giovedì 1 febbraio 2018

Liete Novelle: Ugo-go-go l'Ecuzzo Ribelle di Ilaria Mattioni e Emanuele Racca (Recensione)

UGO-GO-GO L'ECUZZO RIBELLE

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! La giornata inizia in compagnia di un nuovo BaBao, un fumetto-etto-etto per grandi e piccini tutto da scoprire. E' il momento di Ugo-go-go l'Ecuzzo Ribelle di Ilaria Mattioni e Emanuele Racca.

UGO-GO-GO L'ECUZZO RIBELLE di Ilaria Mattioni e Emanuele Racca
                                                                                                                  
EDITORE: BAO Publishing | GENERE: Fumetti per bambini
PAGINE: 168pp | TITOLO ORIGINALE: Ugo-go-go
USCITA: 07 dic 2017 | PREZZO: € 19,00 | EBOOK: € 7,27
                                                                                                                  

TRAMA

La Valle degli Ecuzzi è un posto tranquillo... fin troppo tranquillo! Gli Ecuzzi, gli abitanti del luogo, ripetono alla perfezione le parole pronunciate dai Gridoloni, gli strani esseri che vivono dall'altra parte della valle... noi umani! Ugo-go-go, però, è un Ecuzzo diverso da tutti gli altri: lui non ne può più di ripetere le parole degli altri. Una storia divertente, per lettori di tutte le età, sull'affermazione dell'identità e sull'importanza della scoperta.

MY POINT OF VIEW
                                                                   
                                                      

Siate ribelli, ma prima ancora ricordate di essere sempre voi stessi. Questo è quello che sembra gridare questo volume sin dalla prima pagina, un'ode alla propria persona che celebra l'importanza di essere sempre se stessi, nonostante tutto e tutti. Come ogni racconto per bambini che si rispetta infatti questa storia porta con se una morale importantissima, che avrete già da ora ben capito, un'insegnamento sia per i più piccini che per gli adulti che li accompagnano nella scoperta di questa storia (diciamolo pure) incantata.

Tutto inizia ad Eco Perfetta, la misteriosa città nascosta al mondo intero nella quale vivono gli Ecuzzi, un popolo altrettanto misterioso che vive al solo scopo di ripetere le parole dei Gridoloni (noi insomma) e facendogli quindi da eco. Sin dall'antichità gli Ecuzzi hanno svolto questo loro lavoro egregiamente, senza mai chiedersi nulla e interrogarsi sul valore delle parole da ripetere. Nessuno mai ha osato infrangere la tradizione, tutti hanno sempre assolto al proprio dovere...tutti tranne Ugo-go-go, il giovane ecuzzo ribelle al quale queste sfiancanti abitudini proprio non vanno giù. Per far fronte a queste incrollabili tradizioni, Ugo-go-go dovrà mettere a punto un piano perfetto che gli permetterà così di far valere il suo pensiero, così da far capire una volta per tutte all'intera città che non sono le sole tradizioni a far crescere tutti loro.

La tradizione è un tema assai forte e assai vivo in questo fumetto e mi è piaciuto tantissimo come i due autori hanno affrontato il confronto e l'eterno contrasto che c'è tra la visione moderna e quella passata di un modo fantastico come Eco Perfetta. Due realtà diverse ma allo stesso tempo anche imprescindibili l'una dall'altra. Non c'è sviluppo senza tradizione del resto, ma allo stesso tempo fossilizzandosi sul passato non si andrebbe mai avanti. Be' in questo fumetto si può ammirare il compromesso perfetto tra i due aspetti, proprio attraverso la storia di crescita di Ugo-go-go, il giovane ribelle che grazie al suo coraggio anticonformista, alla sua voglia di rimanere se stesso e alla sua volontà di abbattere gli schemi e le consuetudini, che passo dopo passo, ribellione dopo ribellione, riesce a far valere il suo pensiero...in un modo che nessuno giù ad Eco Perfetta avrebbero mai pensato possibile. 

Questo è un fumetto di crescita e di cambiamenti, un fumetto che insegna (soprattutto) ai più piccini che tutti noi possiamo dire la nostra e in qualche modo cambiare in meglio il mondo, basta soltanto crederci. Devo poi ammetterlo, mi sarebbe tanto piaciuto, da bambino, leggere una storia così ricca di avventura ed emozioni come questa scritta da Ilaria Mattioni, che ha saputo creare a tutti gli effetti un libro per l'infanzia dal sapore antico e dalle tematiche moderne. Una favola contemporanea adatta a tutti.

Questo sentimento di nostalgia, questi sapori tradizionali, si traducono poi in disegni perfetti (azzeccatissimi sarebbe il termine esatto) per una storia come questa. Lo stile di Emanuele Racca, di cui mi sono follemente innamorato a partire dalla copertina, mi ha riportato alla memoria i vecchi libri illustrati custoditi nella libreria di mia nonna, contraddistinti da figure morbide e tondeggianti e colori forti e dinamici, che riportano alla mente le illustrazioni degli anni 30/40, dove il bianco ed il nero contraddistinguevano i personaggi, arricchiti poi da colori netti come l'arancione, il giallo, il verde e l'azzurro, tre colori che se la fan da padroni in questo albo. 

Be' io ho detto la mia, ora sta a voi scoprire questo fantastico fumetto! Buona lettura!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento