lunedì 8 maggio 2017

A Tutto Manga: Creamy Mami di Kazunori Ito e Yuko Kitagawa


Buongiorno amici di Everpop! Questa settimana la iniziamo in compagnia di un manga, e di tanta tanta nostalgia. Sapete già cosa urlare vero? Pronti....PARIMPAMPUM!



CREAMY MAMI - L'INCANTEVOLE CREAMY
di Kazunori Ito e Yuko Kitagawa
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Maho no tenshi Creamy Mami

EDITORE: Star Comics

GENERE: Shojo

NUMERI: 2 (Serie Conclusa)

PREZZO: 4,50€ cad

USCITA: mar 2017


TRAMA

Yu è una ragazzina vivace e curiosa che un bel giorno riceve in dono una bacchetta magica da un folletto extraterrestre. Con questa Yu si trasforma nell'affascinante Creamy e, casualmente, si trova a dover calcare il palcoscenico nelle vesti di cantante...


MY POINT OF VIEW
                                                                      
                                                      


Dopo aver fatto la sua apparizione sulle pagine di Amici, durante gli anni 90, Creamy torna in fumetteria, sempre sotto il segno della Stella. Torna con una nuova ed elegante veste targata Star Comics, che porta con se tanta tanta nostalgia. Gli anni '90 sembrano quasi rinascere e tornare tra gli scaffali di librerie e fumetterie, grazie ad una perla dei manga come questa.

Sono passati 18 anni da quando Creamy Mami ha debuttato qui in Italia con la sua tenera e magica storia. Ne è passata di acqua sotto i ponti in 18 anni, soprattutto in casa Star, ma Creamy è rimasta comunque un saldo pilastro della storia del manga, un vero e proprio astro che nonostante all'epoca fosse stato diviso in diversi volumi, nella collana Amici, continuava a brillare e ad essere richiesta.

Credo sia nota a tutti la storia della piccola Yu, la ragazzina di 10 anni figlia di due negozianti che sfornano dolcissime crepes. La conoscete vero? No? C'è ancora qualcuno che non conosce la sua storia? Be' allora ve la racconto io in breve. Il fumetto, diviso in due accuratissimi volumetti, narra la storia di Yu Morisawa una ragazzina vivace che dopo aver incontrato due alieni dalle fattezze di gatto, Posi e Nega (come Positivo e Negativo, sveliamo questo arcano), riceve in dono un portacipria magico grazie al quale può evocare uno scettro magico capace di trasformala nella bella e talentuosa Creamy. Per una serie di strani e bizzarri eventi Yu, o meglio Creamy, diventa ben presto un'idol famosa, capace di ammaliare e conquistare con la sua splendida voce centinaia di fan.

La vita di Yu cambia radicalmente. Per certi versi diventa rosea e splendente, grazie alla presenza di Creamy, allo stesso tempo però la presenza, e gli impegni, di Creamy cozzano ben presto con la realtà della piccola Yu, la quale è costretta a dover fare i conti con una doppia vita stressante che si riflette negativamente sullo studio. Ma non è tutto,anche l'amore inizia a metterci il suo zampino e a attuare tiri vispi: il dolce e bel Toshio, migliore amico di Yu, infatti si innamora a prima vista di Creamy, e questo sembra non piacere molto alla nostra piccola e allegra protagonista.

Le magiche avventure di Yu e Creamy, a cavallo tra realtà e fantasia, si articolano lungo undici capitoli che riassumono al meglio la bellezza della serie animata. La nostalgia per il vecchio cartone colpisce infatti all'istante il lettore, che ne viene travolto pur leggendo l'opera per la prima volta. Pur non avendo mai visto prima Creamy (be' è abbastanza strano lasciatemelo dire) verrete immediatamente sopraffatti da un moto nostalgico che vi porterà con la mente alla vostra fanciullezza, grazie alle arie da favola che compongono l'opera.

Rispetto alla serie animata le avventure a fumetti dell'incantevole Creamy sono abbastanza ridotte, come lo è stato per tanti altri fumetti dell'epoca, e riassumono i passaggi principali di quella serie animata che in tanti abbiamo saputo amare ed apprezzare negli anni. Lo stile e le emozioni permangono nonostante la storia sia ridotta al minimo.

La vera e propria perla di questo manga però rimane lo stile dell'autrice. I suoi disegni infatti, caratterizzati da uno stile morbido elegante e delicato, sottolineano uno stile ormai trascorso ma sempre attuale, uno stile da "vecchia scuola" che però è tanto amato sia dai vecchi che dai nuovi lettori. La cura che l'autrice riserva alle sue tavole vien fuori sin dal primo capitolo, pur essendo caratterizzato da un tratto semplice e privo di fronzoli esasperati. Gli occhi dei personaggi, il loro sguardo, rimangono ancora oggi per me decisamente carichi di passione, portatori di forti emozioni, e riescono a trasmettermi tanto calore tanto allora quanto oggi.

Insomma dopo Doraemon questa è decisamente una miniserie che dovete assolutamente recuperare, soprattutto se come me soffrite di quella che Albano definirebbe Nostalgia Canaglia! Mi raccomando allora Pampulu Pimpulu PARIMPAMPUM!
See you soon! -Lewis

2 commenti:

  1. Io l'ho sempre adorata. Vuoi perché canta, vuoi perché le crêpe sono crêpe e chi sa resistere alle crêpe, vuoi perché so a memoria "Dimmi che mi ami teneramente"... xD
    Ok! La smetto! xD

    RispondiElimina