martedì 27 giugno 2017

Libri, Letture e (La) Recensione: Arrivederci tra le Stelle di Jack Cheng

Buon martedì Evereaders, quest'oggi doppia recensione! Oggi voglio parlarvi del libro più tenero del 2017, nel quale il protagonista è un ragazzino di undici anni dal cuore d'oro!


ARRIVEDERCI TRA LE STELLE
di Jack Cheng
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: See you in the cosmos

EDITORE: Bompiani

GENERE: Narrativa Contemporanea

PAGINE: 256pp

PREZZO: 15,00€

USCITA: 28 giu 2017



TRAMA

Alex Petroski ha undici anni e un'ossessione: il cosmo. Vive con la madre e un cane che si chiama Carl Sagan come il suo mito, l'ingegnere della NASA che ha progettato il Voyager, che trasporta nello spazio profondo il Disco d'oro con incise le voci e le immagini della Terra ad uso degli alieni. In omaggio a Sagan, anche Alex ha deciso di comunicare con gli extraterrestri, e affida al suo iPod la sua personale visione (a puntate) della vita sul nostro pianeta. Naturalmente è la vita secondo Alex Petroski, che non esita a scappare di casa col suo cane per andare a un convegno di costruttori dilettanti di razzi in Texas e del suo viaggio fa una cronaca puntuale e stravagante quanto le persone e le situazioni in cui si imbatte. Adottato da una piccola comunità di nerd come lui decisi a fargli ritrovare il padre che vive a Las Vegas, Alex farà della sua missione on the road un'occasione straordinaria per osservare da vicino gli esseri umani, compresa una scatenata sorellastra più grande, Terra, che sbuca dal nulla. Ma a un certo punto Carl Sagan (il cane) scompare...

MY POINT OF VIEW
                                                                      
                                                  

Ve lo dico subito, se come me avete amato Wonder questo romanzo riuscirà allo stesso modo a far breccia nel vostro cuore, a farvi emozionare, ragionare e persino farvi commuovere, grazie alla dolcissima storia di Alex, del suo sogno spaziale, del suo viaggio, ma soprattutto del suo coraggio!

Alex è un ragazzino di 11 anni, che ne dimostra 13 quando si parla di età della responsabilità, con la passione sfrenata per lo spazio, che vive in compagnia della sola madre e del cagnolino Carl Sagan, chiamato così in onore dell'omonimo scienziato, nonché eroe del piccolo protagonista. La vita di Alex si alterna quotidianamente tra chiacchiere sui forum spaziali e la costruzione del suo razzo Voyager 3, nonostante le difficoltà che il piccolo deve affrontare ogni giorno, a causa di una madre che ha ormai perso ogni briciolo di vitalità. Il suo sogno è quello di poter lanciare nello spazio un suo razzo, all'interno del quale stipare il suo prezioso Golden I-Pod su cui Alex ha registrato ogni genere di rumore, utile secondo lui per comunicare con altre forme di vita aliene. Nonostante la vastità del suo sogno Alex possiede un gran coraggio, una grande intelligenza, ed una gigantesca forza di volontà che lo porta ad intraprendere un'immensa avventura ardua persino per un adulto.

Attraverso uno stile narrativo tutto nuovo, rappresentato dalle registrazioni che Alex registra per gli alieni, Jack Cheng riesce a raccontare una dolcissima storia fatta d'Amore, di Coraggio e di Verità, tre parole fondamentali per descrivere questo tenero romanzo appassionante. Un romanzo scorrevole, del tutto nuovo e rivoluzionario, a partire dalla scelta narrativa che ad una lettura rapida può apparire come un pugno nell'occhio, ma che in realtà si dimostra essere una narrazione diretta e personale. L'autore infatti mette da parte il discorso diretto, e ci racconta la storia di Alex attraverso quello che sembra essere a tutti gli effetti il suo diario di viaggio, parte di quelle che potranno essere le sue future memorie. Ci lascia sbirciare la vita di Alex, lasciando proprio a lui il compito di raccontarcela, proprio come solo un ragazzino della sua età sa fare. Il talento dell'autore viene fuori proprio da questo aspetto: la veridicità della voce narrante. Jack Cheng infatti riesce a tirare fuori una voce sincera e schietta, una voce reale sotto svariati aspetti.

Il romanzo tocca svariati temi, tematiche importanti attuali e profonde come le difficoltà che comporta l'infanzia, il tema dell'abbandono e quello delle famiglie allargate, che l'autore riesce a tratteggiare con immensa bravura, eleganza e delicatezza. Si parla di Verità, quella con la V maiuscola, che viene ricercata in ogni capitolo, in ogni singola pagina, attraverso le figure dei svariati personaggi. La verità però ci mette un po' di tempo per venire a galla, ed Alex lo scoprirà a sue spese, ritrovandosi così circondato da certezze ormai prive di fondamenta, destinate quindi a crollare. Nonostante questo però Alex si rivela essere il più coraggioso tra tutti i protagonisti, quello che nonostante la giovane età riesce a dimostrare una certa maturità, che traspare proprio dalle sue curiose domande infantili (pur essendo questo un aggettivo che non si addice al protagonista). 

Nonostante sembri che sia lo Spazio, il fulcro del romanzo, si capisce sin dai primi capitoli che in realtà il tema principale di questo romanzo, la colonna portante, è la Famiglia. E' proprio questo tema infatti a rendere questo libro un romanzo di formazione a tutti gli effetti. Attraverso il suo viaggio, interiore ed esteriore, Alex riuscirà a crescere e maturare, nonostante la giovane età, e allo stesso tempo aiutare gli altri a intraprendere questo percorso di crescita. Il romanzo infatti, nonostante sembri un middle-grade, è a tutti gli effetti un romanzo di narrativa generale, rivolto però ad ogni fascia di età, che certamente saprà apprezzarne le diverse sfumature.
Se volete farvi un regalo, se volete farlo ad una persona speciale, allora domani correte in libreria perché questo E' IL ROMANZO più tenero di questa prima metà del 2017! La tenerezza ha trovato finalmente un nuovo volto, ed ha un nome: Alex Petroski.
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento