mercoledì 12 ottobre 2016

Half Week - La settimana della Magia: DAY 3 - RECENSIONE Half Wild di Sally Green


Buongiorno e mercoledì Evereaders! La HalfWeek è giunta di già alla sua tappa centrale, quella contenente la recensione ad Half Wild, secondo capitolo della serie. Scoprite com'è continuata la storia di Nathan.



HALF WILD
di Sally Green
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Half Wild

EDITORE: Rizzoli

GENERE: Fantasy

PAGINE: 412 pp

PREZZO: 15,00€

USCITA: 25 giu 2014




TRAMA

Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. Per contrastarli nasce un'Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco. Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perché liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell'amico Gabriel? Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L'Alleanza sarà il pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell'uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan


MY POINT OF VIEW
                                                           

                                                    


, quel dono che è il vero protagonista di questo secondo volume della serie.
Questo secondo capitolo della saga rispetto al precedente è molto più carico di azione e adrenalina, travolgente e carico di enigmi. Alcuni dei misteri legati al volume sono stati svelati del tutto, altri invece solo in parte, mentre altri misteri son stati messi in gioco.
Una crescita su tutti i fronti questo volume, a partire dalla figura di Nathan, il protagonista della serie, che ritroviamo, con un minuscolo salto temporale, molto più maturo, cresciuto soprattutto a livello caratteriale ed emotivo. Non troviamo più il Nathan insicuro e spaventato di Half Bad, bensì un Nathan molto più intrepido, coraggioso, ma soprattutto testardo, un ragazzo che non ha paura di gettarsi a capofitto tra le fauci del pericolo. Un prode guerriero, sopraffatto però dal cuore e dall'essere che porta dentro, a seguito del Dono. Stavolta Nathan è costretto a soffrire sia per questioni legate all'amore, che continua ad oscillare tra l'amore per Annalise, ed il particolare sentimento che lo lega a Gabriel. Un triangolo amoroso questo, davvero unico e particolare. Altra fonte di sofferenza è la presenza della Bestia che gli è sorta dentro quando ha ricevuto il tanto agognato Dono da suo padre Marcus, il potente e malvagio Stregone Nero, una bestia che gli da costantemente filo da torcere, mettendolo alla prova, e mettendo a nudo una parte di lui che fino a prima non sapeva di conoscere. Ed è proprio grazie alla presenza del suo animale interiore che la Green riesce a descriverci Nathan, sotto una luce diversa da prima. Grazie ad esso ci mostra la paura, la folle adrenalina, e l'oscurità che ormai contraddistinguono il giovane mezzo codice, che appare molto più Nero del solito.
Un interrogativo assai interessante di Half Wild è proprio la connotazione dei termini Nero e Bianco, perché leggendo questo secondo capitolo diventa assai chiaro che non sono i Neri, da sempre visti come spietati e malvagi assassini, a portare terrore, distruzione e morte, bensì i Bianchi, capitanati dallo spietato Soul, fino ad ora visti come dei veri e propri eroi.
Accanto a Nathan, anche altri personaggi sono cresciuti e maturati, e mi riferisco a Gabriel e Annalise.
Il primo è il vero e proprio co-protagonista della serie, nonché il personaggio più amato (anche stavolta) da tutti i lettori. Ahimè anche stavolta ci viene mostrato un Gabriel sconfitto e sofferente, che continua però a proseguire lungo la strada del suo cuore senza aver paura delle conseguenze. La Green da chiaramente a Gabriel il compito di simboleggiare amore e lealtà, ruolo che riesce a interpretare perfettamente...a differenza di Annalise, che si dimostra invece molto più egoista rispetto al volume precedente, nonostante il suo cuore puro. E' proprio il suo personaggio, e le azione da ella compiute che mettono in discussione la figura dei Bianchi, e le loro buone intenzioni (non aggiungo altro per non rovinarvi la lettura). Ovviamente io faccio il tifo per Gabriel, soprattutto perché in questo volume la dolcissima scena che vede protagonisti lui e Nathan, è riuscita davvero a toccare il mio cuore di pietra.
Per quanto riguarda invece i nuovi personaggi, una menzione d'onore va a Van e Nesbitt, due interessantissimi personaggi, di cui spero di conoscere il loro background nel prossimo volume.
Scene mozzafiato, lotte adrenaliniche, personaggi davvero ben strutturati e progettati...ma ahimé stavolta un punto di demerito mi tocca darlo: gli allunga brodo. Rispetto ad Half Bad, Half Wild è molto più carico di scene che appesantiscono la trama principale, che di per se è interessante e scorrevole.

                                                         
LA SETTIMANA

La HalfWeek si compone di cinque tappe, una al giorno per cinque giorni, ognuna contenente un elemento importante della saga. Alla chiusura della settimana, che termina ufficialmente il 16 ottobre 2016, uno tra voi lettori avrà l'occasione di poter ospitare nella propria libreria la storia conclusiva (Half Lost) di Nathan ed i suoi amici. Come fare? SEMPLICISSIMO!
Non dovrete far altro che:

- Essere iscritti alla pagina FB di Rizzoli
- Essere iscritti alla pagina FB di Everpop
- Essere lettori fissi del blog
-Commentare le tappe (almeno 3 su 5)

Potete completare il tutto compilando il form, e ricordandovi di lasciare il vostro indirizzo email nel commento alla prima tappa.

E' inutile dirvi che vi consiglio questo secondo volume, che accresce la bellezza della serie, grazie alla sua aura misteriosa e a tratti un po' cupa. Cosa accadrà nel prossimo volume? Nathan sceglierà Annalise o Gabriel? Riuscirà a sconfiggere i Bianchi? Riuscirà a ridurre le morti ed i sacrifici? E Nesbitt, riuscirà a concludere una frase senza cadere nel volgare? Lo scopriremo solo leggendo la recensione di Half Lost, che arriva praticamente...DOMANI!
See you soon! -Lewi

7 commenti:

  1. Bellissime le foto che metti ogni volta nei post. In questo caso, voglio assolutamente sapere cosa tieni in mano!!!
    Comunque, ho lumato parecchio questo libro e lo prenderei anche solo per la copertina. Sicuramente sarà una di quelle trilogie che prima o poi leggerò per intero, anche perchè ormai è completa ahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hoooola e grazie per i complimenti!
      Quella che ho in mano è una penna intagliata nel legno, presa in una passata vacanza in montagna, a Pejo! E' un posto magnifico, e sembra quasi di stare sul set di Heidi!

      Elimina
    2. Hoooola e grazie per i complimenti!
      Quella che ho in mano è una penna intagliata nel legno, presa in una passata vacanza in montagna, a Pejo! E' un posto magnifico, e sembra quasi di stare sul set di Heidi!

      Elimina
    3. Oddeo, conosco perfettamente il posto.
      Sono andata due anni in campeggio lì vicino e Pejo era un passaggio obbligatorio! (pure il bagno visto che la loro acqua è diuretica da far schifo ahahahahahhahah) Comunque è bellissima quella penna!!!!!!!!!

      Elimina
  2. Sempre più intenzionata a leggere questa saga! Grazie del tuo parere e delle fantastiche foto che metti nei tuoi articoli! *^*

    RispondiElimina
  3. In questa tappa, devo essere sincera, non ho letto tutta la tua recensione perché non avendo iniziato ancora questa saga (la inizierò ben presto!!!), avevo timore di spoilerarmi parti importanti.
    Credo comunque che questa saga sia molto originale e particolare, una di quelle che non puoi non leggere.
    poi, rappresenta uno dei miei generi preferiti in assoluto quindi non posso non averla tra le mie mani :)
    Altro punto a favore va sicuramente alle cover che trovo molto affascinanti.

    Originali anche le tue foto :) :) :P

    RispondiElimina
  4. Half Wild è la perfezione. Mi è piaciuto che Nathan scopra la parte di se nascosta, quella che non riesce a dominare e quindi selvaggia. Penso che sia il tema fondamentale di questo capitolo, la sensazione di libertà raggiunta dal legame con un altro sé finora sconosciuto. Fantastico ;)

    RispondiElimina