mercoledì 29 marzo 2017

COMIC(ON)OFF 2017: Tutto quello che c'è da sapere su Eventi e Mostre


Si è conclusa solo poche ore fa la conferenza dedicata al palinsesto e programma del COMIC(ON)OFF, presso il palazzo dell'Ordine dei Giornalisti di Napoli, nella quali sono state spiegate a grandi linee le varie appendici che anche quest'anno la kermesse del fumetto napoletano sguinzaglierà in tutto il territorio campano. Di seguito gli eventi:


L'altra faccia della fiera, il Comic(on)off, che ormai da anni si occupa delle principali mostre ed eventi legati alla fiera del fumetto napoletana, quest'anno ha ancora da offrire molto di più rispetto agli anni passati. Si parte con il PAN - Palazzo delle Arti di Napoli, che dall'8 Aprile ospiterà un'affascinante mostra, completamente gratuita, in collaborazione on l'Assessorato alla Cultura, volta a celebrare il 40° anniversario di quello che è stato definito l'anno della contestazione. La mostra, '77 Anno Cannibale, ripercorrerà l'opera di protagonisti come: Tanino Liberatore, Massimo Mattioli, Andrea Pazienza, Filippo Scòzzari e Stefano Tamburini. Il programma prevede tanti incontri e dibattiti, e molti altri eventi, tra cui l'inaugurazione del Festival il 27 aprile. La mostra, che si avvale del patrocinio della RAI, dell'AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) e dell'Istituto Universitario L'Orientale, verrà inaugurata l'8 Aprile alle ore 12.00, durante la quale sarà presentato anche il catalogo "'77 Anno Cannibale" della Comicon Edizioni.

‘77 ANNO CANNIBALE
Pan Palazzo delle Arti Napoli 8 aprile / 14 maggio 
Mostra gratuita, eventi e incontri, dedicati ai 40 anni della rivista Cannibale. Un omaggio agli autori come Andrea Pazienza, Filippo Scòzzari, Tanino Liberatore, Stefano Tamburini e Massimo Mattioli, protagonisti del fumetto nazionale ed internazionale nel 1977. Realizzata in collaborazione con il Comune di Napoli Assessorato alla Cultura e patrocinata da Rai, Rai Teche, AAMOD Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Università degli studi di Napoli L’Orientale. La mostra, inserita nel programma ufficiale di Napoli COMICON, verrà inaugurata l’8 aprile alle ore 12.30 alla presenza delle Istituzioni e ospiterà l’inaugurazione del festival giovedì 27 aprile dalle ore 19.00.

Ormai è risaputo che il Comicon raggiunge ogni sorta di istituzione, e anche gli Istituti di Cultura Straniera ne vengono quindi toccati in qualche modo:

Dal 27 Marzo, è inoltre possibile ammirare, proprio presso l'Ordine dei Giornalisti di Napoli, una mostra tutta dedicata all'editore BeccoGiallo, chiamata Uccellacci!. Una raccolta di tavole da non perdere, che soggiorneranno lì per 365 giorni.

UCCELLACCI! - Omaggio a BeccoGiallo edizioni 
Ordine dei giornalisti - dal 27 marzo
Dal 27 marzo, il COMIC(ON)OFF realizza un piccolo omaggio alla casa editrice BeccoGiallo, attiva ormai da più di dieci anni nel mondo del fumetto con la pubblicazione di tantissime graphic novels tra impegno civile e graphic journalism. In mostra le tavole tratte dai titoli più noti, da Piazza Fontana e Piazza della Loggia, a Etenesh, dalle storie di Ilaria Alpi e Peppino Impastato a quelle legate al caso Thyssenkrup e al terremoto dell’Aquila. La collaborazione tra Ordine dei Giornalisti e COMICON si conferma anche quest'anno con il corso di formazione per giornalisti che si svolgerà all'interno del Festival, venerdì 28 aprile sul tema Cinema e Giornalismo. Il corso sarà coordinato da Marcella Cerciello e vedrà la presenza del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Ottavio Lucarelli, del Direttore di Napoli COMICON Claudio Curcio, di Federico Zaghis e Guido Ostanel per BeccoGiallo, Cjai Rocchi e Matteo Demonte autori del documentario Uccellacci! 10 anni di BecchiGialli. Durante il corso verrà proiettato il documentario che, per la prima volta, ricostruisce la storia del giornalismo a fumetti in Italia testimoniando un unico caso editoriale nostrano specializzato in fumetto di realtà. Niente supereroi, niente cowboy, niente alieni, niente zombie e niente vampiri... solo Graphic Journalism! Dai circuiti delle auto produzioni e del fumetto underground fino alle luci della ribalta del giornalismo a fumetti: le inchieste, la cronaca, le stragi, le biografie di personaggi storici. Il fumetto perde le sue caratteristiche di intrattenimento e si occupa di cose serie, racconta la realtà e diventa un prezioso strumento d’impegno civile.

Grazie al Goethe-Institut sin da oggi, presso Palazzo Sessa, sarà possibile, fino al 30 Giugno, ammirare la mostra tutta dedicata a Katharina Greve, e alla sua ultima opera digitale Il grattacielo, un racconto a fumetti che l'autrice ha svelato giorno dopo giorno su internet, mostrando di volta in volta i vari piani e ciò che più li caratterizza. L'autrice sarà presente anche in fiera.

Katharina Greve: l’Arte Comica 
Goethe-Institut 27 marzo / 30 giugno 2017 
Ospite con una mostra dedicata al suo lavoro di illustratrice, Katharina Greve arriva a Napoli grazie al supporto del Goethe-Institut, sempre sostenitore e promotore di artisti tedeschi emergenti. Architetta di formazione, artista e designer, la Greve espone a Napoli i suoi lavori da fumettista realizzati negli anni duemila prima del grande successo di critica e di pubblico ottenuto con il suo webcomic Das Hochhaus (trad. Il grattacielo), vincitore del premio Max und Moritz allo scorso Salone Internazionale del Fumetto di Erlangen. Ogni martedì “metaforicamente” arrivano gli operai ed è così che il grattacielo, creato sul web dalla fumettista berlinese, cresce di un nuovo piano e con esso, un nuovo episodio in cui l'autrice riflette su temi personali e socio-politici. Il progetto è in presentazione a Napoli COMICON e si concluderà nell’autunno 2017. Si evidenzia con forza la caratteristica già presente nelle pubblicazioni precedentemente esposte a Palazzo Sessa: la capacità di combinare e unire l'immediatezza fresca delle vignette con il ricco potenziale di una narrazione più lunga e complessa tipica del graphic novel. In esposizione i lavori dell’autrice, come Un uomo va al soffitto del 2009, Patchwork del 2011 e Hotel Hades del 2013, dove, come nei numerosi lavori di satira, la Greve gioca con la sua formazione di architetto. Si noterà un tipico tratto chiaro e ridottissimo nei particolari che si è fortemente affinato negli anni; un umorismo secco e di grande empatia con cui da sempre la Greve racconta la forza e le debolezze umane, le paure e le speranze, costruendo architettonicamente trame complesse e ricche.

Passando al versante francese. L'Istituto Francese ospiterà, dal 5 aprile al 10 maggio. una mostra dedicata a Gilles Roussel, più noto con il nome d'arte di Boulet, anche lui ospite in fiera. La collaborazione dell'Istituto Francese non si ferma però qui, infatti ha supportato la realizzazione della piece teatrale Un amore esemplare (Un amour exemplaire), con Daniel Pennac e Florance Cestac, presso il Teatro Bellini, il 29 e 30 aprile. 

Omaggio a Boulet 
Institut Français de Naples / Sala Noir et Blanc - 5 aprile / 10 maggio 2017
Un piccolo ma interessante omaggio a uno degli autori transalpini più in voga nel nostro periodo, figura di spicco anche legata al Web, per la sua attività di blogger, e quindi pienamente in tema con Napoli COMICON 2017. Pubblicato in Italia da Bao Publishing, all'Istituto di Cultura di Lingua Francese nella città partenopea potremo ammirare le sue vignette taglienti e anche autobiografiche con cui Gilles Roussel, vero nome dell'autore, ha spopolato in rete. Storie molto personali, divertenti, a volte spaventose; irriverenti ricordi d’infanzia e surreali riflessioni. Storie pubblicate nel famosissimo blog bouletcorp.com, ma non solo. In mostra saranno esposti disegni e illustrazioni di animali, dinosauri, di personaggi famosi o serie televisive, illustrazioni realizzate per libri di Neil Gaiman e Zach Weinersmith fino ad alcuni ultimissimi inediti disegni tratti dalla serie Infinity 8 in pubblicazione nel 2018 in Francia. Grazie alla collaborazione di Bao Publishing, Appunti di vita sarà consultabile in mostra per avere una più ampia visione di tutta l’esperienza dell’artista vissuta in rete. L’Istituto Francese di Napoli conferma la volontà di promuovere la Nona Arte ospitando anche autori di fama internazionale del calibro di Daniel Pennac e Florence Cestac, protagonisti dello spettacolo Un Amore esemplare in scena al Teatro Bellini durante i giorni del Salone.

La Spagna, tramite l'Istituto Cercantes, propone invece una mostra dedicata all'autore spagnolo MAX e al suo libro Conversazioni di ombre nella villa dei papiri, edito in Italia da COMION Edizioni, in co-edizione con l'Istituto di Studi Baleari di Palma de Mallorca.

Conversazioni con MAX
MAV Museo Archeologico Virtuale (Ercolano) 28 aprile / 31 maggio 2017
In collaborazione con: Instituto Cervantes Napoles / Università degli Studi di Napoli L’Orientale / Istituto di Studi Baleari Palma di Mallorca Napoli COMICON e MAV, ospitano per il mese di maggio Francesc Capdevila, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Max, artista spagnolo che lavora dagli anni settanta nel campo dell'illustrazione, del disegno e del fumetto, creatore di personaggi popolarissimi come Gustavo, Peter Pank e Bardin, recentemente pubblicato anche in Italia. Con il suo stile chiaro e il tratto umoristico e surreale, MAX è il protagonista di una mostra a pochi passi dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum. All'interno dello spazio museale del MAV, centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia, sarà così possibile immergersi nel fumetto spagnolo. Un percorso virtuale e interattivo attende i visitatori per godere delle straordinarie tavole tratte da Conversazioni di ombre nella Villa dei Papiri, volume edito in Italia da COMICON Edizioni. Max, con tratto bellissimo e assoluta precisione, fa rivivere, l’emozione delle ultime conversazioni tenutesi nella Villa dei Papiri pochi istanti prima dell'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., ispirandosi alle grandi riflessioni sul senso della vita e della felicità dei testi di Epicuro. COMICON Edizioni pubblicherà in italiano il fumetto grazie al sostegno dell’Istituto di Studi Baleari.

Comic(on)off è Istituti, ma è anche musei. Le mostre quest'anno toccheranno sempre più punti.

Il MANN Museo Archeologico di Napoli ospiterà la mostra Cyborg Invasion, una rivisitazione delle opere contenute nel museo in chiave futuristica, in collaborazione con la Scuola Italiana di Comix, una sorta di viaggio tra antico e hi-tech che ai piani alti del museo sperano di poter ospitare per molto più tempo.

Spostiamoci nella Serra del Museo Pignatelli, all'interno della quale sarà possibile ammirare la mostra, in collaborazione con l'Associazione Amici di CapodimonteVicoli e Veicoli - Gli impraticabili sentieri, ad opera di Bruno Agolini

Vicoli e veicoli. Gli impraticabili sentieri di Bruno Agolini
Villa Pignatelli/ Serra del Museo Pignatelli - 29 aprile / 28 maggio
Il disegno, il fumetto e la creatività interpretati come motore per la fantasia. Il Museo delle carrozze, in collaborazione con gli Amici di Capodimonte, diventa lo spunto per Bruno Agolini, nato in Scozia ed attivo tra Napoli e l’alta Savoia, per esporre un’inedita serie di disegni colorati vivacemente a china. Un particolare viaggio personale, che ha nella galleria dei calessi il punto di partenza e la tappa conclusiva nel regno libero dell’inutile, dove il peso svapora e si dilegua, a dimostrazione delle infinite possibilità narrative offerte dal museo e dai suoi spazi nascosti.

Oltre al Teatro Bellini, sarà toccato anche il Teatro San Carlo, che il 7 Aprile, alle ore 18.00, ospiterà Maurizio de Giovanni, ed il suo nuovo fumetto Il commissario Ricciardi a fumetti, per Sergio Bonelli Editore. Durante l'evento sarà possibile ammirare le tavole originali della serie, ed inoltre una mostra curata dalla Scuola Italiana di Comix, visitabile anche in fiera durante i quattro giorni aperti al pubblico.

Il commissario Ricciardi a fumetti di Maurizio de Giovanni
Teatro San Carlo - 7 aprile h. 18.00
In attesa del debutto in edicola il prossimo autunno, l’albo zero della nuova serie verrà presentato in anteprima. Ci sono personaggi immaginari i cui contorni si fanno, storia dopo storia, sempre più reali. A tal punto da trasformarsi in contorni disegnati a matita che diventano protagonisti di una serie a fumetti. Re-immaginare in questa forma nuova le vicende del Commissario Ricciardi, ideate e scritte da Maurizio de Giovanni, è stata una sfida entusiasmante per Sergio Bonelli Editore che presenterà in anteprima la serie Il commissario Ricciardi a fumetti con una mostra di tavole progettata in collaborazione con la Scuola Italiana di Comix. Per l’occasione è stato pubblicato uno speciale numero zero di 32 pagine a tiratura limitata, distribuito gratuitamente proprio la sera dell’evento al Teatro San Carlo fino a esaurimento copie. Incontro a ingresso gratuito.

Rientra nella rassegna il festival autogestito e autorganizzato promosso dalla rete Scacco Matto, con sede presso lo Scugnizzo Liberato, dedicato al fumetto, agli autori e ai produttori underground e d'avanguardia: UE' - Undergound Eccetera festival del mediterraneo del fumetto indipendente e delle autoproduzioni a stampa. Un festival all'interno del quale stanno confluendo sempre più autori indipendenti da Napoli in giù, ma anche molti autori stranieri. L'evento, incentrato sul rinnovamento dell'editoria e delle narrazioni che intersecano il mondo del fumetto si terrà dal 27 al 29 aprile.

UÈ – UNDERGROUND ECCETERA
Scugnizzo liberato - dal 27 al 29 aprile
UÈ è un festival autogestito e autorganizzato, realizzato da autori e produttori underground e d’avanguardia. Nasce a Napoli dalla convinzione che la rete di festival indipendenti, che in Italia sta producendo da qualche anno eventi di grande risposta e condivisione, debba trovare anche nel territorio partenopeo un appuntamento importante capace di incontrare il pubblico di appassionati più vasto e variegato. La relazione tra UÈ e COMIC(ON)OFF è fondata sullo scambio reciproco di pensieri, storie e modi di vedere l’editoria a fumetti. Il festival, infatti, si pone in rapporto di dialogo e di collaborazione con il Festival. L’intenzione di UÈ è quella di gettare luce sul mondo dell’auto-produzione e, più in generale, della produzione indipendente. È forte e fondativo il rapporto con gli altri festival della rete indipendente: in primo luogo il Crack fumetti dirompenti festival di Roma e il Ca.Co.FEST di Bari, promotori con NaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival del progetto. Il festival è ospitato e prodotto dalla rete Scacco Matto che risiede nello Scugnizzo Liberato di Napoli, poderoso centro di socialità e proposta mutualistica nel cuore della città, e in particolare dal collettivo NaDir che sta costruendo un’alternativa dal basso, indipendente e cooperativistica di proposta culturale.

Le partnership di Napoli Comicon sono ormai moltissime, e tra le più affezionate rientra quella con il Napoli Bike Festival. Dal 20 Aprile sarà possibile ammirare, presso la Bicycle House della Galleria Principe, alcune sagome di Paperino paperotto in bici, che faranno da apripista ad una vera e propria mostra espositiva che si terrà dal 12 al 14 maggio. 


Paperino Paperotto in bici
Bicycle House - dal 20 aprile
In vista dell’esposizione in programma per il prossimo Napoli Bike Festival dal 12 al 14 maggio, la Bicycle House nella Galleria Principe, ospita un’anteprima della mostra Paperino paperotto in bicicletta (Panini Comics - Disney). Chi Sogna Pedala è il tema del Napoli Bike Festival 2017, un filo rosso che lega sogno e bici. I sogni prendono forma attraverso le pedalate. Pedalare insieme significa rafforzare i propri sogni, metterli in comune, realizzarli, alimentare la creatività, trovare nuove soluzioni, innovare. Anche i fumetti aiutano a sognare: stimolano la fantasia e aiutano spesso a dar forma a pensieri e desideri nascosti. Si consolida così sempre più la collaborazione tra i festival napoletani, moltiplicando le occasioni per poter condividere esperienze, passioni e tanto divertimento. La sera del 28 aprile sarà possibile trascorrere piacevoli momenti tra musica, buon vino, biciclette e fumetti!

La nuovissima Bibilibreria ospiterà Cristina Portolano con disegni dal vivo e letture il 24 aprile dalle 17.00, ad un anno dall’uscita del suo Quasi signorina (Topipittori), che narra della sua infanzia a Napoli.

Quasi signorina di Cristina Portolano
Bibilibreria - 24 aprile h. 17.00
Cristina Portolano nasce a Napoli. È la fine degli anni ottanta e fra camorra, terremoti e incidenti in centrali nucleari, la vita sembra piuttosto complicata. Ma se sei vispa e creativa, c’è una soluzione per tutto: leggere gli adorati fumetti, disegnare, imparare l’autodifesa da tuo fratello grande, chiacchierare dei tuoi guai con Diego Armando Maradona e scrivere e ricevere lettere dalla Barbie. Tutte cose utilissime per crescere con un’idea personale delle cose e imparare a dire di no ai vestitini che pungono, alle ingiustizie, alle ipocrisie degli adulti, alle idee stupide sulle bambine, come quella che se sei femmina sei una bella bambolina nata per soffrire. Dopo quasi un anno dal suo lancio allo scorso Napoli COMICON, Cristina torna per incontrare il pubblico nel centro storico di Napoli. Proiezioni, disegni dal vivo, chiacchiere e un po’ di vino!

Il Fuori Orario, libreria di Bagnoli, ospita una mostra dedicata a C’è un mostro nel bosco! (Lavieri ed.) ultimo lavoro di Andrea Scoppetta, che incontrerà il pubblico il 9 aprile.

C’è un mostro nel bosco!
Il Fuori Orario - 9 aprile h. 18.00
Il Fuori Orario, piccola ma attivissima libreria di Bagnoli, ospita dal 9 aprile al 2 maggio una mostra dedicata alle illustrazioni di Andrea Scoppetta per il libro scritto da Paola Savinelli C’è un mostro nel bosco! edito da Lavieri Edizioni. Un felice incontro, quello tra i due autori, che ha dato alla luce un libro indirizzato ai più piccoli ma adatto anche agli adulti. Semplice ma raffinato allo stesso tempo, verrà presentato con Andrea Scoppetta durante un Aperitivo Tabù!

Il Perditempo, interessante e attiva libreria del centro storico ospita il 1° maggio, Lucia Biagi e la presentazione del suo libro edito da Eris Edizioni Misdirection.

Misdirection di Lucia Biagi
Il Perditempo - 1 maggio h. 21.30
Vi aspettiamo a Il Perditempo per discutere con Lucia Biagi del suo ultimo lavoro edito da Eris Edizioni e presentato al Napoli COMICON, Misdirection. Misdirection è l’arte di distogliere l’attenzione e rendere possibile un trucco di magia, ingannando i sensi e la mente. Misdirection è Federica d’estate in montagna coi nonni, senza preoccupazioni, che gioca col suo smartphone, registra il suo diario vocale e non ha voglia di pensare al liceo che sceglierà a settembre. Le uscite con Noemi, l’amica più grande che la porta di nascosto in discoteca e la fa sentire speciale quando le confida i suoi segreti. Ma dopo una nottata passata a ballare, Noemi non le risponde al cellulare. Dovevano incontrarsi, ma l’amica non è dove dovrebbe essere, lì c’è solo il suo smartphone e Federica non può fare a meno di preoccuparsi. Misdirection è una ragazza che non si trova da nessuna parte, a cui potrebbe essere successo qualcosa, anche se sembra non importi a nessuno. Misdirection è la mancanza di lucidità che si può avere a tredici anni, la storia di una ragazzina che vuole solo sapere che fine ha fatto la sua amica, e quando l’avrà trovata, spera con tutte le sue forze, a quel punto andrà tutto bene.

Evaluna ospita fino al 5 maggio una mostra dal titolo Quello che le donne (non)dicono, illustrazioni di artiste donne che aiutano a riflettere sugli stereotipi e l’utilizzo dell’immagine del corpo femminile.

Quello che le donne (non) dicono
Evaluna - 24 marzo / 5 maggio
In mostra da Evaluna le illustrazioni di Roberta Bordone, Monica Hernandez, Rosaria Iorio e Marilina Ricciardi. Attraverso le loro illustrazioni ci portano, in modo anomalo e trasgressivo, a riflettere sugli stereotipi e l’utilizzo dell’immagine del corpo della donna. Aperta ogni giorno dalle 18.00 alle 24.00, la mostra si inserisce nel programma Marzo Donna 2017 del Comune di Napoli.

Passiamo a qualcosa di personalmente vicino. ALT! Associazione lettori torresi (praticamente a 15 minuti da casa mia), il 15 aprile presenta presso l'Alastor di Caserta, SMOG #2, il secondo episodio della saga a fumetti ad opera di Mario Lucio Falcone, con tanto di mostra di tavole originali. Sempre grazie ad ALT!, il 4 maggio al Cafè Street 45 di Torre del Greco, sarà presentata Anna Magnani, storia scritta a quattro mani da Rachele Morris e Marcella Onzo, con mostra, live painting e dj set.

Smog #2
Alastor Caserta - 15 Aprile h. 18.00
ALT! Associazione Lettori Torresi presenta Smog #2, secondo episodio della serie a fumetti creata da Mario Lucio Falcone. Dopo lo scontro di New City, il mefitico piano di Smog - alias Frank di Cerimonia, politico corrotto di giorno e antieroe di notte - prende corpo. Un affare concluso nel deserto ed una stretta di mano nei palazzi di potere porteranno ad una serie di eventi che si concluderanno in un finale drammatico in pieno mare aperto. Bentornati a Balòrdia, gente!


Anna Magnani
Cafè Street 45 Torre del Greco - 4 maggio dalle 21.30
ALT! Associazione lettori torresi, attiva dal 2013 alle falde del Vesuvio, presenta Anna Magnani biografia dell’amata attrice romana scritta a quattro mani da Rachele Morris e Marcella Onzo, edita da BeccoGiallo. Una mostra di tavole originali sarà l’omaggio alle due autrici, giovani ma dal talento eccezionale. Rachele Morris e Marcella Onzo, presenti all’incontro, realizzeranno un live painting sulle note di un dj set per tutta la serata.

Partner assai saldo è ormai laFeltrinelli Libri e Musica, che nella sede di Piazza dei Martiri ospiterà ben due mostre tutte al femminile: da un lato troveremo Sarah Anderrsen, dal 3 al 20 aprile (giorno in cui sarà possibile ospitare l'autrice), con le tavole del suo Grosso Morbidoso Bozzolo, e dall'altro una mostra tutta dedicata a BARBARELLA di Jean-Claude Forest, un fumetto da poco ripubblicato da COMICON Edizioni, che prenderà il posto della Andersen, dal 21 aprile al 2 maggio.

Un mese a fumetti! 
laFeltrinelli Libri e Musica 
Sarah Andersen/ Un grosso morbidoso bozzolo felice - 3 / 20 aprile
BeccoGiallo e Napoli COMICON riportano in Italia Sarah Andersen e il suo Gli scarabocchi di Sarah. In presentazione le nuove strisce di uno dei fenomeni del web con i suoi 3 milioni di followers all'attivo! Le esilaranti vicende del personaggio creato da Sarah Andersen saranno in mostra nella sala espositiva de laFeltrinelli di Piazza dei Martiri in occasione dell'uscita del secondo volume dedicato al blog dell’autrice. Le nuove storie raccontano, con humor e delicata ironia femminile, la vita quotidiana di una ragazza alle prese con il mondo degli adulti. La giovane newyorkese arriva a Napoli il 20 aprile per firmare le copie del suo libro ai tanti fans che la potranno incontrare alle 18:00 presso laFeltrinelli Libri e Musica. 


