giovedì 29 giugno 2017

Liete Novelle: Il cuore dell'ombra di Marco D'Amico Laura Iorio e Roberto Ricci (Recensione)

E bentrovati amici di Everpop! E' da tanto che non parliamo di un nuovo Tipotondo, ed oggi per questo mi sembra il giorno adatto! Pronti a fare un salto in un mondo tenebroso?




IL CUORE DELL'OMBRA
di Marco D'Amico Laura Iorio e Roberto Ricci
                                                                                             

TITOLO ORIGINALE: Le coeur de l'ombre

EDITORE: Tunué

GENERE: Favole nere

PAGINE: 104pp

PREZZO: 16,90€

USCITA: 08 giu 2017



TRAMA

Luc è un bambino occhialuto, ha origini italofrancesi, una madre iperprotettiva e un grosso problema: vive da sempre nella paura a causa dell'Uomo Nero, un tizio smilzo e dal volto affilato che lo assale nel cuore della notte. Luc cerca di scacciarlo in tutti i modi, finché viene risucchiato nel suo mondo, dove le cose sono grigie, sghembe e ritorte, e i mostri temono lui quanto lui teme loro. Questo è l'inizio di un viaggio durante il quale l'Uomo Nero farà da guida al bambino che, catapultato in luoghi esotici e pregni di folclore, imparerà ad affrontare l'ignoto e, con esso, ognuna delle sue paure.

MY POINT OF VIEW
                                                                 
                                     

La paura è una "compagna" che ci sta accanto sin da bambini, in quel periodo in cui ciò che ci è stato raccontato si tramuta in strane figure che si nascondono nell'ombra, pronte a sbucare fuori proprio nei momenti più bui e oscuri. La paura è un sentimento che ci accompagna per tutta la nostra vita e muta di anno in anno, proprio insieme a noi. La paura è qualcosa di intangibile, eppure nonostante questo riesce comunque a farci tremare, in ogni sua forma. Qualcosa di intangibile che però assume una forma concreta in "Il cuore dell'ombra", un graphic novel vincitore del Silver Award alla X Edizione dell'International Manga Award. Nonostante questo premio però non aspettatevi certo un'opera in stile manga, perché vi assicuro che troverete ben poco di "manga" in questo fumetto, che però riesce senza dubbio a farsi valere proprio per la sua veste grafica.

Se credevate di essere tipi che si spaventano facilmente be'...non avevate mai conosciuto Luc. Lui si che è un vero fifone, forse IL PIU' fifone al mondo, un ragazzino che ha paura di ogni singola cosa che lo circonda: i compagni di scuola, il cane del vicino, la piscina, gli insetti, i microbi...e tanto altro ancora. Ciò che più lo spaventa, a causa delle continue storie raccontate dalla nonna, sono quegli esseri oscuri che si nascondono nell'ombra, esseri dai nomi diversi come El Cucuy, il Boogeyman, il Bunyib...l'Uomo Nero. In compagnia di quest'ultimo Luc si ritroverà a vagare tra il mondo degli umani e quello delle ombre per portare a termine una strana missione, di cui lui stesso è all'oscuro. Una missione che darà delle risposte ad entrambi i protagonisti, verità che fino a poco tempo prima ignoravano del tutto.

Il fumetto accoglie in se un variegato e anche un po' strambo gruppo di personaggi, personaggi assai accattivanti, soprattutto nel loro aspetto. Quello che però spicca tra tutti è l'Uomo Nero, un personaggio assai affascinante, nonostante il suo aspetto un po' snob, che appare, in un viaggio nell'oscurità come questo, come una sorta di Virgilio delle tenebre, pronto ad affiancare quello che potrebbe apparire a tutti gli effetti un piccolo Dante, imbarcato contro la sua volontà in un viaggio volto alla crescita interiore e alla scoperta di ciò che lo circonda.

Cos'è la paura? Che forma può assumere? Be' a spiegarcelo stavolta sono i tre autori di quest'opera, che con grande ingegno e estrema delicatezza riescono a tratteggiare la paura sotto diverse forme, adattandola però ad una fascia di lettori giovani, quasi alle prime armi. Partendo da quelle che sono le "storielle" che da sempre ci vengono raccontate da bambini ,per incuterci timore e per educarci al rispetto delle regole (che strane cose riesce a partorire la mente umana), questo variegato trio riesce a tirar fuori una vera e propria emozionante avventura fatta di viaggi, esplorazioni e fughe. Un viaggio di crescita, quella di Luc, costellato di paure e timori, alla fine del quale è possibile però scovare il coraggio. Grazie alla paura e alla debolezza che essa genera, ma soprattutto al percorso intrapreso da Luc, questo fumetto si profila a tutti gli effetti come un romanzo di formazione a fumetti. Un fumetto che colpisce con la sua morale sia i grandi che i più piccini.

Non ci sono molte influenze Giapponesi, o almeno se ci sono io non ho saputo coglierle, ma ho trovato tante tante influenze francesi, soprattutto per quanto riguarda il tratto e l'uso del colore. Il fumetto infatti mi ha ricordato dei bellissimi libri di fiabe visti anni fa nelle vetrine parigine, volumi eleganti e raffinati, curati nel dettaglio fin dalla copertina, come succede per questo volume, che non a caso è nato proprio in Francia. Uno stile che ricorda molto quello di Tim Burton, tanto nei disegni quanto nella trama (che a mio parere possiede anche quel pizzico di stile alla Edgar Allan Poe, ma in modo velato e meno maturo, proprio per adattarsi al pubblico giovane), sia per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi e le loro forme, sia per quanto riguarda gli sfondi e le ambientazioni. Una favola oscura quella rappresentata da Laura con il suo tratto morbido ma spigoloso, minuzioso in ogni suo singolo dettaglio, e arricchito da dei colori pastello finemente applicati. Il contrasto tra l'oscurità dei grigi con la lucentezza degli altri colori, rende questo volume una vera e propria piccola perla del fumetto. Infatti nonostante la trama si profili con un ritmo lento e cadenzato, il graphic novel riesce a incantare proprio grazie a queste delicatissime tavole.
Un viaggio nell'oscurità quello che ci offre stavolta Tunué, un'oscurità ammaliante e incantevole che spinge il lettore a ritornare più volte su determinate tavole. Lasciatevi andare e preparatevi ad accogliere quelle strane figure che si nascondono nell'ombra. Non abbiate paura, perché questo romanzo a fumetti vi mostrerà la via per il coraggio.
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento