giovedì 19 luglio 2018

Manga Bites: Vita da Slime volume 3 di Fuse e Taiki Kawakami (Recensione)

VITA DA SLIME

Buongiorno e bentrovati Everaders! Oggi torniamo ad esplorare il mondo fantastico descritto in Vita da Slime di FUSE e Taiki Kawakami.

VITA DA SLIME 3 di Fuse e Taiki Kawakami
                                                                                                                  

EDITORE: Star Comics | GENERE: Fantasy
PAGINE: 208pp | TITOLO ORIGINALE: Tensei Shitara Slime Datta Ken #3
USCITA: 11 lug 2018 | PREZZO: € 4,90 | EBOOK: € 

                                                                                                                  

TRAMA

Su un’isola sperduta nel Mar del Giappone sorge il campus Hoozuki, che accoglie bambini con problemi familiari: un rifugio sicuro o una prigione inespugnabile? Suspense, dramma e introspezione dall’autore di Erased. Una scala su cui è vietato salire, delle frasi strazianti scritte sul muro, una bambina vestita di bianco, degli adulti che mentono di continuo. In questo luogo isolato, dove la natura cresce rigogliosa, l’inganno imprime le sue tracce macchiate di sangue...

MY POINT OF VIEW
                                                                          
                                                 

Devo ammettere che questo terzo volume ha dato una svolta all'intera storia. Se il primo mi aveva colpito, il secondo invece l'ho trovato più lento e pieno di testo, questo terzo volume invece mi è piaciuto davvero tanto! Grazie ad una narrazione ormai sempre più spontanea e scorrevole, che segue perfettamente tutti i dettami del GDR, Vita da Slime si appresta a brillare come nuova serie fantasy del panorama nipponico.

Nei primi due volumi avevamo visto un Limur alle prime armi doversi interfacciare con un mondo tutto nuovo, un mondo a lui sconosciuto che l'ha accolto in maniera alquanto bizzarra (nelle vesti di uno slime) a seguito della sua morte. Dopo le vicende che hanno caratterizzato lo scorso volume ora Limur possiede nuovamente un corpo in carne ed ossa, grazie al quale riesce a governare ancora meglio il piccolo impero che sta tirando su, popolato da Hob Goblin, Tempest Wolf, Nani artigiani ed ora anche una nuova e temuta specie.

Eh sì, sbarcano nel mondo di Vita da Slime anche gli Ogre, esseri simili ai demoni cornuti che io ho sempre confuso con gli orchi, anche essi presenti all'interno della storia. Questo piccolo gruppo di sei ogre si trova a doversi interfacciare con quello di Limur dopo una dura e devastante lotta contro gli ogre che ha decimato file e file di alleati. Nonostante le remore iniziali e i primi tafferugli però il sestetto di esseri sovrannaturali entra ben volentieri tra le file di Limur, guadagnandosi così di diritto un "avanzamento di carriera".

Abilità e skill. Poteri e magie. Besti e demoni. C'è davvero di tutto in Vita da Slime, tutto quello che un gamer appassionato di GDR vorrebbe trovare all'interno di una storia. E' incredibile come gli autori riescano a trattare proprio questo aspetto tipico del videogames all'interno di una storia fantasy come questa, che spicca proprio grazie alle innumerevoli e innate capacità del protagonista, uno slime apparentemente indifeso. Per citarne una, basti pensare all'abilità Grande Saggio, che all'interno della storia sembra quasi essere un confidente, una voce fuoricampo pronta a consigliare, nonché il classico "aiuto extra" al quale i giocatori difficilmente tendono ad utilizzare.

Quello che però mi ha colpito maggiormente di questo volume sono stati i disegni, o meglio la loro crescita e maturazione, il loro sviluppo, tradotto in tavole sempre più pulite e dettagliate, caratterizzate da un tratto non del tutto preciso, ma incredibilmente adatto ad una storia come questa. Il character design dei personaggi si arricchisce ancora di più e lo si può notare soprattutto nella rappresentazione dei goblin o del tempest wolf che ormai lascia sempre più il lettore a bocca aperta, per la sua incredibile e fiera bellezza. Gli sfondi poi non sono certo da meno, ma quello che affascina di più è la rappresentazione dei personaggi umanoidi che in questo fumetto possiedono una certa sensualità e bellezza.

Insomma un terzo volume che da la vera e propria spinta a questa serie che inaspettatamente mi ha conquistato. Spero che i prossimi volume possano essere anche meglio, ma nell'attesa...
See you soon! -Lewis

Nessun commento:

Posta un commento