese.
    Trovo comunque molto coerente mantenere nei diversi paesi delle copertine simili.
    A volte troviamo in America ed in Italia soggetti completamenti diversi.
    Vado ad iscrivermi ai diversi blog.
    Un saluto
    Leryn

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps: la mia email è rinoa977-icq@yahoo.it

      Elimina
  16. Il libro mi ispira moltissimo, e anche la cover scelta è carina, anche se mi piace molto anche quella americana :)

    Partecipo al blogtour, e ti lascio la mia mail: hayls.hutch@gmail.com

    RispondiElimina
  17. La trama non l'ho capita molto bene, però è un dispotico e questo mi basta. Ammetto che stavolta la copertina italiana non è male, anzi pensavo fosse quella originale, però messa a confronto preferisco la versione con la landa desolata. La Germania ancora una volta dopo Forever ha sbagliato secondo me. Siamo partiti bene con l'estratto mi è piaciuto :D

    RispondiElimina
  18. E' la prima volta che sento parlare di questo libro ma l'inizio del libro non sembra male e poi sono curiosa di sapere cosa nascondono veramente questi Seeker. Per una volta posso dire di preferire un po' più la copertina italiana.
    La mia email è crystalbreeze@hotmail.it

    RispondiElimina
  19. Inizialmente non mi ha molto incuriosito, meno male che ho deciso di leggere la tappa fino in fondo :-) ha suscitato in me molta curiosità. Per le cover preferisco di gran lunga quella italia, mi piace moltissimo lo sfondo nero.

    RispondiElimina
  20. Ho scoperto solo ora di questo Blogtour! Ci partecipo volentieri perchè il libro mi incuriosisce molto *-*
    mail: rositaroy@yahoo.it

    RispondiElimina
  21. La cover mi ha colpita tantissimo, sin da quando ho visto l'originale! Non capisco se mi piace di più quella italiana o quella inglese, credo siano sullo stesso livello (:
    lily___@live.it

    RispondiElimina
  22. Strano ma vero, anche a me stavolta piace la cover italiana! Questo romanzo mi ispira, del resto come l'ottanta per cento dei libri che proponete XD Povera me, non riuscirò mai a leggerli tutti!
    email: scottodicarloanna@hotmail.it

    RispondiElimina
  23. Questo libro mi ispira molto :)
    Anche a me piace molto la cover italiana, lo sfondo scuro la fa risaltare :)
    La mia mail è saia.88@hotmail.it

    RispondiElimina
  24. Partecipo volentieri..per una volta mi piacciono tutte le copertine!

    RispondiElimina
  25. Partecipo volentieri..per una volta mi piacciono tutte le copertine!

    RispondiElimina
  26. Ciao! partecipo molto volentieri! Questo romanzo mi incuriosisce tantissimo... e poi è ambientato in Scozia!! *-*
    Per una volta lo stile delle cover è stato mantenuto più o meno constante, anche perché la cover originale è davvero bella e sarebbe stato un peccato modificarla!

    la mia mail è lilysbookmark@hotmail.com

    RispondiElimina
  27. Ennesima saga che comincerò, visto che ho un debole per le saghe xD bellissimo! già mi incuriosisce moltissimo la trama e l'estratto, quindi vado a commentare tutte le tappe! stavo per perdermelo questo BT D: grazie mille! :D la mia email è sweety_smile@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps: O meglio dire, spero che sia una saga! *-*

      Elimina
  28. Direi che tutte le cover del libro hanno il loro fascino. Stavolta non mi dispiace nemmeno la nostra ed è tutto dire. Di solito da noi vengono imbruttite in maniera oscena.

    RispondiElimina
  29. Stavo per perdermi questo bellissimo blogtour!
    Anch'io come te preferisco la cover italiana. Il cielo stellato dello sfondo mi piace proprio tanto!
    L'incipit è molto carino, vado subito a leggere il seguito!

    divoratoridilibri@outlook.it

    RispondiElimina
  30. Le cover sono tutte stupende, quella della Sperling&Kupfer le batte tutte però! Complimenti alla casa editrice :)

    RispondiElimina
  31. concordo con i commenti precedenti al mio! questo libro mi ispira davvero tantissimo! e che cover!

    RispondiElimina
  32. Partecipo più che volentieri anche a questo blogtour, anche se sono arrivata praticamente in corner :P meglio tardi che mai però!
    La mia cover preferita penso sia l'amerciana ^.^ anche la francese è molto carina... la nostra invece non mi entusiasma con quello sfondo così scuro :/
    Incipit davvero promettente :3 non sembra niente male!
    Vi seguo tutti come daydream avevo già messo il like alla pagina della Sperling come Denise Aronica :3 la mia mail è sempre la solita readingisbelieving@live.com

    RispondiElimina
  33. Partecipo molto volentieri a questo bel blog tour :)
    Il libro mi ispira molto e la cover che mi piace di più è quella italiana.
    La mia mail è jeka-88@hotmail.it

    RispondiElimina