mercoledì 14 febbraio 2018

Comics Sense: Secret Warriors vol. 1 di Matthew Rosenberg e Javier Garron (Recensione)

secret empire daisy johnson

SECRET WARRIORS - Parte Uno

Buongiorno e buon mercoledì intrepidi amici di Everpop! La giornata si apre con una nuova miniserie Marvel letteralmente...ESPLOSIVA! Siete pronti a conoscere un nuovo gruppo, improvvisato, di supereroi? Ad attendervi stavolta ci sono i Secret Warriors!

SECRET WARRIORS vol. 1 di Matthew Rosenberg e Javier Garron

                                                                                                                  
EDITORE: Panini Comics | GENERE: Supereroi
PAGINE: 112pp | TITOLO ORIGINALE: Secret Warrriors #1
USCITA: 25 gen 2018 | PREZZO: € 9,90 | EBOOK: € 
                                                                                                                  

TRAMA

GUERRIERI SEGRETI CONTRO L’IMPERO SEGRETO! Capitan America e l’Hydra hanno conquistato il mondo e lo S.H.I.E.L.D.! L’agente Daisy Johnson, alias Quake, non è d’accordo. Insieme agli Inumani e a Ms. Marvel, Moon Girl, Devil Dinosaur, Karnak e Inferno si batteranno fino all’ultimo.

MY POINT OF VIEW
                                                                         
                                              

Se vedeste i miei occhi in questo momento capireste una cosa: sono innamorato follemente. Lo si capisce per lo sbarluccichio che ormai ha preso possesso delle mie pupille. La causa? Questo primo, magnifico, volume di Secret Warriors. Il perché? Bè semplice, i miei eroi preferiti in un'unica serie! Come ormai ben saprete Ms Marvel e Moon Girl sono due tra le mie eroine Marvel preferite, le preferite in assoluto; leggere quindi una serie con loro due come protagoniste, affiancate da Inferno, che è il mio Inumano preferito, non può che essere una vera e propria esperienza sensoriale prossima alla goduria. Insomma per dirla in breve questo arco narrativo mi ha fatto letteralmente impazzire (e siamo solo al primo volume).

Per comprendere fino in fondo Secret Warriors bisognerebbe però prima di tutto leggere e scoprire il nuovo arco narrativo Marvel, Secret Empire, che ruota tutto intorno al voltafaccia di Capitan America, che a causa del Cubo Cosmico, è diventato il despota a capo dell'Hydra, una malvagia organizzazione ora a capo dello stato che assomiglia per certi versi alla dittatura hitleriana (a partire dal saluto).

Secret Warriors si piazza proprio in questo nuovo sconvolgente arco, raccontando un nuovo punto di vista, quello degli eroi al di fuori della cupola che ha bloccato Manhattan, isolando alcuni degli eroi più forti in circolazione. Al di fuori della cupola sono rimasti però elementi altrettanto validi e forti, eroi inumani come Ms. Marvel, Moon Girl (ed il suo Devil Dinosaur), Inferno e Quake, alias Daisy Johnson, ex agente dello S.H.I.E.L.D. e allieva dell'ex boss, Nick Fury. Daisy è la vera e propria protagonista di questo spinoff, il personaggio cardine attorno al quale si incastrano le diverse altre storie.

Nonostante i suoi poteri e la sua forza di volontà la mezza inumana non è minimamente portata per la leadership, ma del resto il ruolo di leader non le interessa affatto...o almeno così sembra. Daisy é energica e astuta, ma spinta al massimo a causa della vendetta, quella che tanto brama attuare nei confronti dell'ormai perfido Cap. Dopo i primi scontri ed i primi litigi intestino però, l'esplosiva eroina non ci metterà molto a rimettere insieme i Secret Warriors, una squadra di eroi (diversi da quella originale presentata anni fa) inumani, un po' disadattati, come alcuni tendono a sottolineare all'interno della storia.

Prima di questa miniserie non conoscevo Quake ed il suo passato, ma devo ammettere che dopo aver letto questo primo volume il suo personaggio mi ha affascinato davvero molto, spingendomi persino ad inoltrarmi nel mondo dello S.H.I.E.L.D. e nel suo passato. Il merito va tutto agli autori che sono riusciti a creare una storia intrigante e ricca di azione, nella quale i vari protagonisti si incastrano perfettamente, intrecciando con semplicità le loro vite e i loro pensieri. Nonostante il ruolo "minore" infatti personaggi come Kamala e Lunella vengono (RI)presentati a nuovi e vecchi lettori, così da permettere a tutti di lanciarsi in questa avventura.

Mi ha lasciato forse un po' interdetto lo stile grafico, lontano da quello delle serie principali e quindi molto più cartoonesco e pop, caratterizzato da una paletta di colori forti ed esplosivi, che però danno alle tavole un dinamismo pazzesco! Non mi è molto piaciuto lo stile con il quale è rappresentata Moon Girl, che mi è apparsa diversa dalla solita Lunella alla quale sono abituato. Ma questo però é soltanto un mio personale capriccio, visto quanto sono legato alla serie principale.


In definitiva trovo che questo, Secret Empire in generale, sia uno degli archi narrativi che più mi hanno preso e sorpreso, quello che più mi tiene incollato alle pagine dei fumetti e che mi spinge a desiderare sempre nuove avventure. Sta a voi ora cadere tra le grinfie di Capitan America!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento