martedì 4 ottobre 2016

Liete Novelle: Lumberjanes 1: Guardatevi dal sacro micio di Noelle Stevenson


Buon giorno Evereaders! Siamo ad ottobre ed ecco la prima recensione fumettosa del mese. Pronti a scatenarvi con le cinque campeggiatrici più forti e allegre del mondo del fumetto?


LUMBERJANES 1: Guardatevi dal sacro micio
di Noelle Stevenson
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Lumberjanes 1


EDITORE: Bao Publishing

GENERE: Avventura/Comico

PAGINE: 127pp

PREZZO: 14,00€

USCITA: 02 apr 2016


TRAMA

Cinque amiche per la pelle, in campeggio con il loro gruppo scout, scoprono che nei boschi attorno al loro campo succedono cose terrificanti e inspiegabili. Una storia sull'amicizia e sull'importanza di aiutarsi a vicenda, scritta e disegnata da tre talentuose artiste americane provenienti dalla scena "indie".

MY POINT OF VIEW
                                                                                    
                                                          

Noelle Stevenson è un mito ragazzi! Un vero e proprio genio!
Ieri ho finalmente letto il primo volume di Lumberjanes che mi aspettava sulla mensola della libreria e mi lanciava occhiatine dolci da ormai qualche mese, e che mi ha fatto sorridere dalla prima all'ultima pagina.
Non è ai livelli di Nimona, che è un fumetto geniale sotto tantissimi punti di vista, ma bisogna dire che per essere il primo volume della serie è decisamente sulla buona strada.
Gli elementi per essere una serie degna di nota, come ormai è in tutto il mondo, ci sono tutti: disegni semplici ma diretti, trama altrettanto semplice ma per nulla banale, elementi ed eventi invece totalmente fuori dal normale.
Sotto diversi aspetti Lumberjanes mi ha ricordato opere che adoro come Adventure Time, soprattutto per quella sua ironia semplice e diretta, che sa farti sorridere con pochi elementi, o con situazioni quotidiane che son capitate a tutte almeno una volta nella vita (in un certo senso).
Come Adventure Time, anche Lumberjanes è contraddistinto da scene al limite dell'assurdo, bizzarre quanto basta, ma cariche di ilarità, che riescono ad alternarsi con scene altrettanto cariche di azione, avventura e romanticismo. Questi diversi aspetti riescono a combinarsi ed a amalgamarsi tra loro perfettamente, ed a generare una storia capace di incuriosire e far ridere allo stesso tempo. 
La trama punta senza ombra di dubbio a far ridere il lettore, ma l'autrice riesce allo stesso tempo a creare una storia energica ed avventurosa, fatta di mostri bizzarri e situazioni al limite del paranormale, riuscendo persino ad inserire temi importanti come ad esempio il valore e la forza delle donne. Le nostre giovani eroine infatti, nonostante i caratteri diversi, hanno tutte qualcosa in comune: una gran forza di volontà e uno sconfinato coraggio, che si tramutano in allegria e energia da vendere, che bucano letteralmente le tavole. Allo stesso tempo Noelle riesce a raccontare di un valore ancor più grande, la lealtà, che lega questo pazzo e un po' bizzarro gruppo di ragazze, personificazione vera e propria della parola Amicizia. Ognuna di loro infatti, in modo differenti, rappresentano le diverse sfumature di questo sentimento che ormai, in un epoca social come la nostra, sta perdendo sempre di più importanza.
Oltre alla storia però bisogna valorizzare anche l'edizione e la grafica che incornicia l'opera. Tutto è infatti curato fin nel minimo dettaglio: a partire dai "prologhi" di inizio capitolo, le gallerie riassuntive di fine capitolo, le note iniziali, e la meravigliosa cover gallery finale.
Ma apoteosi del fumetto è ovviamente il disegno. Lo stile di Noelle è semplice e diretto proprio come la trama, ed è impossibile non notare l'influenza di opere come Adventure Time, al quale anche lei ha lavorato. Nonostante si presentino con uno stile per nulla arzigogolato, lontano dalla realtà, accentuato sotto alcuni aspetti e dettagli, e anche un po' deformed, i disegni riescono a catturare l'attenzione del lettore, e a creare una vera e propria dipendenza, proprio come succede con Nimona.
A me lo stile della Stevenson piace da morire, si per l'applicazione del colore, netto persino nelle sfumature, sia per il tratto tondeggiante e un po' spigoloso allo stesso tempo. Uno stile che cambia a seconda della caratterizzazione dei personaggi, cosa non molto semplice!
Questo primo volume mi ha senza dubbio incuriosito e fatto ridere quanto basta, e spinto a leggere quanto prima il secondo volume, soprattutto per sapere cosa accadrà mai alle cinque campeggiatrici più pazze e allegre del mondo del fumetto!


Spero di poter parlare presto del secondo capitolo della serie, ma nel frattempo...
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento