venerdì 24 giugno 2016

Liete Novelle: Astrogamma di LRNZ

E' venerdì, e come ogni venerdì è l'ora della recensione fumettosa (che oggi è tremendamente in ritardo, visto che il blog aveva deciso di non pubblicarla!). Altro venerdì altro titolo del catalogo Bao da scoprire!



ASTROGAMMA
di LRNZ
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Astrogamma

GENERE: Fantascientifico

EDITORE: Bao Publishing

PREZZO: 23,00€

USCITA: 12 nov 2015

PAGINE: 160 pp


TRAMA

Gli insetti stanno conquistando il mondo e l'umanità è spacciata. Solo un'estrema mutazione della razza potrebbe consentirle di sopravvivere, ma è possibile che sia già troppo tardi. La fase finale dell'invasione silenziosa, vista attraverso gli occhi di tre ragazzi che ne sono più che testimoni. Coadiuvato ai dialoghi da Alessandro Caroni, LRNZ racconta una favola archetipica, dolorosa, violentissima e ricca, come suo solito, di simbolismi universali. La copertina di questo volume è lenticolare e animata.

MY POINT OF VIEW
                                                                                      

                                             

Ammetto di avere Astrogamma già da un po', preso senza nemmeno sfogliarlo, perché quando si tratta di LRNZ non ci si può che fidare ad occhi chiusi. Ahimè però stavolta non sono stato catturato dal fumetto quanto con Golem (che per me resta uno dei capolavori del fumetto italiano, ma ne riparleremo poi, in una recensione). I disegni, pur seguendo lo stile dell'autore, non mi hanno convinti del tutto, e la storia mi è sembrata un tantino affrettata. Ma parliamone per gradi.
Per quanto riguarda la storia, bisogna dire che da subito partita in quarta: gli insetti giganti, la stella marina, la nascita di un nuovo supereroe (possiamo chiamarlo così?). E' partita spedita insomma, ad un certo punto però ha subito un'accelerazione forse un po' troppo esagerata, affrettando troppo i tempi. Penso che sarebbe stato meglio procedere per capitoli com'è per un terzo del fumetto, così da rendere la narrazione non troppo veloce, e allo stesso tempo permettere al lettore di apprezzare di più personaggi e trama. Nonostante questo problemuccio però bisogna dire che è stata una trovata intelligente quella di utilizzare questi insetti giganti (che sono alieni? esperimenti?) come "nemici dell'umanità", e altrettanto interessante utilizzare questo super-uomo come paladino della terra. Paladino che mi sarebbe piaciuto conoscere di più, vederlo molto più all'opera. 

Una storia pittosto cruda e cruenta fin dalle prime pagine, che non lascia neppure per un minuto spazio alla tranquillità. Un crescendo di dure emozioni, e costanti paure che si avverte sia per quanto riguarda lo sviluppo della narrazione (che forse proprio per questo viene sviluppata in maniera così adrenalinica), sia per quanto riguarda i personaggi, e le loro espressioni. 
I personaggi, nonostante non siano molto caratterizzati, riescono però ad esprimere angoscia e paura, due caratteristiche predominanti di questo fumetto. Nonostante solitamente in questo genere di fumetti si sa che la salvezza è proprio nascosta dietro l'angolo, in Astrogamma non si sa se potrà mai esserci un roseo finale per i due protagonisti, non si capisce neppure per un minuto cosa possa nascondere il finale. Questo aspetto rende infatti la novel assai interessante, e offusca il "difetto" sopracitato legato alla narrazione.

Per quanto riguarda invece i disegni, devo ammettere che sono un po' rimasto basito. Mi aspettavo qualcosa al pari di Golem, un fumetto potete a livello grafico. Ho trovato invece alcune tavole un po' "deboli", in cui i personaggi perdevano di energia. A parte questo però c'è da dire che LRNZ nell'uso della bicromia è UN MALEDETTO GENIO! Le sfumature, le ombre, ed i chiaroscuri...sono trattati in maniera impeccabile, ed è impossibile riuscire a resistervi. I primi piani dei volti (alcuni dei quali decisamente espressivi) soprattutto quelli iniziali, come le tavole a tutta pagina, sono decisamente MERAVIGLIOSI. Il tratto di LRNZ è inconfondibile, e davvero straordinario, e risulta praticamente impossibile non perdonargli quelle tavole un tantino deboli.
Nonostante sia un fumettista italiano LRNZ, soprattutto per quanto riguarda il suo stile particolare, non ha nulla da invidiare ai grandi autori del fumetto internazionale. Potrebbe benissimo lavorare in qualunque parte del mondo, e affermarsi con il suo stile ed i suoi disegni. 

E anche per questo venerdì è tutto amici di Everpop! Fatemi sapere cosa ne pensate di questo fumetto se l'avete letto, e non esitate a porre domande, se ne avete!

See you soon! -Lewis

1 commento:

  1. LRNZ ha illustrato "La strana biblioteca" di Murakami... Inquietantissimo!!

    RispondiElimina