giovedì 28 giugno 2018

Comics Sense: Ivar, Timewalker - Fare la Storia di Fred Van Lente e Clayton Henry e Brian Reber (Recensione)

IVAR, TIMEWALKER - FARE LA STORIA

Buongiorno e bentrovati amici lettori. Oggi ci immergiamo per la prima volta, qui su Everpop, nel mondo di Valiant, proprio con una nuovissima serie: Ivar, Timewalker di Fred Van Lente, Clayton Henry e Brian Reber.



IVAR, TIMEWALKER - FARE LA STORIA di Fred Van Lente e Clayton Henry e Brian Reber
                                                                                                                  
EDITORE: Star Comics | GENERE: Fantascienza
PAGINE: 112pp | TITOLO ORIGINALE: Ivar, Timewalker #1
USCITA: 16 mag 2018 | PREZZO: € 8,90 | EBOOK: -
                                                                                                                  

TRAMA
In questo momento si sta facendo la Storia, a Ginevra (Svizzera). A mille metri sottoterra, la ricercatrice Neela Sethi sta per scoprire i viaggi nel tempo, mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Ma non lo sa ancora. Tra dieci minuti, ogni crononauta, aspirante conquistatore e protettore del flusso temporale si presenterà alla sua porta. Per fortuna che il leggendario Ivar, il Time Walker, arriva per primo.

MY POINT OF VIEW
                                                                
                                                  


Chiariamo subito una cosa: IO AMO I VIAGGI NEL TEMPO! Stabilito questo vi sarà molto più semplice comprendere perché ho adorato ogni singola pagina, ogni singola vignetta, di questo incredibile fumetto. Da buon fan di Ritorno al Futuro ne ho letti e visti di libri fumetti e film che trattassero di questo argomento, ma devo ammettere che una storia così intrigante, affascinante e allo stesso tempo complessa e contorta non l'avevo ancora trovata. Per fortuna che ci ha pensato Star Comics a portarla in Italia!

Da dove iniziare? Anzi no, da chi iniziare? Semplice dalla Dottoressa Neela Sethi una giovane e talentuosa scienziata indiana che in dirittura d'arrivo con la sua ultima invenzione, una sorta di macchina del tempo che permette di attraversare le epoche e che aspetta solo di essere attivata. Neela è pronta a fare la storia, solo che la Storia a quanto pare non è tanto d'accordo e non vede l'ora di metterle i bastoni tra le ruote, palesandosi davanti ai suoi occhi nelle vesti di Ivar, un misterioso  ma affascinante uomo dai capelli rossi venuto dal futuro che sembra saperne molto sulla dottoressa e la sua invenzione.

Il loro incontro, già di per se bizzarro, si complica quando improvvisamente il laboratorio della dottoressa viene "invaso" da altri strani esseri venuti dal futuro, degli androidi (una sorta) chiamati prometeici che vogliono a tutti i costi mettere le loro mani futuristiche sulla dottoressa, per un mistero che sembra essere più grande del mondo stesso. Per sfuggirvi Ivar e Neela sono costretti a saltare tra le epoche, fuggire a bordo di un veliero del 1800 durante la guerra di Trafalgar per poi catapultarsi durante il periodo tra le due guerre per "non uccidere Hitler".

Non mi spingo volutamente oltre sulla trama perché a mio parere va letta senza alcuno spoiler, in modo tale da permettere all'andamento veloce e travolgente della storia di coinvolgere il lettore in prima persona, rendendolo così un viandante temporale proprio come Ivar...o come Neela. Non è infatti ancora chiaro, da questo primo volume chi sia tra i due il vero protagonista e neppure quale tra i due sia il vero "buono" della situazione. Da un lato c'è Ivar, da cui prende il nome l'opera stessa, e sarebbe quindi semplice trarne così le conclusioni; dall'altro invece c'è Neela, che però sin da subito catalizza l'attenzione di chi legge sul suo personaggio, sulla sua storia e su parte del background che gli autori svelano.

Due personaggi molto diversi tra loro, due personalità con un bagaglio culturale assai differente, che però insieme funzionano un gran bene, nonostante le continue baruffe e la scarsa fiducia reciproca. Nonostante le diversità però qualcosa in comune lo hanno questi due personaggi: quell'alone di mistero che li avvolge e che stimola la curiosità del lettore a macinare pagine su pagine, per sapere non tanto quello che accadrà, quanto piuttosto quello che è già successo. Nonostante questo fumetto sia ambientato (anche) in un futuro remoto, ruota però intorno al passato, soprattutto quello dei due protagonisti le quali storie saranno senza alcun dubbio chiaro spunto di successive avventure. Basta infatti pensare al finale stesso di questo primo volume.

Per quanto riguarda invece l'apparato grafico devo dichiararmi totalmente soddisfatto dai disegni di Clayron Henry che si mostrano attraverso uno stile che soddisfa appieno i miei gusti: un tratto moderno e dinamico, che si esprime appieno soprattutto nelle splash pages, le quali, a mio parere, riescono a sintetizzare appieno il talento dell'autore. Altrettanto affascinanti sono le figure e la caratterizzazione dei personaggi, e in particolar modo quello di Neela, la quale è capace di esprimersi pienamente e comunicare con il lettore attraverso una mimica facciale ben tratteggiata. Complice di queste bellissime pagine è Brian Reber che ha fatto un ottimo lavoro di colorazione, in ogni scala di rappresentazione, dalla vignetta più piccola alla doppia pagina!


Insomma un esordio di serie col botto, bisogna dirlo. Con sole 112 pagine Ivar, Timewalker è riuscito già a conquistare me e la mia fiducia. Non vedo l'ora di tornare a viaggiare nel tempo con questa particolarissima coppia di Viandanti Temporali. E voi?
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento