lunedì 15 maggio 2017

Assassin's Creed - Dal libro al film (Recensione)


Buongiorno e buon lunedì Evereaders! Quest'oggi voglio offrirvi una doppia recensione. Mi cimenterò per la prima volta nel recensire un film, non so cosa ne uscirà fuori, ma ci voglio provare, perché stavolta ne vale davvero la pena. Quindi, pronti a destreggiarvi tra il mondo del libro e quello del film di Assassin's Creed?



ASSASSIN'S CREED - Il romanzo ufficiale del film
di Christie Golden
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Assassin's Creed - Movie Novel

EDITORE: Sperling & Kupfer

GENERE: Fantasy

PAGINE: 338pp

PREZZO: 17,90

USCITA:  21 dic 2016



TRAMA

Callum Lynch è nel braccio della morte, condannato all'esecuzione, che sta per avere luogo. Lui pensa che sia arrivata la fine, ma non sa ancora che è solo l'inizio. Di un ritorno al passato indietro di quasi sei secoli, un viaggio spazio-tempo sulle tracce della sua memoria ancestrale, alla ricerca del suo destino. Grazie a una tecnologia rivoluzionaria, in grado di sbloccare i ricordi genetici impressi nel DNA, Cal rivivrà, nei panni dell'antenato Aguilar de Nerha, la Spagna del XV secolo, durante la Santa Inquisizione, e scoprirà di discendere da una misteriosa società segreta, gli Assassini. Lynch acquisirà nuove conoscenze e capacità impensabili, e potrà così sfidare - e possibilmente sconfiggere - i suoi acerrimi nemici: i potenti e crudeli Templari. In equilibrio tra fantascienza e storia e ispirato al videogame più popolare degli ultimi anni, questo romanzo è la novelisation - basata sulla sceneggiatura originale - del primo film di Assassin's Creed, con protagonista Michael Fassbender.

ASSASSIN'S CREED
DAL LIBRO AL FILM
                                                                                    

Da grande fan del videogame, al quale ho giocato sia su PS3 PSP PS4, non potevo esimermi dal leggere e vedere il film prodotti per questa magnifica serie videoludica. Posso esclamare con certezza che la mania, anzi diciamo proprio l'ossessione, è un vizio di famiglia: provate a chiedere a mia sorella e ai miei due cugini, vi diranno quello che sto per raccontarvi io oggi, ne sono certo! Dopo i videogames, i fumetti, ed i romanzi, era giunta l'ora che anche io mi lanciassi nel mondo generato da questo magnifico film. Come sempre però mi è toccato aspettare l'uscita del DVD/Blu-ray perché io e le sale cinematografiche non abbiamo poi un gran rapporto (odio vedere un film al cinema per via della gente che popola le sale da queste parti!), ma devo dire che ne è valsa la pena (soprattutto schivare e dribblare gli spoiler e le immagini).


Prima di fare un vero e proprio confronto tra i due prodotti bisogna che vi racconti la trama. Se avete già letto il libro questo trafiletto potete saltarlo, o anche no.

A seguito di una rissa che ha portato all'uccisione di un pappone (per citare Cal), Callum Lynch viene arrestato e condannato a morte. Dopo l'iniezione di un veleno mortale però la vita di Lynch non si arresta, ma bensì prosegue nell'ombra grazie all'intervento delle Abstergo Industries, e a Sophia Rikkin, figlia del direttore. Costretto ad utilizzare l'Animus, un potentissimo macchinario capace di portare indietro nel tempo la coscienza e la memoria del malcapitato costretto a provarla, Callum fa la conoscenza con Aguilar de Nerha, suo potente e oscuro antenato, appartenente alla misteriosa Confraternita degli Assassini. Lo scopo di questo esperimento? Il ritrovamento della Mela dell'Eden, manufatto storico capace di influire sul libero arbitrio, e capace di debellare (a quanto dicono Sophia e suo padre) la violenza.
Vista così sembra quasi che Callum sia la vittima e Sophia il carnefice, ma in realtà c'è molto di più dietro questi due personaggi, e non intendo solo il loro passato millenario, ma bensì anche le loro vere posizioni. Quella che sembra una fredda scienziata è in realtà una donna debole ed insicura, trattata dallo stesso padre come un vero e proprio burattino. Mentre invece quello che sembra essere soltanto un folle uomo dedito alla violenza è in realtà un uomo folle sì ma con uno scopo...che ovviamente non vi rivelerò (anche perché in realtà è un po' il mistero che riserva appunto questo primo film.
Ma apriamo la prima parentesi, quella letteraria. Il libro è un susseguirsi di misteri, enigmi e colpi di scena, che scorrono veloci tra le pagine, portando il lettore e macinare pagine dopo pagine senza nemmeno accorgersene. Il "problema" di questo romanzo infatti è che finisce troppo facilmente, e ti lascia a bocca aperta, spingendoti a volerne sempre di più (sono stato costretto a rileggere i fumetti perché era l'unica cosa che avevo in casa). Gli autori hanno saputo descrivere alla perfezione il mondo di Assassin's Creed, e a rendere chiare e vivide le immagini legati ai momenti d'azione e di lotta. Rispetto al film ho trovato il romanzo molto più introspettivo, legato al lato emotivo dei personaggi, della loro storia, e del loro passato. Viene descritto dettagliatamente ogni singolo stato d'animo provato dal protagonista, in un modo così diretto e schietto da risultare quasi una sorta di diario, pur non essendo inoltre scritto in prima persona. Questa è una cosa che mi è saltata subito alla mente quando ho iniziato la visione del film, ma trovo che questo sia il più grande potere che un libro ha sulla sua trasposizione cinematografica (che venga prima o dopo la sua produzione). In particolar modo questo libro è riuscito a catapultarmi completamente nell'animo di Callum e in quella di Aguilar, permettendomi di scoprire cos'è che ognuno dei due nascondesse. E devo inoltre ammettere che questa dettagliata caratterizzazione è avvenuta anche per altri personaggi, come Sophia e suo padre.
La magia del film invece mi ha conquistato completamente grazie ai suoi effetti speciali, all'ambientazione, e soprattutto grazie all'interpretazione magistrale (come sempre del resto) di Michael Fassbender! Il ruolo di Callum sembra calzargli alla perfezione, quasi come se da sempre gli fosse stato cucito su misura, e la cosa sensazionale è che persino quello di Aguilar gli calza perfettamente, nonostante le diversità che questo ha con il suo discendente. Devo ammettere però che lo preferisco molto di più nella versione del 2016, piuttosto che in quella antica con la chioma fluente, ma ceste parliamo della sua interpretazione. Immenso, ma soprattutto credibile! Fassbender riesce a risultare un vero folle quando ce n'è bisogno, e allo stesso tempo un assassino spietato quando richiesto. Tutto è studiato alla perfezione, a partire dall'intonazione (vi consiglio di vederlo in lingua originale perché ne vale la pena) e dall'espressività. Altrettanto bravissima è stata Marion Cotillard, la quale mi piace moltissimo come attrice e come donna, lo ammetto. Ha saputo interpretare con bravura il ruolo freddo e asettico di Sophia, dimostrando sul finale la sua totale bravura. C'è infatti un'inquadratura finale in cui risulta semplicemente immensa, anche senza l'uso delle parole. Ma la magia del cinema è questa, un'espressione vale molto di più di cento parole. 
Per quanto riguarda invece l'ambientazione...lasciatemelo dire: WOW! Per me che ho giocato ai vari videogiochi è stato quasi come tornare a casa. Ho più volte esclamato infatti, Tuccia può testimoniare, "questa inquadratura è proprio come nel videogames". Ora non voglio sbagliarmi ma mi è sembrato che moltissime scene siano state ricostruite con la computer graphic, e se è davvero così bisogna elogiarne il capolavoro. Gli effetti speciali non sono da meno, soprattutto quando si parla della mescolanza tra presente e passato, e l'intervento della tecnologia, che in qualche modo viene però schiacciata dalle bellezze dell'antichità.

Insomma, stavolta i due prodotti si bilanciano, mostrandosi allo stesso modo spettacolari. Questa volta infatti mi è assolutamente impossibile scegliere quale dei due mi sia piaciuto di più! In barba a tutti quelli che amano esclamare "Ma il libro era molto meglio!". Signori miei stavolta potrete godere di questo mondo per ben due volte, senza inoltre annoiarvi mai!
Quindi ricapitolando: Assassin's Creed vi aspetta (un po' ovunque) in DVD, Blu-ray, Blu-ray 3D e Blu-ray 4K, per una visione spettacolare, corredata da incredibili contenuti extra, che vi consiglio di vedere ASSOLUTAMENTE! E se proprio non potete aspettare, allora correte subito QUI per poterlo acquistare! E non è tutto, perché con l'acquisto del film potrete anche partecipare ad un esclusivo concorso (se volete saperne di più vi invito a visitare il Sito).


E nulla...io ora ho assoluto bisogno del seguito! Nel frattempo aspetto voi per una chiacchierata su uno dei due prodotti...VI PREGO CONTATTATEMI PRESTO PERCHE' HO BISOGNO DI PARLARNE CON QUALCUNO!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento