lunedì 5 giugno 2017

Libri, Letture e (La) Recensione: Tutta colpa di un fulmine di Arianna Leoni

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! Questa prima settimana di giugno la iniziamo con una nuova recensione, stavolta tutta dedicata ad un pubblico di giovani lettori!

TUTTA COLPA DI UN FULMINE
di Arianna Leoni
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Tutta colpa di un fulmine

EDITORE: Mondadori

GENERE: Narrativa per ragazzi

PAGINE: 200pp

PREZZO: 17,00€

USCITA: 21 mag 2017




TRAMA

Virginia pensa che i maschi siano creature maleodoranti che ascoltano musica trash, studiano il minimo e alle ragazze fanno complimenti romantici come il morbillo. Suo fratello gemello Leon pensa che le femmine siano secchione, perfettine, frignone e divertenti come una verifica a sorpresa. Ma cosa sanno davvero i ragazzi delle ragazze e viceversa? A causa di un fulmine Virginia e Leon si ritrovano l'uno nel corpo dell'altra. Brufoli compresi. Virginia teme che il nuovo Leon possa rovinarle la media scolastica e Leon è costretto a una sessione di shopping (con tanto di sfilata!), prima di convincersi che maschi e femmine non sono poi così diversi. Ma, anzi, hanno tante cose da dirsi...

MY POINT OF VIEW
                                                                    

                                                        


Sto crescendo, e crescendo mi tocca riconoscere che alcune letture ormai non sono più destinate alla mia età, non perché queste siano meno interessanti di altri, poco belle o altro, ma semplicemente perché sono arrivato ormai ad aver letto davvero molti libri e mi può capitare, come è accaduto stavolta, che quello che mi ritrovo davanti sa di "già letto". Stavolta mi è successo con "Tutta colpa di un fulmine" di Arianna Leoni.

Tutto parte con un fulmine. Ma non aspettatevi un colpo di fulmine da film romantico. Il colpo di fulmine di cui parliamo è un vero e proprio colpo di fulmine, con tanto di scossa e lampo annesso. Parliamo del colpo di fulmine che colpisce Virgina e Leon, due gemelli che a causa di un litigio sorto durante una loro escursione in montagna, si ritrovano l'uno nel corpo dell'altra...proprio a causa di questo fulmine. Costretti a vivere ognuno nel corpo dell'altra i due gemelli, inizialmente entrambi sul piede di guerra pronti a farsi battaglia, ci metteranno un po' per capire quanto possa essere difficile la vita dell'altro, quella vita che da sempre hanno dato per scontata e trovato superficiale e/o noiosa. 

Premetto subito dicendo che questo libro è carinissimo, dolcissimo e anche ricco di momenti divertenti, l'unica "pecca" (se proprio devo chiamarla così) è il range di età (ovviamente suggerito dalla collana "Ragazzi" nella quale viene pubblicato il romanzo) molto molto giovane. Il romanzo di per sé è molto scorrevole e veloce, lo si legge in poche ore grazie a quella giusta dose di curiosità che l'autrice riesce a imprimere negli eventi principali che caratterizzano l'opera. Il romanzo funziona proprio grazie a questa curiosità che l'autrice riesce a generare nel lettore, che spinto dal voler sapere come si muoveranno i due protagonisti, i due gemelli del romanzo, è portato a macinare naturalmente pagine su pagine, fino ad arrivato al tanto agognato finale.

E' un libro questo che stupisce sì i più giovani, ma riesce comunque a divertire e far sorridere i più grandi, e a portarli a provare una spontanea empatia verso uno dei due protagonisti (io non mi sarei mai aspettato di riuscire ad immedesimarmi in Leon ad esempio). Per i più grandi l'effetto sorpresa ha una forza meno impattante, perché il romanzo ricorda opere come "Quel pazzo venerdì", il film Disney con Lindsay Lohan e Jamie Lee Curtis, in cui madre e figlia si scambiano i corpi a seguito di un inaspettato desiderio. Sono proprio quel sapore e quelle note da film Disney che caratterizzano lo stile e la trama di questo romanzo, che durante tutto l'arco narrativo appare come una spensierata e ben curata commedia adolescenziale americana italianizzata. Gli elementi infatti ci sono tutti, e quegli aspetti che solitamente si possono trovare nelle commedie ambientate nei licei vengono riadattate perfettamente alle scuole medie, risultando così credibili e interessanti.

Un lavoro che l'autrice riesce a fare egregiamente è quello legato alla caratterizzazione dei personaggi, un ragazzo ed una ragazza, che l'autrice riesce a differenziare e a rendere credibili. Arianna Leoni infatti riesce a risultare credibile anche prestando la voce ad un ragazzino delle medie, che nonostante lo scambio di corpi sembra quasi essere un nostro fratellino o cuginetto. Riuscire in questo si sa, non è mai semplice e molte volte si rischia di cadere nel banale, ma bisogna riconoscere all'autrice questa bravura nella narrazione!
Non è mai semplice vivere la propria vita, figurarsi quella del proprio fratello/sorella. Quanto può essere difficile calzare la vita di una persona che ogni giorno ci è accanto ma di cui sappiamo ben poco? Be' per scoprirlo non dovrete far altro che cedere alla tentazione di "Tutta colpa di un fulmine". Il resto verrà da sé.
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento