lunedì 10 settembre 2018

Libri Letture e (La) Recensione: The Body di Stephen King

Libri Letture e (La) Recensione: The Body di Stephen King

Buongiorno e buon lunedì, pronti a continuare la giornata in compagnia di un nuovo Blog Tour? Oggi a tenerci compagnia è nientemeno che l'immenso Stephen King con il suo racconto The Body.

my point of view

Se siete passati in libreria e avete trovato i nuovi volumi di Stephen King avrete sicuramente notato una grafica tutta nuova che rimanda a qualcosa di moderno e altrettanto conosciuto, vero? I rimandi a Stranger Things sono chiari e Sperling & Kupfer ha voluto giocare proprio su questa assonanza grafica per rilanciare i racconti più emozionanti e coinvolgenti del grande Re, per ammaliare anche la più giovane tra le generazioni. Se non avete ancora letto questi racconti...allora è giunto il momento che voi lo facciate!

Tratto da Stagioni Diverse, il romanzo di cui vi parlerò oggi, The Body, narra le vicende di un gruppo di amici, un quartetto, capitanato da Gordon "Gordie" Lachance, alle prese con un'avventura lontana dalla vita quotidiana che stravolgerà completamente l'estate di tutto. Tutto parte a Castle Rock (i più affezionati conosceranno di sicuro la cittadina kinghiana) e con un corpo, con un cadavere, quello di un ragazzo che l'intero gruppo conosce e ha avuto modo di incontrare in qualche modo. Un cadavere che desta la curiosità di tutti e che spinge il quartetto ad allontanarsi da casa, in tarda serata, soltanto per poterlo guardare e rimirare. Sopraffatti dal desiderio di rivalsa, i giovani protagonisti si avventurano lungo i binari della ferrovia, lì dove il povero ragazzo ci ha lasciato le penne.

Un'avventura fuori dall'ordinario che però non si contraddistingue certo per elementi fantastici come solitamente è possibile trovare nei libri di King. La paura in questo caso, come solo King sa fare, vien fuori dal quotidiano (chi ha letto altri suoi libri sa bene che forse quel tipo di paura, razionale e reale, è forse la più inquietante e intimidatoria), da ostacoli e pericoli di portata "lieve", quel tipo di pericolo che è possibile incrociare almeno una volta nella propria vita. Questo è senza dubbio il tipo di paura che preferisco, quella psicologica che permette di capire che i veri mostri non si nascondono negli armadi o sotto il letto (nelle fogne si ovviamente), ma bensì nel cuore e nella mente delle persone, in quelli che si lasciano sopraffare e dominare dall'oscurità.

A cavallo tra mistery e horror, il racconto si adatta perfettamente ad un pubblico più giovane, sia per la questione del linguaggio (che risulta fresco e attuale nonostante il periodo nel quale è ambientato), sia per l'evoluzione degli eventi, che passano dall'ordinario allo straordinario con una semplicità pazzesca. A rendere scorrevole il romanzo però ci pensano i protagonisti, nei quali King si spinge sempre più in profondità. Ci vengono presentati dei ragazzini alla mercé degli adulti e delle problematiche familiari, degli sconfitti alla ricerca della gloria, quattro vittime degli eventi che però non mollano e non si arrendono. Vivere il racconto attraverso gli occhi di Gordie, conoscerlo attraverso le sue esperienze, i suoi scritti e le sue allusioni al futuro, mi ha permesso di entrare nel cuore del racconto, di viverlo in prima persona, di provare angoscia e ansia sulla mia stessa pelle.

Questo racconto mi ha infatti lasciato boccheggiante e a bocca aperta, perché anche se nel tempo ci sono stati racconti simili, storie che hanno provato in qualche modo ad emulare questa, The Body rimane il migliore tra essi, quello più reale e spaventoso. Non vi resta che leggerlo! E ricordate che la parola di questo autunno è #RaccontiDaUrloInAutunno

See you soon! -Lewis

THE BODY

  • Autore:STEPHEN KING
  • Editore:SPERLING&KUPFER
  • Genere:MISTERY-HORROR
  • Pagine:215pp
  • Formato:Copertina Flessibile
  • Uscita:04 set 2018
  • Prezzo:€ 10,00
  • Titolo originale:The Body
  • Nazionalità:Americana
TRAMA
Alla fine dell'estate, Gordie e i suoi tre migliori amici, spinti dalla voglia di avventura, vanno alla ricerca del cadavere di un loro coetaneo scomparso. Motivati dal desiderio - ognuno per una ragione diversa - di riscattarsi e diventare degli eroi, si mettono in cammino lungo i binari della ferrovia. Dovranno superare momenti di fatica, paura e mille ostacoli, fra cui anche quello di doversi scontrare con i bulli, e scopriranno che i mostri non si nascondono dentro gli armadi, ma nel cuore delle persone. Questo racconto è già comparso in traduzione italiana con il titolo "Il corpo (Stand by me)" nella raccolta "Stagioni diverse".
Conclusioni Finali
8 /10

Nessun commento :

Posta un commento