martedì 30 maggio 2017

Libri, Letture e (La) Recensione: La terra delle Storie - L'odissea di un autore di Chris Colfer


Buongiorno amici di Everpop! Oggi iniziamo la giornata con una grande grandissima recensione in anteprima. Si torna nel regno delle fiabe in compagnia di Chris Colfer, dei gemelli Alex e Conner, e di tutti i loro (e nostri) amici de La Terra delle Storie!


LA TERRA DELLE STORIE: L'ODISSEA DI UN AUTORE
di Chris Colfer
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: The Land of Stories #5 An Author Odissey

EDITORE: Rizzoli

GENERE: Fantastico

PAGINE: 320pp

PREZZO: 15,00€

USCITA: 01 giu 2017



TRAMA

L'Uomo Mascherato ha catturato tutte le famiglie reali nella Terra delle Storie grazie ai più terribili cattivi della letteratura, tra cui la Malvagia Strega dell'Ovest, La Regina di Cuori e Capitan Uncino. Così si trova a un passo dal diventare Imperatore. Alex e Conner, però, si rendono conto di avere in mano l'arma più potente di tutte per contrastarlo: la propria immaginazione. Così comincia il viaggio dei gemelli nelle storie scritte da Conner per radunare il loro potente esercito e affrontare l'Uomo Mascherato una volta per tutte.

MY POINT OF VIEW

Ed ecco che si ritorna a viaggiare, per la quinta volta, nelle terre incantate create dall'immensa e geniale fantasia di Chris Colfer, che prima forse poteva essere ricordato come attore in Glee, ma che ora invece verrà per sempre ricordato anche come grande scrittore.

[SE NON AVETE LETTO IL QUARTO VOLUME NON PROSEGUITE LA LETTURA] Dopo gli eventi accaduti nel volume precedente che hanno visto viaggiare i gemelli Alex e Conner Baily qua e là per le favole più famose di sempre, all'inseguimento del perfido zio Lloyd, l'Uomo Mascherato, e dopo averlo visto trionfare e mettere in ginocchio i vari regni, in compagnia dei più perfidi antagonisti delle storie, questo quinto capitolo della storia ci riporta nuovamente a Altromondo, il mondo che tutti noi conosciamo e nel quale viviamo. Conner ed Alex ritornano nel loro luogo d'origine con una missione ben precisa, creare un vero e proprio esercito, proprio come ha fatto il loro perfido zio, a partire dalle favole create ed inventate dallo stesso Conner.

Questa nuova missione porta i due gemelli all'interno di quattro sconosciutissime e nuove storie, generate proprio dall'incredibile fantasia del gemello pasticcione, popolate da personaggi fantastici e stupefacenti. A partire da Tribordia una storia fatta di coraggiose e chiassose piratesse, gli autori (Conner e Chris Colfer) mettono in gioco il loro immenso talento nella scrittura. L'autore della serie in particolare, riesce a dar vita a quattro fiabe, tutte diverse per generi e tematiche, che risultano essere accattivanti ed impatto tanto quanto le fiabe classiche che popolano il mondo de La terra delle Storie. Stavolta mi risulta un po' difficile scegliere un vero e proprio personaggio preferito, sia chiaro Cappuccetto è inimitabile e nessuno potrà mai conquistare il mio cuore come lei, ma devo dire che insieme a molti personaggi dei volumi precedenti, anche i nuovi sono riusciti a conquistarmi, a partire da Sally Ramosa che è senza dubbio il nuovo personaggio che ho più amato.

In questo quinto volume poi, in particolare viene sottolineata l'importanza e gli svariati talenti del giovane Conner, che finalmente dopo quattro volumi in cui ha dovuto spartirsi equamente il ruolo di protagonista con la sorella Alex, ora se ne appropria con naturalezza, com'è giusto che sia. Nonostante abbia impiegato ben cinque volumi per farsi valere davvero, Conner riesce finalmente a brillare e a dimostrare tutto il suo coraggio, a tirare fuori il vero eroe che è in lui. Il suo personaggio si conquista così in primo luogo la fiducia del lettore, persino quella di chi (come me) fino al volume precedente aveva preferito Alex, e lo fa dimostrando un'incredibile crescita, che è forse quella più vera e caratterizzante all'interno della storia. A differenza di Alex infatti, che sin dal primo volume ha dimostrato una stupefacente maturità, Conner è riuscito a crescere e maturare volume dopo volume, portando il lettore a scoprire aspetti sempre nuovi e differenti legati alla sua vita ed il suo carattere.

Questo però non è soltanto il volume che sottolinea la crescita definitiva di Conner, ma è anche il trampolino di lancio per quella che sarà la battaglia finale. L'autore tira definitivamente fuori tutti i suoi assi nella manica, e a partire da quelli, a partire dalla risoluzione di diversi enigmi, riesce a tirare le fila per quella che sarà la storia finale: l'epica battaglia divisa tra il mondo reale e quello delle fiabe. Ma non è tutto, perché "L'odissea di un autore" è anche un volume importantissimo dal punto di vista emotivo, un volume molto più maturo rispetto ai precedenti perché, com'è ormai noto, il romanzo con i suoi protagonisti cresce a pari passo con i suoi lettori.

Ho letteralmente adorato e divorato in un solo giorno questo quinto romanzo, che per ora si conquista la prima posizione nella classifica della serie, per via della sua continua ironia, che mi ha fatto ridere capitolo dopo capitolo, con battute semplici ma spontanee, alla portata di grandi e piccini, ma anche per l'immensità delle emozioni che vengono fuori dalle pagine di questo libro: amore e odio si alternano costantemente e dividono la scena con sentimenti come la sconfitta, il timore, la tristezza, l'allegria e a spensieratezza. Tutto confluisce in questo gran calderone magico che è "La terra delle Storie", quella che a mio parere è la serie middle-grade per eccellenza, la migliore in circolazione (non ho paura ad affermarlo!).

Sono un po' eccitato, ma allo stesso tempo terrorizzato, dall'uscita del sesto ed ultimo capitolo della serie, che apporrà una volta per tutte la parola fine alla storia di Alex e Conner. So già che mi mancheranno tanto, ma allo stesso tempo penso che storie del genere, personaggi del genere, non finiscano per davvero ma continuano a crescere ed affiancarci negli anni, a dispetto dell'età. 

4 commenti:

  1. Mi sono fermata al primo libro :( non so... lo stile dell'autore mi sembrava troppo per bambini, nonostante io adori questo genere di libri non è scattata la scintilla T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' fatto di proposito. Infatti lo stile cresce e si evolve volume dopo volume. Ma non smetterò mai di consigliarlo!

      Elimina
  2. Questa serie mi incuriosisce da sempre, ma nonostante le tante recensioni entusiaste non riesco a capire se possa fare per me. Mi sa che per scoprirlo non potrò far altro che provare! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IO LA ADORO! Quindi non posso che dirti: LEGGILA E POI NE RIPARLIAMO! *_*

      No sul serio, te la stra-consiglio perché è diversissima da tante altre serie, e Chris è davvero bravo a scrivere!

      Elimina