giovedì 2 marzo 2017

Liete Novelle: Una notte a Roma di Jim (Recensione)


Buongiorno e buon giovedì Evereaders! Ora che ci siamo ufficialmente lasciati Febbraio alle spalle iniziamo marzo con un bel Graphic Novel!



UNA NOTTE A ROMA
di Jim
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Une nuit à Rome

EDITORE: Edizioni BD

GENERE: Romanzi a fumetti

PAGINE: 208pp

PREZZO: 18,00€

USCITA:  25 gen 2017



TRAMA

Pochi giorni prima del suo quarantesimo compleanno, Raphaël riceve per posta una vecchia videocassetta. Così si rivede, vent'anni più giovane, fare una promessa che costerà molto sia mantenere sia disattendere. Un sensuale e vivido viaggio nelle emozioni di uomini e donne, nelle insicurezze e obblighi imposti dalla società, nell'egoismo e nei bisogni insopprimibili. Nell'amore.

MY POINT OF VIEW

Ci sono fumetti, e poi ci sono romanzi a fumetti, di quelli che ti tengono sveglio la notte, nonostante trattino di argomenti quotidiani, per nulla straordinari. Fumetti come "Una notte a Roma" che riescono ad tenerti incollato alle pagine e ad emozionarti con una storia d'amore e tradimenti, una storia che potrebbe essere quella di chiunque altro, ma che grazie anche ai magnifici disegni di Jim, riesce ad essere (appunto) straordinaria.

Qual è la carta vincente di questo fumetto? Senza dubbio la schiettezza, il fatto che il punto focale, il cuore, di questo fumetto sia appunto la Fiducia, il perno attorno al quale ruota tutta la storia. Jim, l'autore del fumetto, riesce a tessere attorno a questo sentimento una storia schietta e (permettetemelo) ordinaria, che si presenta però come un continuo crescendo di emozioni. Si parla di amore, anzi no di amori, perché l'autore esplora e mette in contrapposizione l'amore che Raphael, il protagonista, prova per le due donne della sua vita. Sophia, la compagna con cui vive insieme da tempo che sottovaluta e da per scontata, e Marie, la ragazza che ha preso il suo cuore in gioventù e che riesce ad eclissare tutte le altre anche solo con un sorriso. Viene raccontato quindi l'amore a 360°: quello quotidiano, ordinario, che molte volte si da per scontato, e quello straordinario, passionale, impetuoso, a volte languido. Quale sia quello vero è difficile capirlo, ma leggendo attentamente questo fumetto, e arrivando alla fine forse una risposta in un certo senso la si riceve. 

Se la trama colpisce con la sua semplice originalità, la caratterizzazione dei personaggi invece lascia senza fiato. Jim riserva un'attenzione assoluta ai protagonisti di questa vicenda, sia che siano essi i personaggi principali, sia che siano quelli secondari. Ma forse a spiccare di più tra tutti non è tanto Raphael, con la sua insicurezza e la sua curiosità, quanto più Marie, che si erge su tutti, dandone dimostrazione fin dalle prime pagine. Lei, con la sua energia e la sua schiettezza, si dimostra una vera e propria icona di sensualità, che in un certo senso riesce a rappresentare la bellezza di un'altra protagonista sensuale di quest'opera: Roma. La bella Marie e la Capitale d'Italia si assomigliano sotto diversi aspetti, sia a livello "estetico" per quanto riguarda la loro bellezza sensuale e anche un po' erotica, sia a livello "caratteriale" per il loro essere così energiche, ma soprattutto così vere. Entrambe sono così come le vedi, nascondono si qualche segreto, ma passo dopo passo si lasciano scoprire senza tante moine. Mi è piaciuto molto che la città in qualche modo si riversasse nella protagonista, la quale in un certo senso la personifica dandone un volto ed una voce, ma ancor di più ho adorato il ruolo di protagonista che l'autore ha dato alla città, che anche senza parole (o a volte rubando appunto quelle dei protagonisti) è riuscita a raccontarsi in modo diretto e naturale, come riesce a fare nella realtà con chi è pronto a tendere l'orecchio.

Ma come accennavo il termine più adatto per riassumere questo fumetto è "Sensualità". Il fumetto, sin dalle prime pagine, riesce a rappresentare questo concetto pienamente, attraverso le forme della città (anzi delle se consideriamo anche la bellezza di Parigi), le sue luci, i suoi tramonti, le atmosfere quasi un po' da favola, ma anche attraverso le forme ben delineate di Marie, linee morbide e delicate, cariche di eros. Tutto questo è stato possibile solo grazie allo stile dell'autore, al suo tratto così raffinato, all'uso di colori pieni e netti, e all'utilizzo sapiente delle luci. E' il caso di dirlo, questo fumetto è una vera e propria goduria per gli occhi.


Be' ora tocca a voi leggerlo e farmi sapere cosa ne pensate! Io come sempre vi aspetto qui, tra le pagine del blog.
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento