lunedì 3 aprile 2017

Berlin Week: (Day One) - L'Alfabeto di Berlin


Orfani della scorsa Settimana a Tema, questa settimana vi aspetta un'avventuroso viaggio tra le bellezze pericolose di Berlin, la meravigliosa serie di Fabio Geda e Marco Magnone.


BERLIN - I lupi del Brandeburgo
di Fabio Geda e Marco Magnone
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Berlin #4

EDITORE: Mondadori

GENERE: Fantasy

PAGINE: 230pp

PREZZO: 15,00€

USCITA:  28 mar 2017



TRAMA

Sono passati tre anni da quando un virus ha sterminato gli adulti di Berlino, lasciando ragazzi e bambini allo sbando, divisi in bande rivali. Tre di amicizie fraterne e tradimenti, di amori sbocciati e sfioriti, e soprattutto tre anni di lotte e scontri. Tra le spire di ghiaccio e neve del dicembre 1978, alcune figure misteriose, con indosso inquietanti tute bianche, hanno rapito Nina. Per ritrovarla Jakob, Christa e i loro amici devono spingersi oltre i confini della città, verso il gelido Brandeburgo infestato dai lupi: come i predatori della foresta, qualcuno sta attaccando i ragazzi per tenerli lontani da un'isola dove sta succedendo l'impensabile.


l'AbC
di
BERLIN

Per celebrare l'uscita del quarto capitolo della serie, sbarcato in libreria la scorsa settimana, iniziamo la settimana a tema con un alfabeto riassuntivo della serie. Pronti? Partiamo con la...

A come Amicizia - E' una delle parole che più riassumono questo romanzo. Basti pensare ad ognuno dei gruppi di Berlino, che funziona proprio grazie al saldo rapporto d'amicizia che lega ognuno dei componenti dello stesso gruppo. 

B come Berlino - Lo scenario dove si svolgono le avventure dei protagonisti del romanzo. Tutto si svolge in una desolata Berlino di fine anni 70 (1978), popolata da soli ragazzi, unici sopravvissuti ad uno strano virus che ha decimato la popolazione di Berlino Ovest.

C come Christa e Nora - Sono le due leader di Havel. Entrambe vegliano sulle ragazze di Havel, ed il piccolo Theo, con saggezza e bontà.

D come Devastazione/Distruzione/Desolazione - Sono gli stati in cui verte Berlino a seguito della propagazione del virus, ed i vari assalti perpetuati dai ognuno dei gruppi. Non esiste più elettricità, e tutto sembra essere tornato ad uno stato brado.

E come Età - Ciò che più fa paura ad ognuno degli abitanti di Berlin è proprio il raggiungimento dell'età adulta, quando il virus contratto entra effettivamente in atto. Arrivare a compiere 19 anni è infatti un fatto assai raro.

F come Fedeltà - Essere fedele al gruppo è uno dei concetti di base comune ad ognuno delle cinque comunità. Non c'è un vero e proprio gruppo che "eccelle in fedeltà", ma forse quello che più l'ha dimostrato è il gruppo di Tegel, nel quale ogni singolo componente ha giurato totale fedeltà alla leader. 

G come Gropiusstadt - E' il luogo dov'è ubicato il gruppo di Jakob e Brend, una comunità dove si convive in pace, nella quale si pratica uno sport particolarissimo "Battaglia", tanto amato da ognuno dei componenti del gruppo.

H come Havel - E' una comunità di sole donne, creata originariamente da Nora per mettere in salvo sua sorella Julia e il piccolo Theo. E' stata proprio Nora a scegliere il luogo, l'isola dei pavoni (Pfaueninsel) dove sorge il bianco castello, base del gruppo.

I come Intraprendenza - E' proprio grazie ad essa sei i vari protagonisti riescono ogni volta a scamparla, e a superare le più ardue e pericolose tra le prove.

J come Jakob e Bernd - I due migliori amici di Gropius, nonché i più coraggiosi ed avventurosi, coloro che fanno di tutto per sventare i vari problemi che si presentano. Jakob, a seguito della morte di Sven, diventa il leader di Gropius, grazie alla sua bontà ed il suo ingegno, e Bernd il suo braccio destro. Sono migliori amici da prima dell'arrivo del virus.

L come Lupo & Castoro - Sono i due bambini leader del gruppo dello Zoo, dove in realtà non esiste un vero e proprio leader. Sono due ragazzi coraggiosi, ma assai indifesi, e perennemente presi di mira, poiché nel loro gruppo non ci sono ragazzi "grandi".

M come Muro - E' il muro che circonda Berlino Ovest come una gabbia, che in un certo senso tiene al sicuro i ragazzi dell'Ovest dall'oscuro mondo che li circonda "fuori".

N come Nati dalla Morte - Vengono chiamati così tutti quei bambini nati a seguito dell'apparizione del virus. Theo, il nipote di Nora, è uno di loro, così come Anneke, la bambina di Tegel, e Abel, il figlio di Michael e Lisbeth, i primi leader del Reichstag.

O come Onore - Un concetto tanto chiaro ad alcuni personaggi di questa serie, in particolar modo alle donne, come Wolfurn e Claudia, che si battono per dimostrare il loro valore.

P come Pantera - E' l'unico nemico in comune dei cinque gruppi, il mostro misterioso che è riuscito a far alleare le varie comunità, seppur per un periodo di tempo assai misero. Proveniente dall'esterno, si è infiltrata a Berlino Ovest attraverso un foro nel muro, che da su Alexanderplatz.

R come Reichstag - E la casa di Timo e Verme. La sua sede è il palazzo del Parlamento, completamente distrutto a seguito della seconda guerra mondiale. Attualmente il comando è affidato a Claudia, e a Roberto, il quale ha usurpato il ruolo che spettava a Timo.

S come Simboli - Ognuno dei gruppi ha un proprio simbolo. L'idea è partita dal gruppo di Tegel, che ha fatto del Teschio il suo simbolo di riconoscimento, grazie al quale marchiare il territorio. Il simbolo del gruppo di Havel è una piuma, quello dello Zoo è la parola stessa, quello del Reichstag è una folgore, mentre quello di Gropiusstadt è una rosa infuocata.

T come Tegel - E' la comunità di Wolfurn, con sede nel grande aeroporto. E' una comunità assai violenta che brama la conquista di Berlino Ovest nella sua totalità, grazie anche alle folli idee della sua leader. E' un gruppo assai scaltro e astuto, che riesce con la forza porta distruzione e devastazione.

U come Ucronia - E' il termine utilizzato per identificare la serie. E' un genere letterario nel quale il mondo che conosciamo ha seguito un corso alternativo rispetto a quello reale. La devastazione che domina Berlino Ovest ne è infatti l'esempio lampante.

V come Verme & Timo - Il lato buono e puro del gruppo del Reichstag. Timo è un ragazzo forte e coraggioso, assai fedele alla sua comunità, che nasconde un gran cuore. Verme invece è la sua ombra, che come Timo sa dimostra una grande fedeltà, per l'amico e la sua comunità, e un coraggio smisurato che lo porta a vivere avventure pericolosissime.

W come Wolfurn - E' una vera e propria furia, spietata e priva di scrupoli, pronta a tutto per la sua comunità. Il suo passato l'ha temprata, rendendola la ragazza egoista e perfida che è oggi. Sembra essere una ragazza dal cuore di pietra, ma... 

Z come Zoo - E' la più piccola tra le cinque comunità, quella che ha occupato l'isolato davanti alla Gedachtniskirche, una vecchia chiesa. E il gruppo con maggior numero di ragazzi "piccoli", e proprio per questo è anche quello più rumoroso e casinaro.


Stavolta creare l'alfabeto è stato assai difficile, soprattutto per quanto riguarda la "I" (per la quale devo ringraziare la mia Devy). Spero che questo personalissimo alfabeto possa piacervi, ed esservi in qualche modo "d'aiuto". Fatemi sapere voi che lettera cambiereste!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento