martedì 23 maggio 2017

Comics Sense: Nine Stones di Sara Spano (Recensione)

Bentrovati amici di Everpop! Quest'oggi vi parlo di un fumetto preso (in anteprima) al Napoli Comicon che ho acquistato ad occhi chiusi incantato dai disegni in copertina. Pronti a fare un salto nell'oscurità?

NINE STONES
di Sara Spano                                                                                        
TITOLO ORIGINALE
: Nine Stones

EDITORE: Editoriale Cosmo

GENERE: Thriller/Drammatico LGBT

NUMERO VOLUMI: 2 (Conclusa)

PREZZO: 5,50€

USCITA: 25 mag 2016



TRAMA

Sogni inquietanti agitano le notti di Alistair “Allie” Jacobi. Ma la sua realtà non è tanto migliore. Il padre, un boss di un’organizzazione criminale, decide che il figlio deve iniziare a farsi le ossa nella malavita. Così Allie, a 19 anni, si ritrova a fare “tirocinio” in un discount gestito dal genitore che, con la copertura delle consegne a domicilio, spaccia droga all’intera città. A insegnargli il “mestiere” c’è Christopher, un ragazzo più grande di lui. Il legame che nascerà tra i due farà emergere oscure presenze e inquietanti ed enigmatiche premonizioni.

MY POINT OF VIEW
                                                                      
                                              

Questa è la mia prima recensione di un fumetto targato Editoriale Cosmo, che seguo da un po' ma che ancora non mi ero deciso a recensire. Parto quindi proprio con un fumetto che mi ha conquistato al primo sguardo, grazie alla sua magnifica cover, e che mi ha spinto di getto a scrivere questa recensione che state leggendo. 

Comprare al Comicon questo fumetto è stato un po' come un salto nel vuoto perché. lo ammetto e me ne pento, non mi era mai capitato di leggere nulla dell'autrice, che conoscevo solo per sentito dire e per qualche articolo letto sul web. E' stato un salto nel vuoto sì, ma alla fine di questo salto ho trovato un mondo fantastico, fatto di disegni e colori dalla bellezza indescrivibile, vivi e splendenti nonostante la trama oscura ed enigmatica che contraddistingue questo fumetto. 

In "Nine Stone" l'autrice riesce a mescolare tanti generi diversi tra loro senza però risultare banale, artificiosa, o poco credibile. Riesce a dosare il dramma contenuto nella storia e nel passato dei personaggi, il romanticismo che li lega e il conseguente eros che li avvicina, le tinte a tratti horror e thriller, e la giusta carica d'azione che permette alla storia di procedere in modo spedito e ritmato. Un ritmo dalla velocità sempre costante, che trascina con forza il lettore, sin dalla prima pagina, in una storia tenebrosa e a tratti perversa, capace di contaminare tutto ciò che c'è di bello e piacevole nell'amore, un amore che strega come una tetra malia, e che in questo caso viene presentato attraverso tinte cupe. 
Questa è la (torbida) storia di Alistair Jacobi, figlio di un uomo potente a capo di un'organizzazione criminale basata sul traffico di droga, e di Christopher, uno scagnozzo di quel tanto temuto padre. I due protagonisti, tanto diversi tra loro sia per ascendenza sociale che per carattere e cultura, si ritrovano inaspettatamente a dover collaborare tra loro, per gestire i loschi traffici di famiglia. Questa collaborazione, inizialmente vista da entrambi come una sorta di punizione, si trasforma poi (ben presto permettetemelo) in un vero e proprio legame, che stravolge i mondi di entrambi i ragazzi, facendo così crollare ogni solida certezza. Quello che inizialmente sembra essere incompatibilità muta poi in amore, un amore oscuro che però non ha nulla di buono e genuino come quello a cui siamo abituati. Ciò che lega i due ragazzi infatti è un legame contraddistinto da un'oscurità più cupa e tetra, che molte volte si palesa proprio davanti agli occhi di Allie, in una forma nera come la pece ed evanescente come un fantasma.

Niente è come sembra all'interno di questo fumetto, a partire dai personaggi stessi, che non ci mettono molto a rivelarsi per quelli che sono realmente: l'opposto di quello che mostrano in realtà. L'oscurità che Christopher in realtà non è nulla in confronto a quella che ospita Allie nel suo cuore, e viceversa, la fragilità dietro la quale si nasconde il figlio del boss, è in realtà ciò che più caratterizza il suo scagnozzo. Insomma, non fidatevi delle prime impressioni!

Questo assunto vale infatti anche per quanto riguarda i disegni, caratterizzati da un tratto morbido e delicato, una linea precisa e quasi evanescente, messa in secondo piano proprio dall'uso del colore, caratterizzato da una tavolozza di colori tenui e caldi, che sanno all'occorrenza diventare gelidi e oscuri. E' proprio in quei casi, in quei momenti in cui Allie si lascia andare e tira fuori tutta l'oscurità che si porta dentro, che il fumetto si mostra nel suo massimo splendore. In quei momenti in cui le tenebre circondano il lettore, lasciandogli un senso di inquietudine e ansia.
Un salto nel vuoto questo, che mi ha permesso di conoscere una grande autrice, capace di dar vita a tavole strabilianti e trame intriganti, che pur trattando a volte di sesso non risultano neppur per una volta volgari e banali. Una storia d'amore violenta e spietata che permette ai suoi protagonisti di mostrarsi per quel che sono realmente.


Lasciatevi quindi avvolgere dalle tenebre contenute in "Nine Stones" e preparatevi ad affrontarne le conseguenze, proprio come Allie e Chris!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento