venerdì 9 marzo 2018

A Tutto Manga: Kuro di Somato (Recensione)

KURO

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! Oggi parliamo di una miniserie a fumetti che ho amato particolarmente: Kuro di Somato.
Kuro di Somato
                                                                                                                  
EDITORE: J-POP Manga | GENERE: Seinen
 VOLUMI: 3 (Conclusa) | TITOLO ORIGINALE: Kuro
USCITA: 20 feb 2017 | PREZZO: € 6,90 | EBOOK: 
                                                                                                                  

TRAMA

Una favola gotica dolce ed inquietante, allegra e spaventosa. Una storia dall’estetica unica sull’amicizia, i segreti e i mostri che si annidano proprio accanto a noi... Chi abita in città sa bene che deve stare lontano dal bosco. E se proprio vuole entrarci meglio che non lasci il sentiero, se non vuole finire nelle grinfie di spaventosi mostri! Nella villa proprio in mezzo al bosco vive però Coco, una bambina che sembra non rendersi conto del pericolo che la circonda e all'oscuro del suo tragico passato. Ma per fortuna con lei c’è Kuro, un gattino (?) dalle bizzarre capacità che farebbe di tutto per la sua padroncina!

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Già dal suo annuncio questo fumetto era riuscito a farmi innamorare, per la sua cover e per la sua trama simile a quella di una favola; quando poi mi sono ritrovato a leggere Kuro, me ne sono innamorato follemente. Questo fumetto è senza dubbio una perla rara, un'opera unica nel suo genere e difficile da riprodurre, tanto per la sua trama che per i suoi meravigliosi disegni. Tutto in Kuro sa di delicato e fragile, di mellifluo (volendo usare un parolone) come un candido fiore che ahimé è però destinato ad appassire, prima o poi. Il tempo, con la sua morsa spietata, e la debolezza dell'animo umano, causata da paure e timori, insicurezze e dubbi, aleggiano come una nube di oscurità attorno ad una meravigliosa favola, una favola gotica sia chiaro, che porta con se tanti grandi insegnamenti e tiene conto di quei grandi valori che rendono speciale la vita, come l'amore per la famiglia e la lealtà verso coloro che credono in noi e che ci vogliono bene.

Tutto questo viene raccontato attraverso la storia, leggendo la trama vi potrà sembrare qualcosa di banale o semplicemente per bambini, di una ragazzina e del suo gatto nero. Detta così sembra infatti una storiella per i più piccini, dietro Kuro invece si nascondono tanti grandi valori e altrettanti grandi pregi, legati soprattutto all'amicizia che unisce Coco, la padroncina che vive tutta sola in una grande e vecchia villa e Kuro, il fidato gatto che a seguito di una fuga inaspettata è tornato "diverso". Ma perché diverso? Be' quello che ogni giorno vive in compagnia con la piccola Coco non è più il gatto che la ragazzina ha da sempre amato e accudito, ma un corpicino posseduto da un demone, uno di quelli che vivono all'esterno, confinati nelle foreste e nei luoghi lontani dal sentiero e dalle linee bianche di demarcazione. 

Nel mondo di Coco infatti gli umani vivono segregati in piccole zone, circondati da questi grandi e oscuri mostri che si cibano dei colori, i quali se sottratti portano alla morte. In questo mondo oscuro la piccola Coco vive sicura nella sua villa, che nasconde dei gran segreti, protetta proprio da Kuro, un demone sì, ma incredibilmente legato alla padroncina.

Dopo le battute iniziali, assimilabili pienamente ad una favola per bambini, per via delle presentazioni un po' infantili, il fumetto entra nel vivo della storia, una storia oscura dalle tinte gotiche che colpisce il lettore con una spirale di ansia e trepidazione. Nonostante queste tinte cupe però la storia conserva fino in fondo la sua accezione di favola gotica, attraverso l'ambientazione ma soprattutto lo stile grafico, uno stile impeccabile e degno dei migliori libri illustrati. Quello che più colpisce in quest'opera, quello che rende Kuro un fumetto di qualità è l'attenzione che l'autrice (ma anche l'editore italiano) riserva all'aspetto del fumetto. Le pagine ingiallite, i colori acquerellati, il tratto sottile e delicato, quasi evanescente, la paletta di colori calda nonostante oscurità che permea la trama, sono solo alcuni degli elementi che rendono questo fumetto unico nel suo genere, diverso dalle tante altre opere in circolazione, ma soprattutto una vera e propria goduria per gli occhi.

Sfogliare Kuro è già di per sé un'esperienza particolarmente lieta, poiché le tavole parlano da se, pur evitando volutamente di leggerne i testi. A mio parere infatti, in assenza di testo, il fumetto riuscirebbe ad emozionare il lettore allo stesso modo e ad incantarlo soprattutto. Questa miniserie trasuda di magia e incanto, ma soprattutto di dolcezza. Il punto di forza? L'amicizia tra Kuro e Coco basata su fiducia e lealtà, ma soprattutto su un'amore sconfinato. A seguito della morte dei genitori, nonostante il cambiamento di Kuro, Coco tratta il gattino come un vero e proprio componente della sua famiglia, arrivando persino a litigare con amici e conoscenti pur di prendere le parti di questo strano e misterioso esserino che la accompagna e la protegge. La lealtà viene così celebrata attraverso il loro legame, che sembra mettere in ombra quel lato oscuro e misterioso dell'opera che passa così in secondo piano.

Stavolta voglio però concludere elogiando l'editore, la J-POP, che con questo fumetto ha dato (ancora una volta) il meglio di sé, offrendoci un prodotto di pregio, di ottima forgia e qualità, dove è chiaro il lungo e attento lavoro del team, sia sulla traduzione che, soprattutto, sulla resa grafica e sulla realizzazione di un Box da collezione, che tutti i veri lettori di manga dovrebbero possedere, anche solo per la bellezza estetica dell'opera. Ho apprezzato la scelta di lasciare la distinzione tra pagine a colori e pagine in bianco e nero, che distinguono la vera storia dagli extra, che altri editori avrebbero evitato o lasciato solo in caso di aumento di prezzo. J-POP Manga invece conserva i suoi € 6.90 e allo stesso tempo le meravigliose tavole a colori, che rendono questo fumetto...SUPER!


Be' dopo tutti questi miei complimenti direi proprio che vi tocca leggerlo, anche solo per curiosità. Vi avverto però, una volta iniziato rimarrete letteralmente stregati!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento