mercoledì 22 marzo 2017

Liete Novelle: Orlando Curioso di Teresa Radice e Stefano Turconi (Recensione)


Ehi Evereaders, quest'oggi siete pronti a rilassarvi sotto il sole circondati da una fresca brezza marina?

ORLANDO CURIOSO
di Stefano Turconi e Teresa Radice
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Orlando Curioso


EDITORE: Bao Publishing

GENERE: Fumetti per ragazzi

PAGINE: 48pp

PREZZO: 12,00€

USCITA:  23 mar 2017



TRAMA

Orlando vive con la famiglia su un'isoletta gli abitanti della quale guardano con infinito sospetto il vulcano, perché... non si sa mai. Orlando però è un bambino troppo curioso per non andare a esplorare nei dintorni del fumaiolo di Monte Sbuffone, e la sorpresa che ci troverà sarà così deliziosa, per i lettori di tutte le età, che non ve la diciamo.

MY POINT OF VIEW

                                                                              
                                                              

Si torna a sognare in compagnia di Teresa e Stefano, due autori che ormai per me sono dei veri e propri miti, degli eroi, perché grazie alle loro storie riesco ad evadere dallo stress quotidiano e dai problemi giornalieri. Stavolta la metà e un isolotto accogliente, luminosa e carica di vita, sulla quale sorgono piccole case romantiche, circondate dal verde della natura e dall'azzurro del mare.

Tra viottoli di mattoni, alberi di limoni, e l'ombra di un gran vulcano "sbuffante" prendono vita le avventure del piccolo Orlando, un ragazzino intelligente e spensierato, figlio di due autori di racconti, che ogni giorno scorrazza qua e là per l'isola pronto a raccontare avventure fantastiche partorite dalla sua mente fantasiosa. Un bel giorno il Monte inizia a sbuffare, tutti scappano per mare, e Orlando rimasto solo...parte all'avventura (tranquilli non vi dirò nulla di più.

Dopo le avventure fantastiche qua e là per il mondo di Viola, e le scorribande marine de Il porto proibito, si ritorna ad ammirare le bellezze delle città portuali (anche se in questo caso parliamo di un piccolo porticciolo) grazie ai meravigliosi disegni di Stefano, e la prosa delicata di Teresa. Stavolta però il fumetto è chiaramente rivolto al pubblico più giovane (e infatti rientra nella collana BaBao) e non cerca in alcun modo di trasmettere qualcosa di diverso al lettore più grande, che nonostante questo non può non rimanerne affascinato e catturato, tanto a livello grafico che a livello di trama. La Radice da vita ad una piccola favola per bambini, una storia dalla trama semplice e lineare, adatta ai bambini di tutte le età (anche a quelli più grandi che sono comunque bambini nell'anima), una fiaba che celebra la fantasia e l'amicizia. Ancora una volta i due autori suggeriscono ai loro lettori di essere sempre se stessi.

Così come la trama e linguaggio utilizzato, anche i disegni risultano essere più semplici, ma solo apparentemente, perché lo stile tipico del buon Turconi al quale siamo abituati permane. La cura e l'attenzione al dettaglio non manca neppure stavolta, nonostante i disegni appaiano più stilizzati e ridotti al minimo rispetto al Porto e a Viola, nonostante il tratto rimanga morbido, delicato e lineare. Se però l'aspetto dei personaggi risulta più "semplicistico", così non si può dire per le strade, gli edifici ed il paesaggio, che appaiono in tutta la loro bellezza, e ricordano le bellezze tipiche delle isole come Capri ed Ischia (con la quale è forte l'ispirazione). Il coronamento di questo fumetto però è la tecnica di lavorazione, un pastello caldo e delicato che si sposa perfettamente con la trama, donandole arie fiabesche.


Insomma, anche stavolta la coppia Turconi/Radice hanno dato vita ad una tenera storia indimenticabile, alla quale è impossibile resistere.
See you soon! -Lewis

3 commenti:

  1. Ho intravisto al Cartoomics qualche illustrazione e non posso che confermare tutto ciò che hai scritto a riguardo dello stile.
    Devo recuperarlo...per forza 😉

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Oddio...GRAZIE a voi per essere passati!
      Spero di potervi salutare dal vivo in qualche prossima fiera!

      Elimina