BARBARELLA
laFeltrinelli Libri e Musica - 21 aprile / 2 maggio
Dal 21 aprile al 2 maggio potrete ammirare le tavole di un cult della storia mondiale del fumetto, pubblicato da COMICON Edizioni in versione integrale per la collana I Fondamentali. Icona intramontabile di bellezza, protofemminista, viaggiatrice intergalattica, protagonista dell'immaginario erotico di intere generazioni: BARBARELLA. In occasione di Napoli COMICON, i lettori potranno ammirare alcune illustrazioni delle avventure fantascientifiche create dal francese Jean-Claude Forest, insieme ad alcuni omaggi realizzati da grandi autori come Milo Manara e Guido Crepax.

Non mancheranno poi momenti musicali con DISCODAYS (22 e 23 aprile al Palapartenope), che ospita una mostra dedicata a CASH- I see a Darkness (Bao Publishing) di Reinhard Kleist, fumetto ispirato alla vita del grande musicista . 

CASH - I see a Darkness
DISCODAYS Palapartenope - 22 / 23 aprile
Johnny Cash è il più famoso cantante country di tutti i tempi. Ribelle, idolo degli appassionati di musica di tutte le generazioni. Reinhard Kleist, forse tra i più originali autori di biografie a fumetti d'Europa, ha proposto al pubblico la sua storia di Johnny Cash che, da quasi un decennio, risulta essere il testo di riferimento per capire il tormento dell'anima di uno dei più controversi artisti della musica del Ventesimo secolo. Una storia toccante come un gospel, dura come il rockabilly e romantica come una ballata d’amore. In occasione di DISCODAYS, COMIC(ON)OFF presenta una selezione di tavole tratte da CASH, disegni in bianco e nero, cupi ma profondi, proprio per evidenziare la profondità dell’uomo e dell’artista, con un impatto quasi cinematografico. In occasione della kermesse partenopea sarà possibile acquistare il volume edito da BAO Publishing che, in una versione riveduta e corretta, comprende un'appendice a colori con illustrazioni di Kleist. Un modo perfetto per avvicinarsi alla figura dell'autore di Folsom Prison Blues.

Infine l’evento Cabaret Bizarre, previsto il 28 aprile dalle 21.00 presso il Lanificio 25: in assoluto il primo underground-circus- freakshow e cabaret trasgressivo in Europa. Caratterizzato dalla libertà di espressione, dalla sensualità e dalla fantasia, sarà l’occasione per ammirare le illustrazioni dei disegnatori della Scuola Italiana di Comix ispirate al mondo del burlesque.

Cabaret Bizzarre
Lanificio - 28 aprile h. 21.00
È in assoluto il primo underground-circus- freakshow caratterizzato dalla libertà di espressione, dalla sensualità e dalla fantasia. Cabaret Bizzarre,ispirato a Federico Fellini e Bertolt Brecht, è un vecchio baraccone da fiera, un paese delle meraviglie erotico, un sogno buio dove mirabolanti e rocambolesche avventure sono rese possibili. Le origini di questo mondo bizzarro hanno radici nel cabaret di Weimar, una forma di spettacolo sviluppatesi verso la fine degli anni venti in Germania, caratterizzato da uno stile grottesco, edonista e decadente, dove circolavano idee liberali e nuove forme di espressione e di avanguardia. In occasione della sua seconda edizione Cabaret Bizarre ha chiesto la collaborazione con la Scuola Italiana di Comix che la vedrà coinvolta durante il sideshow precedente all'evento. La locandina che per ogni show di Cabaret Bizarre viene affidata ad un illustratore e raffigura una carta sempre diversa dei tarocchi, quest’anno è stata realizzata dal famoso autore Igort che ha elaborato l’iconografia dell’arcano XVIII della luna. Cabaret Bizarre è in collaborazione con Burlesque Cabaret di Napoli.

Avete solo l'imbarazzo della scelta, e ZERO SCUSE! Non dovete far altro che correre in ognuno di questo posti per ammirare splendide tavole, e incontrare fantastici autori. E poi ovviamente...ci si vede al Napoli Comicon!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento