martedì 27 giugno 2017

A Party with Stephen King: Le Notti di Salem (Recensione)

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! Continua la settimana tutta dedicata al grande Re, volta a celebrare le sue grandi opere, riedite da Pickwick con una nuova veste grafica! Io oggi vi parlo del mio libro preferito in assoluto: LE NOTTI DI SALEM!


LE NOTTI DI SALEM
di Stephen King
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Salem's Lot

EDITORE: Sperling & Kupfer/Pickwick

GENERE: Horror

PAGINE: 672pp

PREZZO: 12,90€

USCITA: giu 2017




TRAMA

Una casa abbandonata, un paesino sperduto, vampiri assetati di sangue. Quando il giovane Stephen King decise di trapiantare Bram Stoker nel New England sapeva che la sua idea, nonostante le apparenze, era buona, ma forse neanche la sua fervida immaginazione avrebbe saputo dire quanto. Era il 1975 e, da allora, il racconto dell'avvento del Male a Jerusalem's Lot, meglio conosciuta come 'salem's Lot, non ha mai cessato di terrorizzare milioni di lettori, consacrando il suo autore come maestro dell'horror. Questo piccolo classico contemporaneo viene ora riproposto in un'edizione illustrata arricchita da una nuova introduzione, due racconti e un sostanzioso apparato che raccoglie le pagine eliminate nella stesura finale.


MY POINT OF VIEW
                                                                     
                                           

Nonostante i due anni di attività del blog non ero ancora riuscito a parlarvi di uno dei miei libri preferiti di sempre. Uno degli horror più cupi e tenebrosi, più adrenalinici e travolgenti. Un horror con la H maiuscola, che mi ha tenuto incollato alle pagine senza mai lasciarmi andare, costringendomi a fare le ore piccole, e a non dormire...anche per la paura. Durante la mia "carriera da lettore" ho letti svariati horror, ma nessuno (sia prima che dopo aver letto Le Notti di Salem) è mai riuscito a coinvolgermi e terrorizzarmi allo stesso modo. Dopo aver letto questo libro, gli altri horror vi sembreranno banali e per nulla spaventosi.

Jerusalem's Lot è la protagonista di questo romanzo, lei ed i suoi abitanti, che improvvisamente si trovano braccati e circondati dal male più oscuro, rappresentato stavolta da due misteriosi nuovi arrivati, i quali con il loro trapianto a Salem's Lot iniziano a seminare scompiglio, dubbi e tanta tanta paura. Cosa nascondono questi due loschi figuri? Perché la morte e la sfortuna ha ormai circondato la città? Spetterà proprio ad un vecchio abitante di Jerusalem's Lot, ritornato dopo anni nella città di origine, scoprire cosa si nasconde lassù in casa Marsten. 

Battuta dopo battuta, capitolo dopo capitolo, morte dopo morte, Stephen King ci trasporta, ci trascina, ci catapulta, in una vera e propria spirale di terrore, una spirale dalla quale è difficile uscire, soprattutto per la malia che la trama esercita. Il Gran Maestro riscopre e rispolvera una storica figura della letteratura, Dracula, impiantandolo in una realtà diversa da quella originaria, che però rende questa tipologia di esseri ancora più terrificante, proprio a causa del periodo d'ambientazione. Ogni pagina, ogni parola infatti, trasuda ansia pura, grazie soprattutto alla presenza di questi esseri maligni, vampiri fuori dall'ordinario pur essendo riproposti nella loro forma classica, che ti entrano dentro e scavano profondi buchi neri. Riuscire a dormire sonni tranquilli non sarà affatto semplice, ma vedrete che ne varrà senz'altro la pena.

Con un ritmo veloce e travolgente, persino un volumone come questo finisce nel giro di qualche giorno. Le notti di Salem infatti rientra nella categoria di libri "kinghiani" che pur mostrandosi come dei veri e propri mattoni, in realtà non sono altro che speditissime storie travolgenti, che seducono il lettore proprio grazie al loro essere dure, crude, oscure e spietate. Insomma Terrificanti!

A rendere poi questo romanzo semplicemente sublime è il cast di personaggi che King tratteggia e caratterizza nel dettaglio, anche quando si parla di un banalissimo personaggio minore (che immancabilmente perde l'appellativo di banale). I personaggi di questo romanzo vengono caratterizzati sin nel dettaglio, nel profondo del loro animo, che viene immancabilmente messo a nudo, permettendo così al lettore di provare empatia verso ognuno di essi. Persino la voce degli antagonisti in questo libro risulta diretta e incantatrice, ed è proprio per questo che ogni singolo personaggio buono funziona, perché c'è una spietata controparte che dona uno scopo.

Parlare oggi di "Le notti di Salem" mi fa pensare ad Outcast, telefilm e fumetto, che forse forse qualcosa di questo meraviglioso romanzo ce l'ha, e chissà se Kirkman (seppur involontariamente) un po' non abbia attinto a questo libro. Parliamo ovviamente di due prodotti diversi, che però in qualche modo collidono l'uno verso l'altro, soprattutto per quell'atteggiamento introspettivo che hanno le due storie nei confronti della paura e del male. Ben, l'enigmatico scrittore protagonista di questa storia, e Kyle, l'esorcista di Outcast, in qualche modo si assomigliano, pur apparendo differenti sotto diversi aspetti. Il loro coraggio, la loro forza di volontà, il loro voler scacciare in tutti i modi il male e proteggere chi ha realmente bisogno di loro, li porta in qualche modo ad essere accomunati, e allo stesso tempo dona ad entrambe le opere quella scintilla che permette alla storia di brillare (in questo caso sarebbe meglio dire accecare).
Insomma dopo tutta questa prosopopea la morale è una sola: SOLO DOPO AVER LETTO QUESTO LIBRO SAPRETE COSA SIA REALMENTE UN HORROR! In pratica dovete leggere questo romanzo e non dormire la notte, detto in parole povere! Siete un po' curiosi?
See you soon! -Lewis

VUOI SCOPRIRE LE NUOVE EDIZIONI TARGATE PICKWICK? 
Segui il link per saperne di più! 
http://www.sperling.it/risorse/IT-Stephen-King/

Nessun commento:

Posta un commento