venerdì 15 luglio 2016

Liete Novelle: Octave di David Chauvel, Alfred e Walter (RECENSIONE)

Buongiorno e buon venerdì miei prodi amici di Everpop! Proprio ieri è uscita la versione integrale di questo fantastico fumetto, targato Tunué! Siete tutti pronti a conoscere Octave?


OCTAVE
di David Chauvel, Alfred e Walter
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Octave

EDITORE: Tunué


GENERE: Avventura

PAGINE: 128pp

PREZZO: 16,90€

USCITA:14 lug 2016



TRAMA

Octave è un bambino che vive con la mamma vicino all’oceano. È capriccioso e dice tanti “no”, ma, quando le circostanze lo richiederanno, saprà tirare fuori il coraggio, inghiottire il proprio orgoglio e correre in soccorso di una balena, lottare per un’orata contro la pesca abusiva, aiutare un pinguino e salvare un esemplare di sula tenuto prigioniero in un parco marino. Nel procedere della storia, Octave crescerà e maturerà, uscendo dal suo egoismo. Venite anche voi a leggere le avventure che hanno inaugurato la collana Tipitondi, iniziativa editoriale unica in Italia e premiata da pubblico e critica, fatta di graphic novel espressamente pensati per un pubblico di lettori junior, racconti originali o presi da grandi classici della letteratura di ogni tempo.

MY POINT OF VIEW
                                                              
                                                            

IO AMO LA COLLANA TIPITONDI...L'ho già detto vero? Be' lo ripeto!
Octave è la storia di un ragazzino che ha perso il padre, un gran pescatore, che a seguito della sua morte, decide di odiare profondamente il mare e tutti gli animali che li popolano, o almeno fin quando...non fa la conoscenza di una balena parlante. La balena in questione è però solamente il primo dei quattro animali che faranno visita ad Octave, al quale ognuno di loro chiederà aiuto.
L'opera è composta da ben quattro storie diverse, tenute insieme da una sottotrama unica, e cioè dalla figura del padre, e dalla figura stessa di Octave. Grazie ai quattro nuovi e bizzarri amici, ognuno dei quali porta con se un diverso insegnamento, Octave impara qualcosa di nuovo del mondo che lo circonda, ma soprattutto impara qualcosa di più su di lui, e sui valori che fino a poco prima ignorava. 
Ogni storia ci presenta personaggi sempre nuovi: componenti della famiglia, animali fantastici, e compagni di classe, i quali interpretano però solo un ruolo marginale, lasciando ad Octave il ruolo di protagonista indiscusso. Un protagonista testardo e inizialmente anche un po' viziato, ma allo stesso tempo tanto tanto coraggioso, al punto tale da gettarsi tra le fauci dell'avventura senza mai pensarci due volte. Quello che però mi è piaciuto di più del carattere di Octave è la sua schiettezza, e la sua innocente spontaneità, la quale gli permette di instaurare sin da subito un importante rapporto di amicizia, persino con animali parlanti e fuori dal comune. 
Un protagonista davvero mitico, che mi ha ricordato a tratti un altro protagonista assai spumeggiante: Titeuf. Se avete amato le avventure del biondo ragazzino col ciuffo, non potrete fare a meno di amare anche il piccolo Octave, il quale assomiglia non poco, soprattutto a livello caratteriale (per la sua testardaggine) al suo connazionale. 
Ciò che però ho maledettamente adorato di questo fumetto sono stati i siparietti iniziali in cui Octave battibecca con costantemente con il narratore. Pagine a dir poco esilaranti, in cui il piccolo protagonista riesce a mostrare tutta la sua spumeggiante energia.
Altro carattere predominante di quest'opera è la presenza costante di una morale di fondo, che persino il più giovane dei lettori non potrà fare a meno di individuare, man mano che la storia prosegue, morale rivolta prima di tutto però allo stesso protagonista, che alla fine della storia ne esce maturato, proprio come lo sarà il lettore che lo avrà affiancato nelle sue bizzarre e strampalate avventure.
Per quanto riguarda invece i disegni, bisogna dire che ne sono rimasto letteralmente innamorato, soprattutto perché, leggendo il volume, mi è sembrato di avere davanti i fotogrammi definitivi di una serie animata. Morbidi e fluidi, dai colori vividi ed energici, le tavole spiccano costantemente, alternandosi tra due diversi stili, che permettono di distinguere la realtà dalla fantasia.
Octave meriterebbe una serie animata tutta sua, e apparire in TV, così da poter intrattenere piccoli e grandi lettori, anche al di fuori del suo mondo di carta ed inchiostro.


Nessun commento:

Posta un commento