lunedì 21 maggio 2018

Libri Letture e (La) Recensione: Jonas e il Mondo Nero di Francesco Carofiglio

JONAS E IL MONDO NERO

Buongiorno e buon lunedì amici di Everpop! Iniziamo oggi una settimana all'insegna dell'oscurità. Pronti a letture che sfiorano l'horror o che a volte ci si gettano a capofitto? Iniziamo con Jonas e il mondo nero di Francesco Carofiglio. 

JONAS E IL MONDO NERO di Francesco Carofiglio
                                                                                                                  
EDITORE: Piemme | GENERE: Horror
 PAGINE: 330 | TITOLO ORIGINALE: Jonas e il mondo nero
USCITA: 08 mag 2018 | PREZZO: € 16,00 | EBOOK: € 6,99
                                                                                                                  

TRAMA

Jonas ha dodici anni e una vita normale. Almeno così sembra. In realtà nasconde un segreto: vede cose che altri non vedono. Presenze discrete, all'inizio, poi sempre più inquietanti. Arrivano da un'altra dimensione e pare che stiano cercando proprio lui. Un giorno Jonas si ritrova un biglietto in tasca, un messaggio cifrato, che sembra indicargli la strada da seguire. E, a poco a poco, si rende conto che è tutto vero: esiste un mondo sconosciuto, molto vicino a noi, e sta per trasformare la realtà in uno spaventoso universo senza luce. Il Giorno degli Incroci si avvicina e toccherà a Jonas fare la scelta più difficile: un incredibile atto di coraggio per impedire che il Mondo Nero prenda il sopravvento.

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Date un'idea, uno spunto o anche soltanto una frase a Francesco Carofiglio e lui riuscirà a tirar fuori la miglior storia da essa! Non importano le tematiche, nepoure il genere, lui riuscirà senz'altro a scrivere una storia magnifica e indimenticabile, come ha fatto stavolta con "Jonas e il mondo nero". Dopo avermi conquistato e fatto commuovere con Il Maestro stavolta è riuscito a galvanizzarmi e farmi appassionare a questa storia fatta di misteri, enigmi e quel pizzico giusto di paura.

Jonas Dearson è il protagonista di questo romanzo, quello che condivide con il suo autore il cognome e che per una serie di (s)fortunati eventi si ritrova a dover fare i conti con il suo mondo e un altro parallelo che non sembra essere tanto pacifico e tranquillo.

È semplice perdersi tra le pagine di questo libro, provare assuefazione per una storia tanto ricca e intricata, complessa e articolata per certi versi. Allo stesso modo è semplice perdersi tra realtà e fantasia, tra sogno e quotidianità, per poi chiedersi quale delle due facce della medaglia sia quella vera e reale. Ma poi, cos'è la realtà? Ad una domanda come questa lo stesso protagonista, lo stesso Jonas, fatica a dare una risposta, soprattutto quando le cose iniziano inaspettatamente a confondersi a mescolarso tra loro, creando così un terzo mondo, quello suo personale, che è la somma delle due realtà che lo circondano.

È una storia complessa questa, come dicevo, una storia per nulla scontata caratterizzwta da un ritmo serrato che una volta fatto partire non ti lascia più andare, come la morsa di un serpente. È una storia fruibile su più piani di lettura, ognuno dei quali regala un'esperienza diversa e allo stesso modo indimenticabile. La bravura di Carofiglio è tutta qui, nel riuscire a cucire e tenere insieme tante tematiche attuali che si palesano agli occhi del lettore attraverso una storia atipica, soprattutto per lo scrittore, una storia per i più giovani ma comunque apprezzabile dai più grandi, una favola oscura che ha tanto da raccontare.

È riuscito ancora una volta a superarsi Francesco Carofiglio, stavolta tirando fuori una storia degna del gran maestro King, dal quale sembra attingere sopratutto per le note oscure che caratterizzano il viaggio di crescita di Jonas, perché alla fine è di questo che parliamo, di un romanzo di formazione adatto a giovani lettori. All'interno del romanzo però ho ritrovato anche Neil Gaiman e la sua Coraline, che in quanto a curiosità tiene testa a Jonas. Ho scorto frammenti di Stranger Things, al quale questo libro potrebbe puntarr per una serie tv tutta sua, che meriterebbe di sicuro. Insomma ho ritrovato il meglio della letteratura gotica portata ad un livello tutto nuovo e attuale, un livello tutto italiano.


Non posso che concludere così come ho iniziato, elogiando le grandi doti di narratore do uno degli scrittori italiani più talentuosi e plurivalenti del panorama nostrano. Lasciatevi incantare dalla sensuale oscurità di questo libro e preparatevi a fare un salto in un'altra realtà. 
See you soon! - Lewis 

Nessun commento:

Posta un commento