giovedì 6 ottobre 2016

Libri Letture e (La) Recensione: Berlin III - La battaglia di Gropius di Fabio Geda e Marco Magnone


E dopo la fantastica mini-intervista a Fabio e Marco, ecco l'adrenalinica recensione al terzo capitolo della saga italiana più distopica di sempre!




BERLIN 3 - La battaglia di Gropius
di Fabio Geda e Marco Magnone
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Berlin III

EDITORE: Mondadori

GENERE: Distopico

PAGINE: 205pp

PREZZO: 15,00€

USCITA: 20 set 2016




TRAMA

È il dicembre del 1978 quando l'inverno cala su Berlino: il manto candido della neve diventa ghiaccio sopra i relitti di scuole e case, parchi e cortili, al di qua e al di là del Muro. Da tre anni un virus incurabile ha sterminato la popolazione adulta della città, costringendo i ragazzi e i bambini sopravvissuti a crescere all'improvviso, in attesa che, alla fine dell'adolescenza, il virus porti via anche loro. Divisi in gruppi per organizzarsi e farsi forza, tra i ragazzi si scatena una guerra spietata. Il gruppo di Tegel mette a ferro e fuoco la città sotto la guida della feroce Wolfrun che, fiera come un'amazzone, combatte in groppa a un maestoso destriero. Dalle alte torri di Gropius, Jakob e Christa la vedono arrivare insieme ai suoi. Per portare battaglia. Niente e nessuno sembra in grado di fermarla, eppure qualcuno serba ancora nel cuore una fiammella di umanità…


MY POINT OF VIEW
                                                                

                                                       

Ancora adrenalina, ancora virus imbattibili, battaglie per la supremazia, e soprattutto sempre più trame e tranelli in questo terzo capitolo della serie!
Con "La Battaglia di Gropius" entriamo nel vivo della storia, contraddistinta da una narrazione sempre più veloce, frenetica, e dalla trama serrata. Una trama sempre più interessante e carica di colpi di scena, magistralmente piazzati qua e là, e spunti geniali, volti soprattutto a far pensare i giovani lettori (e anche i più grandi perché no!). Ritroviamo lo stile semplice e diretto di sempre, scorrevole, affascinante e mai banale, che permette al lettore ancora una volta di provare totale empatia per i suoi protagonisti, e vivere la storia in prima persona.
Si complicano sempre di più le cose per i nostri amici di Berlino Ovest, che in questo volume si vedono scendere in campo pronti alla lotta, chi in un modo, chi in un altro. La mappa di Berlino si complica e muta sempre più: alcune alleanze si rafforzano, alcuni ordini si complicano, qualcuno ci rimette inevitabilmente, e i nemici si fanno sempre più potenti. Ma chi sarà il vero vincitore in questa folle battaglia, lanciata dai teschi vuoti di Tegel?
Ecco stavolta apriamo una parentesi su Tegel, e sulla sua protagonista indiscussa del gruppo: Wolfrun. Stavolta (e finalmente vorrei dire) la giovane capa del gruppo di Tegel si mostra per chi è realmente. Ci viene mostrato il suo passato una volta per tutte, fatto di gioie, dolori e sofferenze, un passato che le odia e dal quale rifugge, che però torna a più riprese a "tormentarla"...così come accade anche al resto dei protagonisti di questo romanzo. 
Adoro la scelta degli autori di alternare costantemente presente e passato. Mossa geniale che permette al lettore di entrare fin dentro l'animo dei protagonisti, ed esplorarne il background. Background diversi per ogni personaggio, e tanto tanto interessante. Stavolta è toccato a Wolfrun e Timo, che a mio parere si è contraddistinto ancora una volta, conquistandosi così la mia più totale fiducia. Sì, se ve lo state chiedendo Timo è ufficialmente il mio personaggio preferito.
Spero che gli autori continueranno lungo questa strada, così da farci capire qualcosa in più su Verme, Bernd, Britta e Claudia. Ah Claudia! Se credevate di odiare Wolfrun, con Claudia avrete pane per i vostri denti.
Credo che questo gioco di odio e amore verso i personaggi derivi però proprio dalla bravura dei due autori che riescono a dar vita a dei personaggi reali, contraddistinti da dubbi e paure anche essi reali.
Insomma un terzo libro carico di azione, strategie e sentimenti, che sottolinea ancora una volta la qualità di questa serie, e la bravura dei suoi due autori! 
Per stavolta mi fermo qui! Nonostante ci sarebbe tanto altro da aggiungere, meglio evitare gli spoiler, perché questo libro merita di essere letto con calma, gustandoselo fino in fondo!


Se vi state chiedendo se vale la pena continuare la serie....be' direi Assolutamente sì! Quindi non indugiate oltre, correte in libreria, e...
See you soon! -Lewis

1 commento:

  1. Non posso aggiungere un'altra serie, proprio no!! (ma la aggiungo lo stesso XD)

    RispondiElimina