giovedì 15 giugno 2017

Liete Novelle: Injection Vol 1 di Warren Ellis e Declan Shalvey (Recensione)

Buon giovedì Evereaders, quest'oggi voglio accompagnarvi in una lettura misteriosa dalle note inquietanti e allo stesso tempo intriganti, una lettura che mescola mistero ed esoterismo. Pronti alla prima iniezione?


INJECTION Volume 1
di Warren Ellis e Declan Shalvey
                                                                                             

TITOLO ORIGINALE: Injection #1

EDITORE: Saldapress

GENERE: Thriller/Horror

PAGINE: 120pp

PREZZO: 14,90€

USCITA: 13 lug 2016



TRAMA

C’erano una volta cinque pazzi che avvelenarono il ventunesimo secolo. Oggi sono alle prese con la stanchezza dovuta al dover continuamente salvare gli esseri umani da un mondo diventato troppo strano per poter sostenere la vita. INJECTION è la nuova serie del prolifico e geniale Warren Ellis (Trees), e del disegnatore Declan Shalvey, cioè l’acclamato team creativo di Moon Knight. INJECTION racconta quanto rumoroso e strano stia diventando il mondo. Parla di un futuro selvaggio e di un passato spaventoso che collassano insieme nel presente. E, soprattutto, narra la storia di cinque eccentrici geni che armeggiano col paranormale e il sacro, affrontando il peso crescente di ciò che hanno fatto al pianeta con la loro ‘iniezione’. Una delle migliori serie targate Image Comics degli ultimi anni, in bilico tra fantascienza, horror, romanzo poliziesco, thriller tecnologico e ghost story.

MY POINT OF VIEW
                                                             

Stavolta mi sento davvero spaesato. Dopo aver concluso la lettura di questo primo volumi sono stato sopraffatto da una confusione più totale e ovviamente mi sento braccato da dubbi, curiosità e interrogativi vari. Cosa ho letto? Be' stavolta è difficile dirlo! Magia? Scienza? Folkrore? Cos'è che invade il mondo di Injection? Cos'è che brancola nel buio e si aggira sinuoso nell'oscurità?

Be' questo è senza dubbio uno dei più grandi interrogativi che contraddistinguono la storia della dottoressa Maria Kilbride, una donna geniale e talentuosa, ed il suo team di "bizzarre" personalità, ognuno dei quali appartenenti a categorie diverse (nelle quali ovviamente eccellono). Un team molto potente forte ed ambizioso, che però per motivi sconosciuti non riesce a reggere il peso, e immancabilmente si scioglie. Questa separazione è senza dubbio uno dei principali interrogativi che si presentano ad inizio opera, e braccano il lettore durante tutta la lettura. Qualcosa è successo, qualcosa è andato storto, e ogni membro del team brancola per in questo mondo oscuro, a partire dalla dottoressa Maria, internata in un'ospedale psichiatrico. Qualcosa ora si aggira tra le ombre pronto a distorcere la realtà, con la sua magia...o forse con una avanzatissima tecnologia (non sarò certo io a svelare questo interrogativo).

Questa intricata e caotica trama, che si alterna tra presente e passato, dissemina lungo tutto il suo sviluppo una miriade di enigmi, i quali ovviamente non trovano soluzione nel primo volume, ma si vanno bensì a sommare l'uno sull'altro, così da creare ulteriori dubbi ed ulteriore confusione. In questo primo volume Warren Ellis riesce ad attrarre a se e a combinare generi diversi e a volte persino contrastanti, generi come l'horror, il thriller e l'esoterico. In questo fumetto però la magia viene tratteggiata lievemente, o meglio viene in qualche modo celata, al punto tale da generare un grosso dubbio nel lettore: si tratta davvero di magia o è semplicemente scienza avanzata?

Alternandosi tra presente e passato l'autore riesce a gettare le basi per una serie geniale e variegata, caratterizzata da un ritmo lento e cadenzato che subisce poi improvvisi picchi adrenalinici assimilabili a quelli di una suite per orchestra dai toni oscuri. Questi continui salti temporali inoltre permettono all'autore di tratteggiare (anche se velatamente) i background dei vari protagonisti, caratterizzandoli però solo con pochi ma efficaci elementi. Alla fine di questo primo volume infatti ogni componente del team della dottoressa Kilbride continua ad apparire come un'ombra confusa e inafferrabile. 

Una storia che non mi spaventa identificare come unica nel suo genere, ricca e variegata (così per ripetermi) sia dal punto di vista narrativo che dal punto di vista grafico, dove a tenere le redini è Declan Shalvey, con il suo tratto moderno e minuzioso, che combinato ai colori di Jordie Bellaire riesce ad esprimere bellezza, timore ed inquietudine. Lo stile di Shalvey si adatta perfettamente a quelle arie magiche che si insinuano tra le pagine del volume, e grazie all'utilizzo di una linea leggera e sinuosa, ma allo stesso tempo dinamica ed esplosiva, riesce a dar vita a quel "folklore" che ossessiona i personaggi. Le tavole raggiungono infatti il picco massimo proprio quando ci sono di mezzo la magia ed il mistero, che l'autore irlandese riesce a trasportare su carta, in maniera nuova e rivoluzionaria.
In poche parole Injection si presenta sin da subito come un'opera dalle mille sfaccettature, oscura e intrigante, contraddistinta da ansia timore ed inquietudine. Un volume misterioso e a tratti persino spettrale come solo la magia sa essere. Ma ricordate una cosa: di quale magia parliamo in realtà?
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento