venerdì 2 febbraio 2018

Comics Sense: Daeadpool Il Papero di Stuart Moore e Jacopo Camagni (Recensione)

DEADPOOL IL PAPERO

Buongiorno e buon venerdì amici di Everpop! Concludiamo la serata in compagnia di un nuovo ed esplosivo supereroe? E’ il turno di Deadpool il Papero di Stuart Moore e Jacopo Camagni.


DEADPOOL IL PAPERO di Stuart Moore e Jacopo Camagni
                                                                                                                  
EDITORE: Panini Comics | GENERE: Supereroi
PAGINE: 200pp | TITOLO ORIGINALE: Deadpool the duck
USCITA: dic 2017 | PREZZO: € 5,30 | VARIANT: € 9,90
                                                                                                                  

TRAMA

Cosa si ottiene incrociando il DNA del Mercenario Chiacchierone più folle dell' Universo Marvel con quello del più cinico fra i paperi antropomorfi? Ma Deadpool il Papero, ovvio! Deadpool viene inviato dallo S.H.I.E.L.D. a catturare un'entità aliena, ma la missione prende una brutta piega quando Wade si troverà fuso assieme a Howard il Papero, battagliando con lui per il controllo delle loro piume mercenarie. L'edizione deluxe di questa avventura sceneggiata da Stuart Moore e disegnata da Jacopo Camagni (Nomen Omen), con una nuova copertina inedita dell'autore colorata da Mirka Andolfo (Contronatura). Consigliata la supervisione di un adulto.

MY POINT OF VIEW
                                                                   
                                                      

Cosa succede quando metti insieme il mercenario più strafottente e dalla lingua pungente di casa Marvel ed il Papero più cinico del mondo a fumetti? La risposta…un’opera dove si ride a crepapelle e non ci si annoia mai, un’avventura irripetibile dalla quale è impossibile separarsi, una di quelle che vorresti non finisse mai insomma. Deadpool il papero è quel supereroe che tutti vorremmo come amico, quello che forse (sotto sotto) tutti vorremmo essere: cinico, spietato e tanto tanto strafottente!

Come siamo arrivati a questo nuovo e bizzarro supereroe? Con una fusione ovvio! Ma non aspettatevi però una fusione in stile Dragonball, con tanto di mosse e apposizione delle dita. Il papero mascherato viene fuori a seguito di un incidente tecnologico, come ormai ci si aspetta da casa Marvel, un teletrasportatore fuori gioco che combina insieme il DNA dei due eroi, rendendo però Howard una semplice coscienza, una vocina nella testa incasinata di Deadpool. A seguito di un incidente con Rocket Racoon, il quale ha contratto la rabbia spaziale, i due (o meglio l’uno) si troveranno a dover girare lo spazio alla ricerca di una base segreta che custodisce la cura per questa sconosciuta forma di rabbia.

Non c’è bisogno di dire che le risate si sprecano in questo fumetto, che si ride a crepapelle dalla prima all’ultima pagina, senza mai fermarsi, anche quando i due protagonisti provano (e ci provano eh) ad essere seri. Attraverso siparietti esplosivi, scene d’azione e situazioni “già viste” in altre serie o altri fumetti (la citazione ai Looney Tunes è geniale) Stuart Moore riesce a far ridere il lettore attraverso battute semplici ma efficaci.

Il ritmo di questo volume è a dir poco serrato e travolgente, catapulta il lettore al centro stesso della storia, una storia ricca d’avventura e tante sparatorie, come solo i fumetti di Deadpool sanno fare. Nonostante questo però, nonostante la forte impronta umoristica, il fumetto crea aspettativa sin dalle prime pagine, aspettativa che viene soddisfatta poi ad ogni fine capitolo, per culminare poi in un finale assurdo, esilarante ed unico. Nonostante il numero ridotto di pagine a disposizione l’autore riesce inoltre a caratterizzare nel dettaglio i due protagonisti, presentandoli a 360° anche a quelli che non li conoscevano prima d’ora.

La cosa più bella di questo volume? I disegni di Jacopo Camagni! Lo stile dell’autore, che ormai adoro follemente, mi ha colpito per la precisione e l’attenzione al dettaglio, oltre che ad uno stile moderno e dinamico. Le scene sembrano delle inquadrature cinematografiche o a volte dei fotogrammi disposti uno accanto all’altro per dar vita ad una storia che si muove di vita propria nella mente del lettore. Alcune inquadrature in particolare lasciano il lettore a bocca aperta, costringendolo a fissare la pagina per più di un semplice istante. La forza attrattiva dei disegni infatti è a dir poco forte e magnetica, soprattutto nelle scene ricche d’azione.


Insomma, un volume Marvel come non l’avete mai letto prima. Una storia energica ed esplosiva che vi lascerà senza fiato…soprattutto a seguito delle numerose risate! Non ci credete?
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento