giovedì 8 giugno 2017

Comics Sense: Champions di Marc Waid e Humberto Ramos (Recensione)

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! Poiché le recensioni riguardanti i fumetti americani, i comics appunto, stanno crescendo sempre più, con oggi inauguro una nuova sezione del blog NERDPOP, la sezione nella quale confluiranno tutti i post a tema Nerd, tra cui questa nuova rubrica "Comics Sense" per le recensioni di fumetti americani.


CHAMPIONS - Una nuova generazione
di Marc Waid e Humberto Ramos
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Champions #1

EDITORE: Panini Comics / Marvel

GENERE: Supereroi

PAGINE: 32pp

PREZZO: 1,00

USCITA: 07 giu 2017




TRAMA

Dopo Civil War II, i giovani eroi cercano un posto nel mondo! Un team che vuole rendere il pianeta un posto migliore... sfidando gli adulti!


MY POINT OF VIEW
                                                                   

In un mondo pieno di terrore, di caos e scompiglio, c'è bisogno di supereroi. Non di supereroi qualunque e nemmeno team ormai visti e rivisti. Il mondo è perennemente in pericolo e ha bisogno di nuovi eroi, eroi giovani e talentuosi, eroi dal cuore puro...dei veri e propri Campioni!

Lo ammetto gli spillati un po' lì odio, proprio perché finiscono troppo facilmente, e quindi sono sempre solito gettarmi su i volumi più corposi, o persino su gli omnibus, e quindi aspetto silenziosamente mesi e mesi, senza alcun problema. In questo caso però no, stavolta non ce l'ho fatta ad aspettare! Mi sono innamorato a prima vista della cover di questo fumetto, e quindi un solo sviluppo ci sarebbe potuto essere: Champions doveva essere mio nel giorno d'uscita, e al diavolo il formato sottiletta.

Le aspettative generatesi a seguito della visione della cover sono state pienamente soddisfatte già con questo primo albetto, che pone le basi per una serie che si prospetta essere strabiliante. Questo primo volume sembra quasi essere un albo zero, perché funziona come una sorta di (ri)presentazione (chi come me segue altre serie Marvel conoscerà senz'altro i protagonisti) dei protagonisti principali, senza però entrare nello specifico, sia per quanto riguarda il loro animo ed il loro carattere, sia per quanto riguarda l'azione vera e propria. Quello che però questo albetto vuole espletare è il pensiero e la linea d'azione di questo nuovo team di supereroi.

Kamala Khan, aka Ms. Marvel (l'eroina che ha rapito il mio cuore), che sembra quasi essere il leader del team (almeno per adesso) ha degli ideali ben precisi, che dimostra più e più volte nella sua storia principale (raccontata negli albi della Marvel Collection), e una linea d'azione forte ma per nulla distruttiva, un pensiero pacifico in un mondo ormai nel caos. Questo suo pensiero dimostra pienamente la posizione sociale della nostra Kamala, che nonostante i super poteri rimane sempre la ragazzina "diversa" di Jersey City. Il suo pensiero è uno solo, e rimane tale ed immutato nonostante le diverse testate su cui ella appaia: bisogna aiutare le persone e sventare gli attacchi dei nemici, senza però ricorrere alle classiche scazzottate. Il suo team di giovani supereroi, tra i quali spiccano Hulk (Amadeus Cho), Spiderman (Miles Morale), Nova e Viv (la figlia di Visione), si prefissa infatti questo obiettivo: farsi valere e fare del bene ma senza ricorrere ai metodi usati dagli "adulti".

Questo loro pensiero nuovo e rivoluzionario, irriverente sotto diversi aspetti, appare allo stesso tempo come una sfida, rivolta verso quegli eroi adulti (e forse un po' datati nel pensiero), ma allo stesso tempo una richiesta di supporto, volta all'unione e alla creazione di un organismo più grande, vero e genuino. Un nuovo team di supereroi che non teme di porgere l'altra guancia.

A rendere poi ancora più spettacolare questo primo albo ci pensano i disegni di Humberto Ramos, con il suo stile fresco e moderno che riesce allo stesso tempo a ripercorre lo stile utilizzato dai suoi predecessori nella realizzazione e caratterizzazione dei protagonisti. Questo stile moderno e giovanile però ha anch'esso un super potere simile a quello di Kamala: esso infatti muta quando la scena è calcata dai super adulti, dove le tavole assumono tonalità più scure e un tratto più adulto.
Insomma sono caduto in tentazione per l'ennesima volta e ora mi toccherà trovare uno spazio anche per questi spillati! #CheFaticaLaVitaDelLettore no? Io vi invito a commentare e a farmi sapere la vostra su questa nuova serie, qualora l'avreste già iniziata. Nel frattempo...
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento