lunedì 13 giugno 2016

Liete Novelle: Jem and the Holograms di Kelly Thompson e Sophie Campbell


Buon lunedì miei prodi Evereaders! Stamane iniziamo la giornata con qualcosa di nostalgico e allo stesso tempo romantico? Avete sotto mano i vostri IPod? L'audio del vostro cellulare è alto? Perché stamane su Everpop stanno per esibirsi Jem e le Holograms!



JEM E LE HOLOGRAMS 
di Kelly Thompson e Sophie Campbell
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Jem and the Holograms

GENERE: Slice of Life/Musicale

EDITORE: Edizioni BD

PREZZO: 14,00€

USCITA: 26 mag 2016

PAGINE: 128 pp

TRAMA

Il grande ritorno di una delle icone più amate degli anni Ottanta! Jerrica Benton ha il talento che le servirebbe per sfondare, ma ha anche un problema: una paralizzante paura del palcoscenico. Un’inattsa eredità le darà però la chance di portare a galla tutto il suo carisma, nei panni di Jem, l’inarrestabile frontwoman delle Holograms! Un rilancio moderno e scattante, con le radici piantate nel presente pur senza scontentare i nostalgici dell’indimenticato cartone animato, e graziato dai morbidissimi disegni di Sophie Campbell. Moda, musica, azione e stile si incontrano nel più fresco e imprevedibile graphic novel dell’anno!


MY POINT OF VIEW
                                      
                                 

Era il Gennaio del 1987 quando su Italia 1 andò in onda, per la prima volta in Italia, la serie animata di Jem e le Holograms, da noi noto come "Il mio nome è Jem". A 30 anni di distanza Jem e le sue Holograms tornano in Italia in una veste tutta nuova, una veste di carta e inchiostro, grazie ad Edizioni BD.
La nuova serie si presenta sin da subito fresca, pop, e tanto tanto audace. Audace è secondo me il termine giusto per indicare questa serie a fumetti, sia per quanto riguarda i tempi, sia per lo stile dei disegni. Ma è in particolar modo una serie audace perché la scelta di pubblicare un classico dell'animazione come questo ai giorni nostri è una vera e propria sfida (che a mio parere si può già considerare vinta in partenza). 
Non aspettatevi di trovare la stessa Jem di una volta, le stesse situazioni e gli stessi eventi, e persino i temi trattati! Questa nuova Jem è una vera rivoluzione, e si adatta perfettamente alla cultura contemporanea. Questa è una svolta che avrebbe potuto portare svantaggi all'opera, ma si capisce sin da subito che è invece il punto di forza di questo fumetto. A mio parere, prendere Jem e catapultarla ai giorni nostri è stata una scelta assai saggia e astuta, proprio se si considerano i fan più veraci della serie!
Questa nuova Jem si presenta però più simile a quella del film, tornata alla ribalta per farsi conoscere anche dalle nuove generazioni, che a mio avviso l'hanno accolta con piacere e con entusiasmo.
Ci sarebbe molto da dire su questa nuova serie, ma per non essere troppo prolisso ho deciso di concentrarmi su due degli aspetti più importanti di questa serie: i Disegni e le Tematiche.
Partiamo con l'aspetto più sensazionale del fumetto: le Tematiche. 
Stavolta JEM porta con se, oltre la musica, anche tante tematiche contemporanee assai importanti. Ve lo dico, non vi troverete di fronte all'avventura musicale a cui avete già assistito in TV, contraddistinta da battaglie a colpi di note, quello che troverete è invece una finestra sulla vita delle nostre protagoniste, l'analisi di ciò che più le contraddistingue, una sorta di backstage. L'aspetto "social" della nostra contemporaneità non manca di certo, e infatti sono costanti i riferimenti a Twitter e Facebook, che ormai fanno parte della nostra quotidianità. Ma ciò che da davvero energia a questa serie è la scelta di trattare tematiche ormai attuali come quelle LGBT, qui mostrate attraverso il rapporto tra una delle nostre Holograms ed una delle rivali, le arcigne Misfits.
Nel fumetto infatti, non è solo il gruppo delle Holograms, ad essere al centro dell'attenzione, ma bensì anche le loro acerrime rivali, le Misfits, le quali vengono trattate da protagoniste tanto quanto le nostre eroine. Da qui la scelta di pubblicare il fumetto in doppia cover (io ho scelto quella delle Holograms ovviamente). Stavolta veniamo quindi trascinati nella testa di Jerrica e Pizzazz, e viviamo insieme a loro ogni sorta di situazione, ma allo stesso tempo seguiamo la storia anche attraverso gli occhi delle altre componenti delle due band (in particolar modo attraverso quelli di Kimber, che è senza dubbio il personaggio più interessante della serie).
Forse ciò che non ho trovato della serie animata, almeno in questo primo volume, è stata tutta la forza e la potenza di Jem, che nel cartone si esprimeva attraverso la forza della sua voce, che ahimè non è potuta venir fuori attraverso le pagine del fumetto.
La musica ovviamente è uno dei temi predominanti di questa serie, un tema assai difficile da trattare per le due autrici, le quali hanno dovuto pensare al modo giusto per esprimere e raccontare la musica, e le emozioni che essa porta con se, attraverso il solo uso di colori e parole. Le tavole del fumetto che trattano di musica sono senza dubbio incredibili, ma (come ho detto sopra) non hanno quella forza e quella potenza che contraddistingueva la serie animata. 
Passiamo ora ai disegni, che mi sono piaciuti...ma fino ad un certo punto. Ammetto di adorare il vecchio stile di Jem, piuttosto che questo moderno, che non so per quale motivo mi ha ricordato Barbie. Nonostante questo però le tavole sono ben strutturate, contraddistinte da disegni moderni e proporzionati, e l'uso del colore è davvero eccezionale, se si considera soprattutto l'espressione della musica attraverso esso. Disegni ottimi per una storia moderna, che ahimè il naso me l'hanno fatto un po' storcere, a causa del mio essere perennemente nostalgico. 
Meraviglia delle meraviglie però è la galleria finale, con le illustrazioni di vari autrici (in particolar modo ho apprezzato quelle di Amy Mebberson e Sara Richard). Galleria che da al fumetto una carica ancora più forte ed energica!


Che altro dire...Se siete amanti della chioma rosa di Jem, o di una delle sue sorelle, se avete amato il cartone tanto quanto me, o se siete in cerca di un fumetto che vi tenga incollato alle pagine, qualcosa di nuovo (nonostante la base "antica") e interessante...be' se accettate un mio consiglio, soprattutto dopo questa recensione entusiasta, sapete cosa cercare la prossima volta in libreria!
Come sempre mi sono dilungato...
See you soon! -Lewis

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Io spero (e qualcosa me lo porta a credere) che presto tornerà!

      Elimina
  2. Il mio nome è Jem e sono una cantate, bella e stravagante e canto qui per voiiiiiiiii
    Amo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un tipo esuberante, canto canto qui per voi!

      Elimina
  3. "Il mio nome è Jem. Sono una cantante, bella e stravagante. Ballo il rock'n'roooooooool" (eco a Virgy XD )
    Che meraviglia! Lo voglio

    RispondiElimina
  4. Devo appassionarmi al graphic novel... mi intriga veramente tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi h sorpreso questa nuova Jem, lo ammetto!

      Elimina