giovedì 10 maggio 2018

Manga Bites: Mob Psycho 100 volume 4 di ONE (Recensione)

one manga shongakukan

MOB PSYCHO 100

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! Ormai quello con Mob Psycho 100 è diventato un appuntamento costante, che a quanto pare piace molto anche a voi. Oggi parliamo del quarto volume!

MOB PSYCHO 100 vol. 4 di ONE
                                                                                                                  
EDITORE: Star Comics | GENERE: Shonen
 PAGINE: 192pp | TITOLO ORIGINALE: Mob Psycho 100 #4
USCITA: 12 apr 2018 | PREZZO: € 4,50 | EBOOK: 
                                                                                                                  

TRAMA

Shigeo Kageyama, detto Mob, è uno studente di seconda media che sogna un’adolescenza normale, ma l’essere dotato di poteri paranormali gli rende le cose un po’ complicate. Per non dare nell’occhio, il ragazzo cerca di tenere le sue capacità ESP sotto controllo... Ma cosa accadrebbe se le emozioni e lo stress spingessero questi poteri al 100% delle loro potenzialità? Sin dall’infanzia, Ritsu ha sempre adorato il fratello maggiore e la sua “dote” paranormale. Ma quando gli stessi poteri si risvegliano in lui, i più inconfessabili aspetti del rapporto tra fratelli vengono a galla. Tutta colpa di Ekubo...?


MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Tra quelli usciti fino ad ora devo ammettere che questo quarto volume è senza dubbio il mio preferito. Sarà perché ruota tutto attorno a Ritsu, che è diventato in poco tempo il mio personaggio preferito, o forse perché il volume riesce a bilanciare perfettamente azione e sentimento; be' in ogni caso questo volume mi è piaciuto davvero tanto.


In questo nuovo albo ritroviamo Ritsu in compagnia di Ekubo, che sembrava essere sparito per sempre mentre invece si palesa inaspettatamente davanti agli occhi del giovane Kageyama. Questa inaspettata apparizione lascia tutti senza parole, in particolar modo il lettore, poiché il fatto stesso che Ritsu riesca a vederlo sta a significare una sola cosa: anche il fratello minore di casa Kageyama possiede dei poteri da ESP. Grazie alle spiegazioni di Ekubo, alla possessione dello spirito, al talento e alla grande forza di volontà, Ritsu riesce in breve tempo a padroneggiare i nuovi e fenomenali poteri, che però lo cambiano nel profondo, soprattutto dal punto di vista caratteriale. Tristezza e malinconia, come anche quel frustante senso di insoddisfazione lasciano ben presto spazio alla felicità e alla prontezza di spirito, che sembrano però tramutarsi in qualcosa di oscuro e rabbioso. Nonostante sia riuscito a realizzare uno dei suoi più grandi sogni, Ritsu rimane ancorato alla rabbia e al senso di frustrazione nei confronti del fratello maggiore, dal quale può attingere come principale fonte di energia.

I fratelli Kageyama però non sono gli unici esseri dotati di poteri ESP, oltre a Teru (che abbiamo conosciuto e odiato nello scorso volume) infatti fa l'apparizione in questo volume un nuovo personaggio incappucciato interessato a Ritsu, un ragazzo che sembra essere legato a individui ancora più grandi e potenti. Questa sembra essere la vera e propria svolta del fumetto, che sembra entrare finalmente nel genere shonen, con tanto di lotte all'ultimo sangue e incontri spettacolari, il tutto ovviamente caratterizzato dallo stile del maestro ONE, semplice ma efficace.

Quello che ripeto ogni volta a chi mi dice di essere interessato al fumetto ma è titubante nei confronti dei disegni è che questo manga è speciale proprio per la semplicità dei disegni, che bilanciano perfettamente la profondità dei temi trattati. Il sensei ONE infatti riesce a colpire nel profondo grazie ad una storia che si basa per la gran parte sui sentimenti, sui rapporti interpersonali, sulle paure e sui timori. I legami tra i personaggi sono alla base di questo fumetto, così come i continui confronti tra loro (e in particolare mi riferisco a quelli tra i due fratelli). Si parla di famiglia, di bullismo, di vita quotidiana, attraverso una storia basata sul paranormale, ma allo stesso tempo anche di crescita, perché in un certo senso questo è un fumetto di formazione, che si esprime proprio attraverso i suoi diversi protagonisti.


Vedendolo la prima volta non mi sarei mai aspettato di interessarmi così tanto a questo fumetto, forse proprio per i disegni, ma devo ammettere che una volta iniziato si riesce difficilmente a starne lontani. Non vi resta che crederci o leggere il manga!
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento