venerdì 11 novembre 2016

Liete Novelle: Das UPgrade Volume 2 di Ulf S. Graupner e Sascha Wüstefeld (Recensione)


Buongiorno e buon venerdì amici di Everpop! Stamane come ormai di consueto vi attende una nuova recensione fumettosa! Pronti a fare un salto in un pazzo e bizzarro mondo stracolorato?




Das UPgrade vol. 2
di Ulf S. Graupner e Sascha Wustefeld
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Das UPgrade vol. 2

EDITORE: Bao Publishing

GENERE: Fantascientifico

PAGINE: 96pp

PREZZO: 16,00€

USCITA: 09 nov 2016




TRAMA

Una storia che si svolge su talmente tanti piani temporali che non sappiamo che tempo verbale usare per descriverla! Ronnie viene a patti con il suo inaspettato potere del teletrasporto, che ha capito essere legato all'ascolto di una specifica canzone, mentre l'autore della canzone in questione lo cerca, vent'anni dopo. Confusi? Dovreste vedere in che condizioni è il tizio che in mezzo a questa trama stava solo cercando di consegnare una pizza! Un enigmatico, buffo, intricatissimo secondo capitolo dal duo di autori più famoso della Germania.

PSICHEDELICO. Il termine giusto per riassumere questo secondo volume è appunto questo, sia per la complessità della trama, sia per lo stile dei disegni, che ricordano molto un viaggio psichedelico all'interno della propria testa.
Resto fermo su determinati giudizi dati al volume precedente (di cui potete leggere la recensione QUI, ma su altri devo ricredermi. La volta scorsa mi sentivo in contrasto, non sapendo dare un giudizio vero e proprio, soprattutto per quanto riguarda la trama, che anche stavolta rimane intricata e frammentata. Stavolta però dopo aver piazzato qualche nuovo frammento di storia qua e là, la trama è risultata meno ostica, nonostante però risulta sempre ingarbugliata per i continui salti da un'epoca ad un'altra. Ma a questo punto credo che quella sia l'idea di base dei due autori: confondere e spiazzare il lettore, permettendogli però di divertirsi all'occorrenza (il personaggio di Jimi ne è in un certo senso l'esempio). 
Vi state chiedendo se stavolta c'ho capito qualcosa della trama? Be' stavolta in realtà sono riuscito a mettere in ordine diversi pezzi, soprattutto per quanto riguarda il passato di Ronny, e la misteriosa storia che ruota tutt'attorno alla signorina Bellmann . La storia di Ronny, alternata tra passato e futuro, mi ha coinvolto di più, permettendomi di capire un tantino in più il Ronny adulto, ridottosi ad un rifiuto umano...ma almeno ora so perché è così! Vera rivelazione, ma nemmeno tanto eclatante, si è rivelata essere la signorina Bellmann: un personaggio misterioso ed enigmatico, che cattura l'attenzione del lettore proprio grazie a quella sua misteriosa aria da super cattiva. In questo volume ha senza dubbio rubato il ruolo di protagonista sia a Ronny che a Cosmo, che stavolta ha semplicemente interpretato il ruolo di spalla.
A conclusione di questo secondo volume, ho pensato che forse di questa "confusione" generata dalla lettura dell'opera frammentata, sia insita nella volontà degli autori di permettere al lettore di scoprire i personaggi di volta in volta, a piccole dosi, così da poterne apprezzare di più le personalità ed i background, ma soprattutto per spingere il lettore e a rileggere i volumi precedenti, per poi ricostruire alla fine in vero e proprio quadro generale. Credo che questa possa essere un'idea geniale.
Anche stavolta i disegni mi hanno lasciato a bocca aperta, sia per il tratto e lo stile, ma soprattutto per le tecniche di colorazione, che mediante l'uso di sapienti giochi di luce riescono a dar vita a meravigliose tavole...psichedeliche. Permane il tratto in stile Disney che contraddistingue serie come "La famiglia Proud", e lo stile "a cartone animato", che fa rassomigliare l'opera ad una sorta di collezione di fotogrammi pronti per essere animati.
Le tavole finali poi, nelle quali sono raccolti gli schizzi, sono vere e proprie tavole esilaranti, soprattutto per quanto riguarda i commenti ai disegni.
Concludo con il pensiero della scorsa recensione, e cioè che questo fumetto ha tutte le carte in regola per diventare una serie intrigante, e magari finire sul piccolo o grande schermo.


Per questo venerdì è tutto prodi e psichedelici Evereaders! 
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento