venerdì 20 gennaio 2017

Libri, Letture, e (La) Recensione: Il futuro è il posto migliore di Barack Obama


Oggi, 20 gennaio 2017, con l'arrivo del Presidente Trump alla Casa Bianca, non potevo esimermi dal dedicare un post tutto sul 44° presidente degli USA, un uomo che ha contribuito alla crescita e all'evoluzione di una nazione. Un uomo che non è stato presidente solo per i cittadini americani, ma bensì per il mondo intero, riuscendo ad essere sempre un punto fisso, un personaggio a cui ispirarsi, e son certo che continuerà ad esserlo anche da oggi in poi!


IL FUTURO E' IL POSTO MIGLIORE
di Barack Obama
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE

EDITORE: Rizzoli Etas

GENERE: Saggio/Biografia

PAGINE: 247pp

PREZZO: 17,00€

USCITA: 12 gen 2017




TRAMA

Il 9 novembre 2016 Donald J. Trump è stato eletto Presidente degli Stati Uniti d’America e si è chiusa l’era di Barack Obama che da gennaio 2017, dopo due mandati, è ufficialmente “in pensione”. Hillary Clinton, la candidata democratica della continuità, da lui appoggiata e sostenuta, non ha saputo rinnovare negli elettori quell’entusiasmo che lo aveva portato al trionfo nel 2008, e poi ancora nel 2012. La sconfitta è stata uno shock per molti, e lui per primo non ha nascosto la sua delusione. Ma cosa accadrà ora? Di certo, il primo afroamericano a raggiungere la carica presidenziale, l’uomo che più di ogni altro ha influenzato la politica mondiale dell’ultimo decennio non scomparirà nel nulla, ma continuerà a perseguire il suo progetto e la sua visione del futuro: dai diritti civili all’economia, dalla tutela delle minoranze all’affermazione degli Stati Uniti come potenza di riferimento nel pianeta. Ma soprattutto, come ha avuto modo di ribadire nei suoi numerosi interventi dopo le elezioni, continuerà a spronare giovani e meno giovani a impegnarsi per migliorare il mondo, rinnovando il suo messaggio di ottimismo e perseveranza. In questo libro in occasione dell’ini- zio della sua “nuova vita” sono raccolti dalla sua viva voce i principali contri- buti del suo percorso e un invito a tutti gli sconfitti a non mollare. Perché “ora è il tempo migliore per essere vivi”.

MY POINT OF VIEW

Che Barack Obama fosse un gran padre, un gran marito, un grande presidente, ma soprattutto un gran uomo, questo era un fatto risaputo, da tutti ormai. Rileggere però attraverso le sue stesse parole, raccolte in questo piccolo ma immenso volume, mi ha permesso di cogliere diverse sfumature che in questi anni di presidenza mi erano sfuggite. In "Il futuro è il posto migliore" il 44° presidente degli Stati Uniti d'America riesce a raccontarsi con semplicità, senza ricorrere a biografie e racconti, ma semplicemente attraverso le sue stesse parole, i suoi "aforismi" (passatemi il termine), i suoi discorsi. 
Potrebbero sì sembrare discorsi predefiniti, fatti di parole ben studiate, ma ad un'attenta lettura risultano invece frasi importanti, a volte intramontabili, da custodire e (in alcuni casi) mettere in pratica. A volte appaiono come consigli, altre invece come incoraggiamenti, volti a spronare il popolo americano (e non), così da poter tirare fuori il massimo da ognuno di noi. Altre volte ancora le sue frasi appaiono come dei veri e proprio slogan, a sostegno di tutti quelli che, al momento adatto, ne hanno bisogno. E bisogna dirlo, il presidente Obama sapeva sempre trovare la parola giusta al momento giusto, con il tono adatto, che molte volte sembra essere quello di un amico, o un familiare.
Non ho mai avuto modo di conoscerlo dal vivo, quindi potrei dire baggianate, però ogni volta che ho letto una dei suoi discorsi, dei suoi incoraggiamenti, mi è sembrato quasi come essere a casa, in compagnia di una persona fidata.
I temi trattati sono svariati, forse infiniti, e racchiuderli tutti in un solo libro sarebbe impossibile, ma "Il futuro è il posto migliore" riesce a riassumere una personalità così grande e immensa, ed le tematiche che questa personalità di spicco ha da sempre abbracciato, con incredibile precisione: si parla di disuguaglianza, di religione, di guerra, di pace, di collaborazione, di empatia! Vengono inoltre trattate tematiche e valori importanti, come quello del lavoro, o quello della donna, o ancora quello dell'istruzione, ma anche tematiche molto vive ed attuali come i diritti dei gay, ma soprattutto viene sottolineata la lotta contro la diversità, che continua ahimè ancora ad esistere senza alcun motivo.
Il volume di cui parliamo oggi si suddivide in vari capitoli: la prefazione iniziali di Walter Veltroni, che riesce a esprimere appieno l'essenza di questo grande uomo, e delle sue grandi imprese; i suoi "aforismi", i suoi discorsi, le citazioni, le esortazioni, ogni profonda parola detta durante i sue due mandati, ognuna delle quali con la capacità di arrivare dritto al cuore; la sua vita in breve, ripercorsa attraverso gli eventi fondamentali, anno dopo anno, fino ad oggi; ed infine le fonti, un attento elenco utile per risalire alle fonti principali.
So di non essere un vero e proprio amante dei saggi, un genere che molte volte mi spaventa, ma sin dalla prima volta che ho visto la copertina di questo libro sono rimasto affascinato, sia perché conteneva in esso svariate informazioni riguardanti un personaggio ormai alla fine del suo mandato presidenziale, sia perché ero curioso di scoprire quanto ancora non sapessi di questo personaggio.

Nessun commento:

Posta un commento