giovedì 26 aprile 2018

Liete Novelle: Guardati dal Beluga Magico di Daniel Cuello (Recensione)

GUARDATI DAL BELUGA MAGICO

Buongiorno e buon giovedì, che sa un po' di lunedì e quindi ewwww. Per tirar su questa giornata che non sa di nulla, parliamo di un fumetto assai divertente che son certo vi farà impazzire. Torna Daniel Cuello con...Guardati dal Beluga Magico.
GUARDATI DAL BELUGA MAGICO di Daniel Cuello
                                                                                                                  

EDITORE: Bao Publishing | GENERE: Umoristico
PAGINE: 150pp | TITOLO ORIGINALE: Guardati dal Beluga Magico
USCITA: 26 apr 2018 | PREZZO: € 19,00 | EBOOK: € 

                                                                                                                  

TRAMA

La prima raccolta delle strip di Daniel Cuello, l'acclamato autore di Residenza Arcadia, presentati in ordine ragionato e incorniciate da una lunga storia inedita. Uno sguardo sincero e senza filtri sulla vita quotidiana del Daniel-Personaggio, per scoprire che c'è l'ombra di un Beluga che incombe sulla vita di tutti noi.

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Dopo il successo di Residenza Arcadia torna in libreria uno dei fumettisti più acclamati dello scorso anno, Daniel Cuello, che rafforza la partnership con Bao attraverso un nuovo divertentissimo volume fatto di vignette e di storie di vita.

Cos'è un Beluga Magico? Dopo tante illustrazioni e strisce condivise qua e là per il web Daniel Cuello ci racconta l'origine e lo sviluppo di un personaggio davvero particolare, che sembra accompagni da sempre il suo "avatar" a fumetti. Attraverso le vignette ormai note per il loro successo, l'autore ci racconta la sua storia, la sua vita quotidiana e la sua ossessione per questo cetaceo che appare portando con se arcobaleni e cacchette, pronto a rovinare anche il più bel giorno di sempre. Cos'è il Beluga Magico quindi se non l'altra faccia della medaglia dell'autore, quella fatta di ansie e paturnie, paura di sbagliare o anche solo la combinazione di dubbi.

Guardati dal Beluga Magico ad un primo sguardo, a una lettura veloce, può sembrare la raccolta di vignette e storie brevi realizzate dall'autore per i social. Questo volume senza dubbio le contiene, ma non è certamente solo questo; il volume di Daniel stavolta nasconde la storia principale, un racconto breve e frammentario ma incredibilmente profondo, che parla di vita, attraverso le paure e i timori quotidiani, le cadute le sconfitte e le continue lotte che siamo costretti ad affrontare quotidianamente, ma allo stesso tempo, conseguentemente, anche attraverso il coraggio e la voglia di rivalsa che scaturiscono proprio dagli insuccessi che, ahimè, prima o poi capitano a tutti. Con questa storia breve, ridotta al minimo, a pochi e semplici capitoli, che oscillano tra serietà ed ilarità, l'autore riesce a colpire dritto al cuore e alla mente del lettore, a lasciare quel segno indelebile che scaturisce a seguito del legame empatico che si genera tra lettore e autore, quando quest'ultimo ha realmente messo il suo cuore all'interno della sua opera. Dopo esserci riuscito con l'opera precedente, Daniel torna a mettere a nudo il suo cuore, pieno della passione dell'arte che ha saputo far sua, e a donarlo ai lettori, con schiettezza e umiltà.

L'uomo dietro il fumettista, la quotidianità dietro il fumetto, è questo quello che Daniel Cuello ci racconta. Attraverso le vignette e le storielle brevi l'autore riesce a tratteggiare e raccontare, in modo tutto suo (schietto e divertente) lo spaccato della società moderna, quello con il quale ogni giorno abbiamo a che fare (che ci piaccia o no), caratterizzato da programmi trash dal fascino bizzarro, social media invasivi che incattiviscono e giornate sempre più prive di spessore. Ci siamo tutti dentro, immersi fino al collo, e Daniel non ha paura di raccontarlo, non teme di mostrare la cosa per come è naturalmente. Grazie alla sua ironia e alla sua spontaneità ci mette davanti ai demoni che ogni giorno generiamo e nutriamo, lasciandoci andare sempre più al mondo digitale. Un fumetto del genere va per questo motivo letto in versione cartacea, sappiatelo!

Attraverso vecchie e nuove vignette, saltando tra presente e passato della sua carriera, Daniel ci mostra anche lo sviluppo e l'evoluzione della sua carriera e del suo tratto, ormai riconoscibile anche dai più giovani. Assistiamo alla crescita, emotiva e grafica, del suo IO a fumetti, che pur rimanendo un punto fisso delle sue vignette, si arricchisce sempre più pagina dopo pagina. In questo volume, rispetto all'opera passata, il tratto è volutamente meno preciso, segue l'impeto del momento, così da permettere all'autore di esprimersi a pieno attraverso la linea ed il colore, attraverso un gesto libero da stilemi e gabbie. Nonostante lo stile "semplice" bisogna dire che questo fumetto funziona perfettamente, dalla prima all'ultima pagina.


Insomma celebriamo quest'oggi il coraggio e l'allegria in compagnia di Daniel (a cui bisogna però regalare un naso) e al suo Beluga Magico, che alla fine è un po' il Beluga Magico di tutti noi. Se anche voi avete letto o avete intenzione di leggere questo volume...fatemelo sapere come sempre sui social!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento