giovedì 23 giugno 2016

Libri, Letture e (La) Recensione: Tutta la verità su Gloria Ellis di Martyn Bedford



Buongiorno Evereaders! Stamane pronti all'avventura che si parte in compagnia dell'ispettore Ryan alla ricerca di Gloria Ellis! Pronti? LET'S GO!

TUTTA LA VERITA' SU GLORIA ELLIS
"Come si sparisce da se stessi?"



TUTTA LA VERITA' SU GLORIA ELLIS
di Martyn Bedford
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Twenty questions for Gloria

EDITORE: De Agostini YA

GENERE: Narrativa Young Adult

PAGINE: 

PREZZO: 14,90€

USCITA: 21 giu 2016


TRAMA

Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.

MY POINT OF VIEW
                                                                               
                                             

Parlare di questo libro, che mi è piaciuto davvero molto, mi risulta difficile, nel senso che pur avendolo apprezzato del tutto, mi ha lasciato più e più volte "confuso". Il libro è senza dubbio un titolo di svolta per il catalogo DeA, che ha tirato fuori una lettura "atipica", che pur parlando di una storia d'amore, non si concentra del tutto sul lato romantico.
Questo è senza dubbio un romanzo intelligente che ti fa, più e più volte, pensare; un romanzo che ti permette, che ti spinge in realtà, ad entrare nella testa dei personaggi. E' impossibile resistere a Gloria ed Uman (che ho odiato dalla prima all'ultima pagina sia chiaro), ed è altrettanto impossibile fuggire dai loro pensieri, dalle loro emozioni, dai sentimenti che provano l'uno verso l'altra...o almeno quelli che Gloria prova per Uman.

Il romanzo parte con l'interrogatorio, la sua parte trascritta, che l'ispettore Ryan fa a Gloria. Interrogatorio che da inizio al romanzo, e che permette alla storia di proseguire e evolvere. E' un libro di costanti flashback, intervallati da interruzioni, che ci riportano al presente, all'interrogatorio, senza però svelarci mai cos'è realmente successo. Questo sviluppo, questa organizzazione, permette al romanzo di essere apprezzato fino in fondo, ed inoltre di entrare nella testa e nei pensieri di Gloria, e vivere per davvero la sua folle fug...avventura!
Grazie a questo "stratagemma" l'autore riesce a dare al romanzo un alone di mistero, e a dargli una carica thriller. E infatti "Tutta la verità su Gloria Ellis", pur essendo uno YA, si può considerare a tutti gli effetti una versione "giovane" del Thriller Psicologico. E questa caratteristica mi è piaciuta davvero molto!
Restando sempre in ambito stilistico e narrativo, bisogna sottolineare anche la genialità di Martyn, che ha saputo strutturare i capitoli in modo innovativo, a partire dalla scelta delle 20 domande, ed il modo con cui ha nominato i capitoli. Scegliere la frase che contraddistinguesse il capitolo (nel quale poi viene immessa), e lasciare quindi costante a presenza dell'ispettore Ryan, ha permesso al libro di avere quella marcia in più che soli pochi altri romanzi possiedono.

Per quanto riguarda invece i personaggi, devo dire che stavolta, nonostante la storia davvero interessante, i personaggi mi hanno un po' lasciato l'amaro in bocca (questo mi ricorda tanto Raccontami di un giorno perfetto, promosso a pieni voti, ma del quale non gradisco molto i personaggi). 
Partiamo con Gloria. Lei è davvero davvero debole ed indifesa. Non ha una sua personalità. Non ha carattere, ed è fragile a livelli estremi. Prova a tirare fuori il carattere a più riprese, ma alla fine capitola SEMPRE, lasciandosi influenzare da Uman, che pur essendo un tipo spigliato, alla fine non possiede un gran carattere predominante. E' una ragazza che si lascia trascinare dalle onde (per citare i suoi tsunami interiori), in costante balia del vento, una ragazza dalla vita non tanto rosea (ma neppure così triste), che non fa nulla per ribaltare la sua triste esistenza. E questo mi ha dato sui nervi.
Ma ancora di più mi ha dato sui nervi Uu-maaan. Lui è il classico protagonista "forte ma allo stesso tempo fragile" che non sopporto. Un ragazzo che finge di esser forte per non farsi aiutare, che si chiude a riccio pur desiderando nel profondo che qualcuno gli porga la sua mano. Un ragazzo misterioso, che si porta dietro tante e tante bugie, e vive una finta esistenza, quella che Gloria desidererebbe vivere per davvero.
Chi mi è invece piaciuto per davvero è stata l'ispettore Ryan, che mi è parsa la voce della ragione, chi per davvero voleva risolvere la situazione (dimostrandolo a più riprese).



"La città dovrebbe fare più paura, perché in una città ci sono persone e le persone sono di gran lunga più pericolose di qualsiasi creatura si possa incontrare in un bosco inglese."

Ed anche questa volta la DeA YA è riuscita a convincermi, e a regalarmi una bella lettura! Spero che questo libro possa piacervi quanto è piaciuto a me! Ci vediamo domani, con l'intervista a Martyn!
See you soon! -Lewis

3 commenti:

  1. A me Uman ha dato sui nervi fin dalla trama, immagino leggendo il libro! xD

    RispondiElimina
  2. Solo a me sta simpatico questo Uman? Forse è perchè ancora non ho letto il libro...

    RispondiElimina
  3. Pensa che a me, al termine della lettura, Gloria è sembrata quella forte e Uman quello debole... Percezioni diverse
    Baci

    RispondiElimina