lunedì 17 ottobre 2016

Libri, Letture, e (La) Recensione: Non so chi sei, ma io sono qui di Becky Albertalli

Buon lunedì amici di Everpop! Stamane vi do il benvenuto con un libro che io aspettavo da tempo (che uscisse in Italia), un libro che voglio davvero consigliarvi. Una storia d'amore dolcissima, che è molto più di una storia d'amore, è il turno di Simon Spier.



NON SO CHI SEI, MA IO SONO QUI
di Becky Albertalli
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Simon VS the Homosapiens Agenda


EDITORE: Mondadori

GENERE: Commedia Young Adult

PAGINE: 300pp

PREZZO: 17,00€

USCITA: 04 ott 2016




TRAMA

Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno… a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero. Da un punto sotto lo stomaco parte un formicolio che si diffonde struggente, meraviglioso e quasi insostenibile. Non ho mai avuto una percezione così esatta del battito del mio cuore. Blu e la sua scrittura verticale, e la parola "amore" ripetuta ancora e ancora.


MY POINT OF VIEW
                                                                                 
                                                                

E' sempre un po' difficile parlare di un libro che ci è piaciuto fino in fondo, e con "Non so chi sei, ma io sono qui" è lo stesso. Senza dubbio questo titolo rientra nei migliori YA del 2016, e nella mia personale lista di YA che preferisco. 

Questo titolo è una di quelle rare occasioni in cui le aspettative sono state soddisfate fino in fondo. Con "Simon VS the Homosapiens Agenda" fu amore a prima vista. Mi capitò di vedere una foto della cover su instagram, che mi spinse all'istante a cercare la trama, la quale mi catturò sin da subito, e a farmi desiderare ardentemente l'uscita di questo volume, tanto che ogni volta che mi veniva chiesto da una CE di consigliare un titolo inedito, rispondevo sempre SIMON!

Non è semplice, ma vi dirò perché ho amato questo libro!
In primo luogo perché ho trovato la storia di Simon e Blu sincera e reale, ricca di emozioni, che sa arrivare contemporaneamente dritta al cuore e alla mente. Una storia coraggiosa, una di quelle che nel panorama italiano non viene sempre vista di buon occhio, ma che doveva essere pubblicata, e destinata a diventare un fenomeno mediatico, almeno per quanto riguarda il panorama young adult. Insomma, un volume che vale la pena di possedere con orgoglio in libreria.

Il volume della Albertalli infatti ha la caratteristica di essere alla portata di tutti, non importa quale sia la vostra età o il vostro orientamento sessuale, resterete letteralmente incantati davanti alla storia di Simon e Blu. Con il suo talento l'autrice è riuscita a dar vita ad una storia davvero dolce, capace (a mio parere) di aiutare tutti quei giovani lettori che si trovano nella situazione di Simon, e che come lui vivono la vità come un grande punto interrogativo. "Non so chi sei, ma io sono qui" non è infatti solo un libro che narra di una storia d'amore, ma è una vera e propria finestra sulle realtà quotidiane che ci circondano, una reale finestra sul nostro mondo.

La trama di per se è alquanto semplice, infatti sarà capitati a tutti almeno una volta nella vita di leggere una storia come quella di Simon, innamorato virtualmente di una persona sconosciuta. Fin qui sembra tutto semplice. La cosa si complica però quando Martin, il nerd imbranato della scuola, scova le mail di Simon, e di Blu, il ragazzo misterioso, e minaccia di divulgarle, a meno che Simon no lo aiuti a conquistare il cuore di Abby, una delle più belle e popolari ragazze della scuola.

Per tutta la narrazione del libro due sono gli interrogativi che attanagliano il lettore: Chi è Blu? e Il segreto di Simon sarà alla fine svelato?
La Albertalli riesce però a sviare continuamente il lettore, anche se qualche piccolo indizio inizia a seminarlo sin dai primi capitoli. Nonostante questo però sarà impossibile non dubitare di questo o quel personaggio (pensate che io ad un certo punto ho pensato "e se Blu in realtà è una donna?".

La trama riesce quindi a catturare l'attenzione del lettore, così come ci riescono i protagonisti dell'opera. E' impossibile non innamorarsi di loro, o almeno provare un forte senso di simpatia, perché l'autrice riesce a dar vita ad un cast di personaggi assai interessanti, contraddistinti da scelte, azioni e sentimenti reali (io ad esempio ho adorato la pazza famiglia di Simon).

Ciò che però ho amato sopra ogni cosa è stato l'atteggiamento ed il coraggio di Simon verso la sua vita e la sua omosessualità. Ci viene inizialmente presentato un Simon timoroso e spaventato, dal suo stesso io, un Simon che però cresce con lo scorrere delle pagine, fino a sbocciare e a rivelare il vero se stesso. Ho apprezzato davvero tanto la sincerità e la dolcezza con cui l'autrice ha raccontato questo percorso di vita, che riesce con semplicità a far breccia nel cuore dei lettori.

E poi infine ci sono...Simon e Blu (ancora? SI)! La loro storia d'amore è una delle più tenere e dolci della storia degli YA, oltre che una delle più vere e sincere di sempre.


Forse stavolta ho parlato troppo? O forse no. Nel dubbio vi dico in poche parole che vale davvero la pena leggere questo fantastico romanzo, che ahimè termina troppo in fretta. Lasciatevi catturare da questa fantastica storia d'amore, e magari fate scorta di Oreo, non vi dirò perché, ma so che alla fine mi ringrazierete.
See you soon! -Lewis

6 commenti:

  1. Devo dire che a pelle, già da quando è uscito in lingua, mi ispira poco e niente >.< (sarà colpa della cover? Booooh) però ne sto sentendo parlare così bene che mi è venuta voglia di leggerlo :D
    Sono proprio curiosa di conoscere Simon e di scoprire chi è Blu! Grazie per la bella recensione :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la cover la AMO! Semplice e pulita, molto minimal.
      Ma poi l'interno è tutto un mondo da scoprire! Te lo consiglio davvero con tutto il cuore.
      Grazie a te per essere passata!

      Elimina
  2. Che bella recensione che hai scritto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! E' che questo libro mi ha toccato davvero nel profondo!
      Se non l'hai letto te lo consiglio, è una lettura da fare, soprattutto perché scalda il cuore.

      Elimina
    2. Già messo nella wishlist - che si sta pericolosamente allungando - dei regali di Natale! ;)

      Elimina
  3. In realtà è da un po' che ci ho messo gli occhi di sopra... diciamo che la tua recensione mi ha tolto ogni dubbio!!

    RispondiElimina