giovedì 20 luglio 2017

Pensieri a Fumetti: Volt - Non è un negozio per vecchi di Stefano "The Sparker" Conte (Recensione)

Buongiorno amici di Everpop! Anche stavolta si torna a parlare in anteprima di Volt. una delle serie più divertenti in circolazione. Stavolta attenti all'età eh!


VOLT - NON E' UN NEGOZIO PER VECCHI
di Stefano "The Sparker" Conte
                                                                                           

TITOLO ORIGINALE: Volt - Vita di mecha #4

EDITORE: Saldapress

GENERE: Umoristico

PAGINE: 68pp

PREZZO: 2,99€

USCITA:  21 lug 2017


TRAMA

Qualcuno è pronto a entrare di prepotenza nella di vita di Volt: il Panda. Il Panda sa tutto, il Panda sa come ordinare e vendere i fumetti, il Panda è pronto a erudire Volt e a farlo definitivamente entrare nel mondo caotico e nevrastenico della fumetteria. Niente e nessuno sembrerebbe in grado di arginarne la ferrea disciplina, neanche i temibili ed entusiasti lettori Mutanti. Ma il T-Rex potrebbe farcela. Lui è capace di tutto. Lui è il fastidio fatto persona. Dopo i primi due irresistibili numeri, ecco la terza uscita bimestrale di VOLT - CHE VITA DI MECHA, la divertente e originale serie prodotta da saldaPress e firmata da Stefano ‘The Sparker’ Conte. Il mix riuscitissimo tra temi comuni a tutti i lettori di fumetto – e, più in generale, a tutti coloro che coltivano un sogno – con la cultura pop e manga, e le surreali situazioni in cui si imbatte il protagonista, rendono le storie di Volt un gioiello nel panorama del fumetto comico italiano. In appendice al terzo numero le strisce di CHE VITA DI MECHA (surreali racconti di chi in fumetteria ci lavora veramente) e altre imperdibili rubriche.


MY POINT OF VIEW
                                                          

Che The Sparker mi facesse sbellicare dal ridere ormai si era capito, dopo le figuracce in treno, in camera con mia madre che cucina, stavolta mi han preso per pazzo anche in spiaggia. Ma ci sta, mi va anche bene perché ogni volta riesco a divertirmi davvero, non si tratta di un semplice sorriso, ma di grosse e grasse risate, e chi mi conosce sa bene che io rido pochissimo.

Dopo aver fatto la conoscenza di Blackspot nello scorso volume e aver assistito al "duro" allenamento sostenuto da Volt, stavolta si torna alla vita da fumetteria di tutti i giorni...o almeno così dovrebbe essere, perché in questo volume quella che dovrebbe essere una giornata come tutte le altre si rivela in realtà lo scoppio di una vera e propria guerra generazionale (nerd). Stavolta l'autore analizza, in quello che ormai abbiamo scoperto essere un modo spassoso e divertente tutto suo, le diverse generazioni che popolano le fumetterie: da un lato quelli degli anni 90 e precedenti, con il loro amore per i robottoni e le serie spaziali (allora telefilm), dall'altro invece quelli post anni 90, con le loro nuove serie manga e le carte collezionabili. A partire da questa contrapposizione l'autore riesce a tessere una trama a dir poco unica ironica e irriverente.

I protagonisti di questo volume? I tre "migliori amici" di Volt, tra cui uno assai pericoloso (prot prot). Ad affiancare contrastare questi "matusa" del fumetto c'è una nuova generazione di lettori, capitanata dal classico adolescente capellone e brufoloso che spende cifre inenarrabili ogni santissimo giorno. Il contrasto tra queste due "bande" porta ad una battaglia esilarante ed epocale, contraddistinta da continui scontri a suon di battute, degne del miglior scontro tra pirati di Monkey Island. Oltre alle battute, anche stavolta l'autore riesce a far ridere grazie alla creazione di nuovi personaggi, più reali che fantastici, che suscitano l'ilarità nel lettore sin dalla loro apparizione.

Mi è un po' spiaciuto stavolta leggere ben poche pagine extra, anche se questo ha significato una storia principale più lunga, ma lo ammetto a me gli extra piacciono una cifra, in particolar modo "Che vita di Mecha" che fortunatamente è presente in ogni volume. 
Insomma anche stavolta ho riso e quindi anche stavolta torno a consigliarvi una delle serie a fumetti più spassose divertenti ed uniche di sempre. Non avete scuse, correte in edicola o in fumetteria e fiondatevi su Volt! Mi ringrazierete!
See you soon! -Lewis

1 commento:

  1. Scusate, vi volevo umilmente far notare che nel riquadro "TRAMA" dell'infobox in alto avete riportato la trama del terzo numero, non quella del quarto... ^_^
    La parte "my point of view" invece parla giustamente del quarto...

    RispondiElimina