venerdì 9 dicembre 2016

Recensioni per Pulcini: Un bambino chiamato Natale di Matt Haig


Buongiorno miei magici amici di Everpop! Quest'anno parliamo di un libro per ragazzi, che anche gli adulti dovrebbero leggere. Un libro che sa scaldarti il cuore, ma anche lanciarti all'avventura! Correte a conoscere Babbo Natale!



UN BAMBINO CHIAMATO NATALE
di Matt Haig
                                                                                           

TITOLO ORIGINALEA boy called Christmas

EDITORE: Salani

GENERE: Narrativa Natalizia per Ragazzi

PAGINE: 270pp

PREZZO: 14,90€

USCITA: 3 nov 2016




TRAMA

Adesso lo sanno tutti chi è Babbo Natale. Ma c'è stato un tempo in cui, anche se sembra incredibile, non lo conosceva proprio nessuno. È stato quando era solo un ragazzino di nome Nikolas, che viveva nella seconda casa più piccola di tutta la Finlandia, con un padre che faceva il taglialegna, una zia che aveva un brutto carattere e una bambola-rapa, che poi è misteriosamente scomparsa. Questa è la sua storia vera, un'avventura piena di neve, rapimenti, renne scontrose, topi sognatori, e poi ancora neve, elfi, troll, sempre neve, di nuovo neve e magia, tanta magia. La magia, se ci si crede, non tradisce mai! Da uno dei più amati autori inglesi contemporanei, una storia per tutti quelli che credono a Babbo Natale.

MY POINT OF VIEW
                                                                               
                                                            
 
La storia di Babbo Natale come non l'avete mai vista, ne letta.
Una storia magica e fata, carica di bontà e gentilezza, ma soprattutto ricca d'avventura!
La storia di Babbo Natale, del piccolo e giovane Nikolas, raccontata da Matt Haig è una storia diversa dalle solite, sia per la carica avventurosa che possiede questo libro, sia perché stavolta al centro dell'attenzione non c'è solo il giovane che diventerà Babbo Natale, ma anche gli elfi, destinati a diventare suoi aiutanti. L'autore si concentra infatti sulla popolazione elfica, e racconta una storia che fino ad ora mai nessuno aveva raccontato in questo modo: carica si di dolcezza, quella smisurata che possiedono questi esserini dalle orecchie a punta, ma anche carica di paura e risentimento, sentimenti inaspettati per questo popolo magico.
Magico. Magia! Ecco un altro punto forte di questo romanzo, la magia! Si sa, la magia riesce sempre a risolvere le situazioni, a volte a complicarle certo, ma in questo caso racconto persino la magia possiede una carica in più. L'autore ci racconta degli Strasogni i magici poteri degli elfi, capaci di aiutare coloro che possiedono un animo gentile e dolce, una magia che sarà molto d'aiuto a Nikolas (e capirete da soli perché).
Ma parliamo della trama. 
La storia narra appunto la crescita del giovane Nikolas, destinato a diventare l'inimitabile Babbo Natale, e del suo viaggio verso il paese degli elfi alla ricerca del padre scomparso. In sua compagnia Nikolas avrà il topolino ghiotto Miika, altrettanto coraggioso e volenteroso, e la renna Lampo (quella che diventerà una delle magiche renne trainanti la slitta del Babbo). Nonostante il lungo cammino, il freddo e la fame, Nikolas riuscirà ad arrivare a Elfhelm, il villaggio degli elfi nell'Estremo Nord, ma non tutto si presenta davvero come il nostro piccolo eroe si aspettava (ma questo sta a voi scoprirlo).
Con estrema dolcezza, tenerezza, ed un pizzico di azione, Matt Haig riesce a creare una storia nuova, per un personaggio ormai conosciutissimo, di cui si è straparlato durante tutti questi millenni! Un personaggio che in questo volumetto appare si buono di cuore, ma anche tanto tanto coraggioso.
Bello per la sua storia, ma anche per la sua edizione, curata fin nel minimo dettaglio dalla Salani, che ha saputo adattare perfettamente la versione originale, conservando la tenera copertina, e le dolcissime illustrazioni all'interno del libro.


Insomma, è questo un libro destinato a diventare un natalizio racconto della buonanotte, un romanzo indimenticabile per la narrativa natalizia per ragazzi. Dovete solo farlo vostro!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento