martedì 13 marzo 2018

Pensieri a Fumetti: Il Corvo - Memento Mori vol.1 di Recchioni Dell'Edera e Niro (Recensione)

IL CORVO - MEMENTO MORI

Buongiorno e bentrovati amici di Everpop! La giornata si apre con un personaggio conosciutissimo che torna a calcare la scena nel mondo dei fumetti, grazie a grandi autori come Roberto Recchioni Werther Dell'Edera e Giovanna Niro. Godiamoci insieme quest'oggi Il Corvo - Memento Mori.
IL CORVO - MEMENTO MORI di Roberto Recchioni Wether Dell'Edera
                                                                                                                  
EDITORE: Edizioni BD | GENERE: Thriller
 VOLUMI: 4 | TITOLO ORIGINALE: Il Corvo - Memento Mori #1
USCITA: 21 mar 2017 | PREZZO: € 3,90 | EBOOK: 
                                                                                                                  

TRAMA

Ambientato a Roma il racconto ha inizio con un attacco terroristico che uccide David, la sua ragazza Sarah e la maggior parte dei fedeli che si erano radunati in una chiesa della città per un evento religioso. David ritorna come il “Corvo”, ma il suo obiettivo non è semplicemente quello di vendicarsi dei mandanti dell’omicidio della la sua amata. Il Corvo darà sfogo al suo desiderio di vendetta e le strade di Roma si tingeranno di rosso... ma sarà anche portatore di vera giustizia? E basterà tutto ciò a rendere pace e onore alla memoria della sua Sarah? Il Corvo: Memento Mori è una storia d’amore e vendetta in cui non tutto è ciò che sembra. Come ricorda il protagonista: “La nostra percezione della realtà non è altro che un’illusione ingannatrice.”

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 


Una spirale di emozioni differenti e contrastanti, generate da questa miniserie, dalla trama e dai suoi personaggi, mi hanno lasciato letteralmente senza parole, sarà per questo difficile esprimersi a dovere su questo albo di 32 pagine che contiene davvero tanto. Per dirla con una frase fatta: "Breve ma intenso". Ed è davvero intenso questo primo albo, perché in meno di 32 pagine (se consideriamo da parte la storia extra) Recchioni e Dell'Edera riescono a riassumere la grandezza di un personaggio che avevamo già avuto modo di conoscere, amare e rispettare, che in questo volume torna a brillare in tutta la sua oscura luce ammaliante. 

Baci premessa una cosa, il team d'eccezione coinvolto in questa nuova iniziativa riesce a riportare in vita un personaggio, a riportare in auge un'icona, dando vita e voce però ad un protagonista tutto nuovo David appunto, che come fu allora per lo storico protagonista di O'Barr, viene posseduto dal Dio della vendetta, l'oscuro e piumato essere che da forza nutrendo di rabbia e risentimento.

A cambiare non è solo il biondissimo protagonista, ma stavolta persino l'ambientazione. Stavolta ci spostiamo a Roma, una capitale avvolta nell'oscurità e satura degli stessi sentimenti del protagonista. L'animo di David si riversa sulla città, e viceversa, prestandosi vicendevolmente il volto e la voce, perché credetemi anche la città di Roma in questo fumetto ha tanto e tanto da dire.

Un argomento, uno dei diversi trattati all'interno del fumetto, è senza dubbio l'affinità religiosa e la costante presenza e allusione ai simboli religiosi; non a caso il fumetto si apre proprio con passi della Bibbia, poiché basti pensare ad una cosa: tutto inizia con una rinascita, con un protagonista che risorge e questo è già un forte scambio con la cristianità che da sempre ci accompagna. Queste due facce della medaglia si inseguono tra loro e si alternano, senza però mai intralciarsi e cozzare. 

Che ci sia Recchioni alla sceneggiatura si avverte e infatti pur parlando di un albetto, in quelle poche pagine sono riassunte abilmente e astutamente una miriade di elementi espressioni ed emozioni diverse, un carosello di eventi riassunti magistralmente, con grande cura ed attenzione, che per la bellezza e l'intensità dei temi, catturano il lettore fino a spingerlo a prendersi le giuste pause sulle diverse vignette, che si muovono su uno sfondo oscuro e tormentato, quasi come se fossero fotogrammi di un film, quel film che in tanti vorremmo poter ammirare.

Alla matita poi Wether Dell'Edera completa tutto e riesce a ridare vita, proprio come il Corvo, ad un immagine intramontabile e immortale, con un volto tutto nuovo, ma che conserva i tratti distintivi, soprattutto quelli interiori, del personaggio storico, del suo predecessore. Il colori poi, quelli della Niro completano il tutto, permettendo al lettore di entrare nel vivo della storia e far propri i sentimenti che la contraddistinguono. 

Questo primo volume mi ha lasciato boccheggiante, desideroso di continuare la lettura, di tornare ad immergermi in questa pozza di oscurità che mi ha letteralmente divorato quando ho iniziato la lettura della prima pagina.
See you soon! - Lewis

Nessun commento:

Posta un commento