lunedì 3 luglio 2017

Pensieri a Fumetti: Nine Stones 2 - Il re dei ratti di Sara Spano (Recensione)

Buon lunedì amici di Everpop! Dopo la prima (lettissima) recensione non potevo certo esimermi dal dire la mia sul secondo spettacolare volume di questa serie (che ho scoperto solo ieri essere una serie) partorita dalla mente geniale di Sara Spano!


NINE STONES 2 - IL RE DEI RATTI
di Sara Spano
                                                                                        

TITOLO ORIGINALE
: Nine Stones #2

EDITORE: Editoriale Cosmo

GENERE: Thriller/Horror

NUMERO VOLUMI: 2 (Prima parte della Trilogia)

PREZZO: 5,50€

USCITA: 29 giu 2016



TRAMA

Sogni inquietanti agitano le notti di Alistair “Allie” Jacobi. Ma la sua realtà non è tanto migliore. Il padre, un boss di un’organizzazione criminale, decide che il figlio deve iniziare a farsi le ossa nella malavita. Così Allie, a 19 anni, si ritrova a fare “tirocinio” in un discount gestito dal genitore che, con la copertura delle consegne a domicilio, spaccia droga all’intera città. A insegnargli il “mestiere” c’è Christopher, un ragazzo più grande di lui. Il legame che nascerà tra i due farà emergere oscure presenze e inquietanti ed enigmatiche premonizioni.

MY POINT OF VIEW
                                                                      
                                              

Dopo un primo spettacolare volume (la recensione QUI), carico di passione e violenza, mi sono fiondato in edicola su questo secondo volume, il giorno stesso d'uscita. E' stato praticamente impossibile resistervi, soprattutto perché questo secondo volume è una vera bomba! Se il primo volume mi aveva conquistato alla prima lettura, questo secondo volume invece ha fatto breccia nel mio cuore prima ancora di aprirlo!

Dopo essere rimasto letteralmente a bocca aperta dopo aver letto un primo volume carico di passione e disperazione, mi sono lanciato a tutta velocità nella lettura di questo secondo capitolo della storia ammantato di violenza, una vera e propria spirale di ansia e inquietudine. In questo secondo volume alcuni degli enigmi comparsi durante la prima parte della storia vengono finalmente svelati, sin dalle prime pagine: viene rivelata infatti rivelata tutta la verità che aleggia attorno al personaggio Allie, l'oscurità che lo seguiva e lo braccava infatti acquista finalmente un volto. Un volto inaspettato che stravolge completamente la storia, ma che allo stesso tempo permette di proseguire (a ritroso) così da svelare le restanti carte coperte messe in gioco nel volume precedente. 

La storia di Alister e Christopher si infittisce, acquistando toni sempre più cupi ed oscuri, sfumature sempre più tenebrose e violente, che sfociano in un vero e proprio bagno di sangue. Il sangue è infatti il filo conduttore che tiene insieme il dolore e la violenza, due temi assai caratterizzanti in questa storia, una storia dura e cruda che cozza completamente (e volutamente) con le tavole che la rappresentano. L'amore e la passione che caratterizzavano il volume precedente vengono messi completamente da parte, per apparire solo di rado come un sottile spiraglio di luce, una breve speranza...destinata però a morire sin da subito. Insomma, "lasciate ogni speranza o voi che vi apprestate a leggere questo fumetto".


Ho trovato questo secondo volume molto più maturo rispetto al precedente, molto più centrato e caratterizzato da elementi fortemente psicologici. Non a caso si segue il processo di "crescita" mentale del protagonista, che permette di entrare sempre più a fondo nel personaggio di Allie, nella sua conseguenziale spietatezza e nella violenta perversione che si fa strada con forza, artigliando tutto ciò che lo circonda. La parola "crescita" in realtà è un termine assolutamente sbagliato da utilizzare poiché il percorso che compie Allie in realtà non è altro che un'involuzione, un salto nel vuoto più oscuro. L'odio si sostituisce all'amore, oscurandogli il cuore e prendendo il sopravvento, cambiando così completamente quello che era inizialmente un ragazzo candido e innocente. Un percorso oscuro destinato a sfociare sicuramente in qualcosa di semplicemente fantastico, nei prossimi volumi che andranno a comporre la trilogia.

Anche stavolta la Spano riesce a mescolare abilmente i diversi generi di lettura, dando però maggior spazio stavolta alla costante thriller/horror. Il dramma persiste e cresce con il percorso "all'inverso" del protagonista, per poi sfociare in un finale incredibile (e inaspettato), con tanto di cliffhanger degno delle migliori serie tv. Stavolta è la follia a contaminare l'animo del lettore, a spiazzarlo e a lasciarlo senza fiato, e a volte persino a scombussolarne lo stomaco. Ve lo voglio dire, ci sono scene davvero crude, poco consone se siete deboli di stomaco, ma non per questo vi sconsiglio di leggerlo, anzi!

Ancora una volta "niente è come sembra", non esistono certezze in questa storia e tutto ha una seconda misteriosa chiave di lettura, a partire dai disegni. Ancora una volta a dar vita ad una storia così torbida e oscura ci pensano i delicati e luminosi disegni dell'autrice che pur contrastando completamente con le tenebrose atmosfere della trama completano perfettamente una serie come questa. Dal contrasto trama/disegni infatti nasce un fumetto destinato a farsi strada sempre più ferocemente.
Se non avete ancora ceduto al lato oscuro di "Nine Stones", credo proprio che sia giunto il momento di farci un pensierino. Pronti a fare tirare fuori gli artigli?

See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento