venerdì 17 giugno 2016

Libri, Letture, e (La) Recensione: Ti amo ma niente di serio di Anna Chiatto


Buongiorno amici di Everpop. Stamane preparate l'abito classico, tirate fuori papillon e scarpe col tacco vertiginoso. Insomma vestitevi di tutto punto, perché la recensione di oggi vi parlerà di amore e matrimoni!


TI AMO MA NIENTE DI SERIO
                                                                                                  
"La cosa peggiore che ti può capitare nell'organizzare un matrimonio non è una sposina nervosa, ma la mamma della sposa sull'orlo perenne di una crisi di nervi."


TI AMO MA NIENTE DI SERIO
di Anna Chiatto
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Ti amo ma niente di serio

EDITORE: Piemme

GENERE: Narrativa

PAGINE: 318

PREZZO: 17,50€

USCITA: 12 apr 2016





TRAMA

Emma non crede nell'amore. Forse perché in passato si è preso gioco di lei più di una volta e l'ha convinta a non cadere mai più nelle sue spire. Decisa a fare carriera, l'unica cosa che conta davvero, ha pensato di trasformare la sua visione cinica e razionale dei sentimenti in un punto di forza e, soprattutto, in una professione: la wedding planner. Certo l'apprendistato non è stato facile, alle dipendenze di un pazzo affetto da manie di grandezza che con l'intento di "formarla" le ha fatto pagare bollette, ritirare i vestiti in tintoria, comprare sonniferi nel cuore della notte e assecondare ogni bisogno di Fru e Fru, i suoi deliziosi chihuahua. Ma ora che Emma si è messa in proprio, il sogno sembra quasi divenuto realtà. Lavora senza sosta, esaudendo i desideri delle spose con le richieste più svariate: dal matrimonio medievale a quello vegano, dall'armatura alle slitte trainate da cavalli sulla sabbia, il tutto condito da un'unica, immancabile e falsissima frase: "Vorrei che fosse una cosa semplice". Emma, però, non ha calcolato che nella sua vita apparentemente perfetta e priva di coinvolgimenti emotivi possa arrivare un uomo misterioso e irresistibile, capace di far desistere il suo fervente credo anti-amore. E forse, per una volta, sarà lei a dover dire qualche sì.

MY POINT OF VIEW
                                                         

                                              

Frizzante, romantico e divertente. Questi sono gli aggettivi giusti per descrivere Ti amo ma niente di serio, il nuovissimo romanzo di Anna Chiatti che parla di amore e matrimoni. Due temi triti e ritriti che l'autrice riesce però a raccontare in maniera semplice e spassosa. Un romanzo che strizza l'occhio a tanti cliché, come se ne vedono in tv, ma che molte volte corrispondono alla realtà (pensate che i matrimoni di cui si parla sono stati celebrati per davvero!!), e che riesce a parlare d'amore senza però cadere nel banale, senza mai far annoiare il lettore. Anzi, la noia è l'ultima cosa a cui penserete leggendo il romanzo, perché una volta iniziata la storia di Emma, sarà impossibile chiudere il libro. 
Il romanzo riesce a incantare per il suo lato romantico, ma allo stesso tempo sganasciare dalle risate per i suoi continui siparietti divertenti. Anna però è riuscita anche a far altro, e cioè a parlare di Napoli, della città nella quale è nata, la città che condividiamo (anche se lei un po' a distanza). E' riuscita a descrivere e tratteggiare una Napoli altrettanto romantica e meravigliosa, fatta di tradizioni, di famiglia, e di ricorrenze. La Napoli romantica, che ormai si legge solo in altri pochi libri.
Ma prima di tutto, il suo romanzo di esordio parla ovviamente di matrimoni, di sogni incantati...e di Emma!
Emma è una ragazza napoletana, "espatriata" a Roma, carica di energia e di allegria, una ragazza forte, che per inseguire il suo sogno ha abbandonato tutto e tutti. Una ragazza che si è sacrificata per un sogno particolare, per un lavoro a suo modo altrettanto particolare, grazie alla quale può aiutare a realizzare i sogni degli altri: la wedding planner. Perché diciamocelo, quello che Emma fa è proprio realizzare i sogni dei suoi clienti. Un lavoro che svolge con il cuore...il cuore che in questo romanzo più di una volta palpita. Incantevole è il suo personaggio, per il quale non ho potuto fare a meno che associare il volto di Anna, alla quale assomiglia molto (per quel che so di lei).
Non aspettatevi però la solita commedia romantica, a livelli "zuccherosi". Niente diabete stavolta, non dovrete nemmeno preoccuparvi dei trigliceridi! Vi basti pensare che Emma è una ragazza che intavola (molto spesso) discorsi e dibattiti ilari nientemeno che con Cupido. Il dio dell'amore che per tutte è uno dei più grandi alleati è invece per lei il peggior avversario di sempre, con il quale, in più riprese (nella sua mente), si troverà a battibeccare.
Ovviamente essendo un romanzo "d'ammmmmore" c'è anche il bel protagonista maschile, che fa palpitare il cuore alla nostra Emma: mr. Paco, che si dimostra fin da subito l'uomo ideale. Ma il romanzo non si distingue certo per questa sua storia romantica, quanto più (lo ripeterò fino allo sfinimento) per il suo atteggiamento ilare nei confronti dell'amore. Il divertentissimo romanzo pone al centro della storia la figura di Emma, il suo lavoro, ma soprattutto il suo più grande sogno. Ciò che mi ha davvero colpito, e mi ha fatto conoscere per davvero il personaggio di Emma, è stata la frase seguente: "Rendere felici, rende felici". Ed Emma ci crede davvero, riuscendolo a dimostrare più volte.
In conclusione, Ti amo ma niente di serio è la giusta combinazione tra commedia romantica e fiaba moderna, un romanzo che riesce a catturarti per la sua dolcezza, e allo stesso tempo a farti ridere per le sue divertenti scene (è riuscito a far ridere persino me...in treno...davanti ad una carrozza intera, che mi guardava con il tipico sguardo "Questo è pazzo!". 

"Forse è questo innamorarsi: andare al luna park."

Ve lo consiglio, e vi invito a comprarlo quanto prima, perché l'estate è senza dubbio il periodo perfetto per leggere questo libro! Ve lo consigliano persino i miei studenti (i quali se ne sono innamorati alla prima lettura)!
See you soon! -Lewis

7 commenti:

  1. L'ho segnato in wishlist non appena su internet ho visto la dedica dell'autrice al suo ex all'inizio del libro! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii hahaha la dedica all'ex, e alla ragazza sgrammaticata haha

      Elimina
  2. Preso nota!!! Grazie Lewis,l'avevo già notato,mi piace titolo e cover,sapere che è stato apprezzato anche da un ragazzo mi spinge ancora di più leggerlo. Mi fa piacere sapere che in questo libro abbia parlato del lato positivo di Napoli,brava!

    RispondiElimina
  3. Preso nota!!! Grazie Lewis,l'avevo già notato,mi piace titolo e cover,sapere che è stato apprezzato anche da un ragazzo mi spinge ancora di più leggerlo. Mi fa piacere sapere che in questo libro abbia parlato del lato positivo di Napoli,brava!

    RispondiElimina
  4. avevo già adocchiato questo libro ma ero molto titubante, forse lo leggerò in spiaggia (se mai sopravvivrò alla sessione estiva!!)
    bellissimo commento e divertente !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!
      Io penso che sia un'ottima lettura da spiaggia...e non solo!

      Elimina
  5. Sinceramente non mi convinceva molto questo libro, ma leggendo la tua recensione penso che gli darò un'opportunità XD

    RispondiElimina