mercoledì 7 marzo 2018

Manga Bites: Tsubaki-Cho Lonely Planet vol. 6 di Mika Yamamori

TSUBAKI-CHO LONELY PLANET

Buongiorno e bentrovati ad un nuovo appuntamento con Manga Bites, il contenitore che mi permette di chiacchierare sui diversi volumi mensili e di farvi così sapere la mia sulle diverse serie in corso. Oggi tiriamo un po' le somme, dopo i primi cinque volumi usciti fino ad ora, su Tsubaki-Cho Lonely Planet di Mika Yamamori.

TSUBAKY-CHO LONELY PLANET vol. 6 di Mika Yamamori
                                                                                                                  
EDITORE: Star Comics | GENERE: Shojo
 PAGINE: 176pp | TITOLO ORIGINALE: Tsubaki-Cho Lonely Planet
USCITA: 20 feb 2017 | PREZZO: € 4,30 | EBOOK: 
                                                                                                                  

TRAMA

Fumi Oono è una ragazza di sedici anni che un giorno, a causa dei debiti contratti dal padre, si trova costretta ad andarsene di casa e a trovarsi un lavoro. Finisce così per fare la domestica fissa a casa di Akatsuki Kibikino, uno scrittore solitario dallo sguardo minaccioso e dai modi scortesi... Riuscirà ad adattarsi alla convivenza con lui e al nuovo quartiere?! Akatsuki si è dichiarato! Fumi non sta nella pelle dalla felicità, anche se l’idea che il suo primo ragazzo sia un uomo adulto con atteggiamenti da playboy consumato le mette un po’ d’ansia... Ad ogni modo, arriva il primo appuntamento!

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Facciamo che incoroniamo la Yamamori "Regina dello Shojo Manga"? Come lei ce ne sono ben poche e bisognerebbe davvero incoronarla. Il motivo è piuttosto semplice: i sue due fumetti. Da un lato Una stella cadente in pieno giorno con la sua energia, dall'altro Tsubaki-Cho, l'ultima e meravigliosa fatica, con la sua storia dolce e tremendamente romantica. Volume dopo volume la Yamamori riesce a condire la storia con sempre più romanticismo, senza però cadere nel banale, incappare nei cliché e rendere la storia smielata. Tutto procede con semplicità e schiettezza, proprio come nella vita vera, ma anche con dolcezza e tenerezza, come succede in quegli amori veri e incrollabili, quelli raccontati appunto dalla autrice.

Dopo aver messo da parte le paure, ma non del tutto le incertezze, questo sesto volume si apre con una scena tanto attesa dai lettori ed una dichiarazione sorprendente, che lascia nuovamente a bocca aperta i lettori, proprio come succedeva qualche mese fa con il finale del quinto. Un sesto volume questo, tutto concentrato su Fumi ed il maestro Akatsuki che mostra un lato di se inaspettatamente romantico, innamorato. Se con "Una stella cadente" regnava l'incertezza, stavolta invece, con "Tsubaki-Cho", sull'amore della protagonista non ci sono dubbi! E infatti in questo volume ne abbiamo la dimostrazione!

Preparatevi a veder Fumi arrossire a più riprese, a causa delle continue vicinanze e delle inaspettate premure da parte dell'amato maestro, che lascia Fumi costantemente boccheggiante. Le complicazioni sembrano quasi essere svanite del tutto, soprattutto dal punto di vista delle "contendenti" (in realtà parliamo di un'unica persona), che azzera del tutto l'eventuale presenza di un triangolo amoroso; triangolo che però sembra voler ricomparire con il nuovo personaggio maschile che la Yamamori fa scendere in campo, il bel Eito Kuratsuki, un bellissimo principe solitario con cui Fumi si scontra a scuola, che fa già presagire il peggio!

Tenetevi pronti a vivere quindi un vero e proprio appuntamento, ma sedetevi perché vi verrà immancabilmente il batticuore, proprio come a Fumi, davanti alle strane ma magnetiche espressioni del maestro, che la mettono K.O. al primo colpo. Se i volumi precedenti non erano scanditi da veri e propri eventi sorprendenti, questo volume esce un po' fuori dagli schemi, sorprendendoci con tre avvenimenti precisi e caratterizzanti, che mineranno la stabilità e la quiete di questa serie, che non mi stancherò mai di ripetere, amo per la sua semplicità e per la sua tranquillità.

Ancora una volta nulla da dire sui disegni, già belli in partenza, che mi incantano letteralmente vignetta dopo vignetta, soprattutto per i volti e l'espressività dei personaggi, che in questo volume sono elementi importantissimi e imprescindibili. La delicatezza dei volti e delle figure sembra quasi voler creare una sorta di connessione con il mondo floreale, al quale la Yamamori sembra ispirarsi per la delicatezza, la fragilità e la bellezza dei suoi protagonisti. Sta a noi lettori distinguere le varie specie.


NON POSSO DIRE ALTRO, non posso aggiungere neppure una virgola in più, perché qui su Everpop vige la regola del "Niente Spoiler" e quindi va rispettata. Starà a voi scoprire cosa succede in questo nuovo volume di una delle mie serie shojo preferite. Siete curiosi?
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento