venerdì 26 agosto 2016

Liete Novelle: Das UPgrade Volume 1 di Ulf S. Graupner e Sascha Wüstefeld (Recensione)


Buongiorno e buon venerdì amici di Everpop! Stamane come ormai di consueto vi attende una nuova recensione fumettosa! Pronti a fare un salto in un pazzo e bizzarro mondo stracolorato?



Das UPgrade vol. 1
di Ulf S. Graupner e Sascha Wustefeld
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Das UPgrade vol. 1

EDITORE: Bao Publishing

GENERE: Fantascientifico

PAGINE: 96pp

PREZZO: 16,00€

USCITA: 14 apr 2016




TRAMA

l piccolo Ronny vive nella Germania Est degli anni Settanta. Ha il potere di teletrasportarsi, ma non è sicuro che succeda davvero. Forse sono allucinazioni. No, no, non è un complotto governativo per creare dei... dei cosa? E il cantante americano che in qualche modo è sempre presente durante gli episodi di teletrasporto che cosa c'entra? Due autori superstar tedeschi, alle prese con una lunga saga che BAO pubblicherà in grandi volumi cartonati con le copertine impreziosite da inchiostri fluorescenti. Nel 2016 usciranno due volumi, poi uno all'anno, per un totale di dieci. Una storia esplosiva, buffa, nostalgica e sorprendente, scritta con amore da due fumettisti che ci tengono a raccontare che la Germania Est non era poi solo l'inferno descritto dai film sulla guerra fredda.

Stavolta sarà difficile fare la recensione, perché nella mia testa i pareri sono altamente contrastanti. Da un lato ho amato ed adorato i disegni, dall'altro la trama non è stata molto di mio gradimento...ma solo perché in realtà non l'ho capita fino in fondo! Ma parliamone.
La trama di questo fumetto è particolarmente articolata, e anche un po' complicata, a partire dai diversi salti temporali che si ripetono qua e là in questo primo volume. Una storia fantascientifica e hi-tech, ma anche un po' storico-politica, se così vogliamo intenderla, a partire dagli eventi che vengono sviscerati, in modo velato, durante questa prima parte di storia (che si comporrà poi di dieci volumi). L'idea di base di per se mi è anche piaciuta, e mi ha messo tanta curiosità, ma ho trovato però la sceneggiatura abbozzata e frettolosa. Questo stile narrativo mi ha confuso, e non poco, poiché il lettore viene sballottato qua e là per la storia, senza che gli vengano presentati per bene i protagonisti (io infatti non ho capito precisamente se questa è la storia di Ronny o quella di Cosmo). Ho adorato però il fatto che l'inizio del volume corrispondesse con la fine (questo non è un vero e proprio spoiler), poiché è proprio grazie a questo stratagemma che la curiosità del lettore viene catturata. La trama è chiaramente solo all'inizio, ed è carica di misteri ed enigmi, che gli autori hanno saputo spargere sagacemente. Infatti nonostante la "superficialità" legata alla caratterizzazione dei personaggi, questo primo volume riesce a porre perfettamente solide basi per una serie che può rivelarsi pazzesca.
Per quanto riguarda i personaggi invece, devo dire che alcuni di essi mi sono piaciuti particolarmente, anche se avrei preferito che venissero caratterizzati e presentati meglio (ma magari gli autori li presenteranno meglio nei prossimi volumi): Jimi ed Esmeralda ad esempio mi sono piaciuti sin da subito, pur apparendo come personaggi secondari, e allo stesso modo anche la signorina Bellmann, un po' psicotica e tanto tanto misteriosa, mi è piaciuta tanto. Per quanto riguarda Cosmo, devo ammettere che quello del passato non mi ha poi preso tanto, diversamente dal suo Io del futuro, che viene mostrato solo per poche vignette, ma che nonostante questo ha attirato la mia attenzione con il suo aspetto da "scienziato pazzo". Per quanto riguarda invece Ronny, ammetto di non averlo davvero apprezzato, semplicemente perché ancora non ho capito chi è davvero, e dove gli autori vogliono davvero andare a parare con lui. Interessantissimo il suo potere, e il mistero legato alla nascita di questa bizzarra "particolarità", un po' meno il suo carattere, che l'ha fatto apparire noiosetto, sia da bambino che da adulto.
Ma se la trama mi ha lasciato una punta di amaro, i disegni sono stati un vero e proprio incanto per gli occhi! 
Le tavole sono vere e proprie meraviglie per gli occhi del lettore, e riescono ad affascinare fin da subito, con la loro minuziosa attenzione verso il dettaglio. Con un taglio alla film Disney (mi ha ricordato un po' lo stile de La famiglia Proud), ogni vignetta sembra quasi un fotogramma per la creazione di un cartone animato. 
Per quanto riguarda il lato artistico dei personaggi, stavolta la caratterizzazione è entrata fin nel minimo dettaglio, dando vita così a protagonisti davvero affascinanti. Tramite i disegni infatti i due autori riescono a raccontare i loro protagonisti, molto meglio che con le parole, e bisogna ammettere che questo riesce a ben pochi altri autori.
L'uso del colore è la cosa più spettacolare di questo fumetto, grazie al quale i due autori riescono a giocare persino con la luce, che è anche ella protagonista del fumetto, insieme all'emittente radiofonica, costantemente presente.
In sintesi ho trovato questo fumetto davvero enigmatico, un primo volume che ha catturato la mia attenzione, nonostante le pecche sopracitate. Sono stracurioso di sapere cosa riserveranno i due autori per i prossimi volumi, ma soprattutto quanto ancora potranno migliorare i loro disegni.

Per questo venerdì è tutto prodi Evereaders! Dalla prossima settimana Everpop ritorna operativo al cento per cento, con una nuovissima programmazione, ma con le rubriche di sempre. Vi do appuntamento alla prossima settimana!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento