martedì 23 maggio 2017

Libri, Letture e (La) Recensione: Playlist di Jen Klein

Buongiorno e bentrovati Evereaders! Esce proprio oggi il libro di cui vi sto per parlare, un libro dolcissimo pieno zeppo di musica!


PLAYLIST: L'amore è imprevedibile
di Jen Klein
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Shuffle and Repeat

EDITORE: De Agostini

GENERE: Romanzi YA

PAGINE: 320pp

PREZZO: 14,90€

USCITA: 23 mag 2017



TRAMA

Che cosa c’è di meglio del momento in cui ti rendi conto che il liceo sta per finire e la tua vera vita sta per cominciare? Niente, June ne è convinta. Diciassette anni e le idee chiare sul futuro, non vede l’ora di lasciarsi alle spalle la cittadina in cui è cresciuta e tuffarsi a capofitto nella nuova avventura del college. Al contrario di Oliver, l’atleta più popolare della Robin High, che vorrebbe che l’ultimo giorno di scuola non arrivasse mai. June e Oliver non hanno davvero nulla in comune. Potrebbero non rivolgersi mai la parola. Potrebbero far finta di non conoscersi. E invece. Invece il destino ha voluto diversamente. Perché le loro madri sono amiche per la pelle e hanno deciso che Oliver accompagni June a scuola in macchina. Tutti i maledettissimi giorni. A un tratto, June e Oliver sono costretti a passare parecchio tempo insieme. Peccato che non abbiano niente, ma proprio niente di cui parlare. E allora decidono di mettere la musica. Ma cosa succede quando un’anima rock come quella di June ne incontra una pop come quella di Oliver? Una guerra! Una sfida per il controllo della playlist… finché non accade qualcosa di totalmente imprevedibile. Perché a volte basta la canzone giusta al momento giusto e tutto cambia.

MY POINT OF VIEW

Ed ecco un altro libro perfetto da portare il mese prossimo con se al mare, una lettura perfetta sotto l'ombrellone che però vi avverto, è così bello da finire in un batter d'occhio! 

Questa è la storia dolcissima e un po' ingarbugliata (dal punto di vista sentimentale) di June Rafferty, un'adolescente come tante all'ultimo anno del liceo, e di Oliver Flagg un adolescente con la passione per lo sport. June ed Oliver si conoscono da sempre, sin dalla nascita, grazie all'amicizia solida che persiste nel tempo tra le loro mamme. Nonostante questo però il vero rapporto d'amicizia tra i due sboccia solamente il primo giorno dell'ultimo anno, quando June è costretta (dalla madre) ad accettare un passaggio (il primo di tanti altri) da Oliver fino a scuola. 

Non sono tutte rose e fiori inizialmente, soprattutto perché i due ragazzi appartengono a due mondi diametralmente opposti: lei è una di quelle voci dal coro che non si amalgamano con la massa, ma che anzi procedono in senso opposto, mentre lui che è uno dei più talentuosi giocatori di football fa invece parte della cerchia dei più popolari. Sembra infatti che tra i due non possa esserci neppure un punto d'incontro, nemmeno quando si parla di musica! I pensieri e le idee dei due ragazzi non ci metteranno molto a scontrarsi e a collidere l'uno verso l'altro, fino a sfociare in una vera e propria sfida musicale: infatti chi tra i due riuscirà ad avvalorare la sua tesi sulla vita liceale, avrà il diritto di scegliere una canzone da inserire nella playlist da ascoltare al mattino.

Questa playlist, la playlist dell'alba, che è il loro iniziale unico punto d'incontro, diventa però solo un pretesto, e permette alla storia di caricarsi della giusta dose di romanticismo, quel romanticismo tipico delle commedie adolescenziali americane. Questo libro sottolinea infatti diversi cliché tipici di quelle commedie, soprattutto dal punto di vista della caratterizzazione dei personaggi secondari, ma questo non risulta affatto un problema o uno svantaggio, anzi tutt'altro visto che proprio grazie al fattore musicale e al legame tra Oliver e June, la Klein riesce ad ovviare tutto questo e catalizzare l'attenzione su quei viaggi in macchina, che ogni giorno si arricchiscono di qualcosa in più.

Ovviamente, e non prendetelo come spoiler, June non ci metterà molto a capire ciò che prova realmente per quel belloccio di Oliver, che proprio grazie a quei viaggi in macchina, si rivela essere completamente diverso da quello che June aveva sempre immaginato. Oliver infatti non è solamente un tontolone devoto allo sport, è bensì un ragazzo spigliato ed intelligente che in un certo senso maschera questa sua intelligenza per amalgamarsi al suo gruppo. E' proprio la sua intelligenza ciò che più sorprende June e ciò che più la fa innamorare. Ed è proprio questo che mi è piaciuto di questa storia d'amore: non è infatti la bellezza che fa scattare la scintilla nel cuore di June, nonostante lei riconosca sin da subito quanto sia affascinante l'amico, ma è bensì la sorprendente cultura che nasconde l'atleta a farla capitolare, e perdere qualche battito.

Dal punto di vista del romanticismo la trama riesce, a mio parere, a soddisfare pienamente la curiosità del lettore, senza mai annoiarlo, nonostante di storie così ce ne siano già tante. Il punto di svolta, la ventata di novità, in questo romanzo è però lo sviluppo della trama dal punto di vista musicale. La scelta e la creazione della playlist, sfida dopo sfida, e l'arricchimento di questa a seguito di diversi eventi, è ciò che spinge il lettore a divorare nel giro di un giorno questo romanzo, proprio per scoprire con quale canzone l'autrice riesce a riassumere quella fetta di trama. 

Il volume è tenero quanto basta e riesce ad essere dolcissimo senza cadere però nel banale e nello smielato. E' un romanzo veloce e scorrevole, un romanzo diretto e alla portata di tutti, privo di inutili descrizioni riempitive e di punti morti. E' un romanzo cher riesce ad essere piacevole costantemente, dall'inizio alla fine. Un romanzo che porta la musica (messa a palla sia chiaro) sin dentro il cuore del lettore.

Ancora una volta un romanzo De Agostini che è riuscito a soddisfarmi, un romanzo che si sistema perfettamente in un catalogo che ad oggi non mi ha mai deluso. Un catalogo Young Adult che contiene romanzi forse passati un po' in sordina nel web (soprattutto dal punto di vista americano) ma che celano in se delle storie davvero affascinanti! Playlist non è da meno, soprattutto se riuscirete ad accompagnare la vostra lettura con le due playlist contenute a fine volume (in quella dei lettori c'è il mio zampino!).
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento