lunedì 19 marzo 2018

Libri Letture e (La) Recensione: Il sole a mezzanotte. Midnight Sun di Trish Cook

IL SOLE A MEZZANOTTE

Buongiorno amici di Everpop, siete allegri? Bene mettete da parte l'allegria perché oggi, con Il sole a mezzanotte di Trish Cook, si ride ben poco!

IL SOLE A MEZZANOTTE di Trish Cook
                                                                                                                  
EDITORE: Fabbri | GENERE: Romance YA
 PAGINE: 205pp | TITOLO ORIGINALE: Midnight Sun
USCITA: 13 mar 2017 | PREZZO: € 18,00 | EBOOK: € 9,99
                                                                                                                  

TRAMA

Katie Price ha diciassette anni e una rara malattia che le impedisce di rimanere anche un solo secondo sotto la luce diretta del sole. Farlo le costerebbe la vita. Solo al tramonto il mondo di Katie le si dischiude davanti: con la sua chitarra esce da casa e si mette a suonare ovunque, a cantare le sue canzoni negli angoli della città, anche alla stazione dei treni, per tutti i viaggiatori che vanno e vengono. E lì una sera Charlie Reed incrocia la sua strada, proprio lui, la sua "cotta tremenda", l'ex atleta del liceo di cui Katie è innamorata da dieci anni in gran segreto, senza mai aver avuto l'occasione di poterlo incontrare e frequentare. Perché tutto nella vita, per chiunque tranne che per lei, succede al calore del sole. Ma questo incontro cambierà il destino di Katie, di Charlie e quello delle persone attorno a loro, per sempre. Perché per innamorarsi bisogna essere avventati, ma per lasciarsi amare ci vuole coraggio.

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Orfani di Colpa delle stelle e di I passi dell'amore? Be' se avete amato questi due libri, nonostante la sofferenza, le lacrime, l'ingiustizia e l'esplosione d'amore, questo libro riuscirà a trascinarvi nuovamente in quell'infinita spirale di sentimenti che ti travolge fino a lasciarti boccheggiante e privo di lacrime. Insomma, se ancora non l'avete capito [SPOILER] con questo libro si piange...e anche tanto!

Quella che sembra essere una storia come tante altre, una storia già trattata, già letta, già scritta, nasconde in realtà una trama tutta nuova, contraddistinta però da uno schema già rodato in precedenza da molti altri autori. Anche in Midnight Sun la protagonista soffre di una rara malattia, una malattia sconosciuta al mondo intero che prende il nome di Xeroderma pigmentoso, o più semplicemente XP, una sorta di cancro della pelle che porta alla morte, anche soltanto con una semplice esposizione solare. Sin dalle prime pagine può sembrare che questa sia la storia di una malattia, perché quando ci si trova davanti a storie del genere succede spesso che la malattia divenga la vera protagonista del romanzo, cosa che in realtà stavolta non succede.

La protagonista indiscussa del romanzo è Katie Price, un'adolescente intelligente e talentuosa che è costretta a vivere da più di 10 anni segregata, durante il giorno, nella sua stanzetta oscurata, dalla quale scruta e ammira il mondo esterno...e soprattutto il bel Charlie Reed, il ragazzo dei suoi sogni, il principe azzurro sullo skate. In compagnia del solo padre e della migliore amica Morgan, Katie vive le sue giornate all'incontrario: dorme di giorno ed esce la notte (anche se uscire è un parolone vista la sua vita da moderna Raperonzolo). I giorni trascorrono tra una dormita e un appostamento alla finestra, monotoni e tediosi, mentre le sere si dividono tra maratone su Netflix, cibo d'asporto e rare e brevi uscite in stazione.

Ed è proprio in stazione, questo comune ma magico luogo di incontri, che Katie si ritrova davanti al bel principe, il ragazzo che aveva sempre sognato e bramato in segreto. COLPO DI FULMINE. Quello tra i due ragazzi è un vero e proprio amore istantaneo; basta uno sguardo per far crollare i loro mondi e per connetterli tra loro tramite il ponte dell'amore. Nonostante questo feeling immediato però Katie non può fare a meno di fuggire via e lasciare la sua preziosa agenda proprio tra le mani del tanto ambito Charlie. Sarà infatti proprio grazie a questo diario, a questa particolare scarpetta di Cenerentola, che i due protagonisti si ritroveranno l'uno tra le braccia dell'altro.

Una storia che sembra destinata a durare in eterno, ad incantare e travolgere tutti quelli che vi sono intorno, quella di Charlie e Katie, che però si arresta proprio davanti all'ostacolo più grande l'XP, uno scoglio insormontabile che i due protagonisti dovranno affrontare insieme, uniti nonostante il triste e immancabile destino che li aspetta; perché all'XP proprio non si scappa.

Ho trovato la storia piuttosto scorrevole, caratterizzata da un ritmo fin troppo veloce, che a volte ha persino bruciato diverse tappe e azzerato la caratterizzazione dei personaggi, come ad esempio Zoe, che viene prima tirata in ballo e poi subito accantonata dopo qualche capitolo. Veloce è anche l'amore di Katie e Charlie che sboccia e matura nel giro di poche battute, aspetto che rende poco veritiera l'opera nella sua interezza. Tutto quello che avviene prima della malattia sembra quasi procedere con una velocità caracollante, che rallenta poi in presenza della "rivelazione", dopo la quale il romanzo sembra acquistare un ritmo più veritiero e soprattutto emozionante.

Il flusso di emozioni che caratterizza il libro è semplicemente inarrestabile, travolgente e a volte persino spietato; gioia e tristezza si alternano vicendevolmente di capitolo in capitolo al punto da sembrare quasi un gioco di scambi, al quale tutti sono costretti a partecipare. Davanti ad un romanzo emozionante come questo è impossibile non affezionarsi ai personaggi, primari e co-primari; tra tutti io ho adorato Morgan, la schietta ed esplosiva migliore amica, che nonostante il ruolo di spalla riesce a farsi valere e farsi voler bene, sin dalle prime pagine. Katie però non è da meno, la adorerete, ne sono certo, ma non per via del suo triste destino e della maledizione che pende su di lei, la pietà non c'entra un bel niente, ma bensì per i suoi sogni, la sua forza di volontà, il suo coraggio e il suo smisurato talento, che è il vero punto centrale dell'intera opera.



E' stata dura concludere la lettura di questo libro, che è iniziata e finita in un viaggio Milano/Napoli, ma ancor più duro è stato trattenere le lacrime, causate da una storia ben scritta e una protagonista caratterizzata nel dettaglio. Oggi vi invito quindi a scoprire questa dolcissima storia, che son certo non dimenticherete mai!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento