lunedì 12 aprile 2021

A Tutto Manga: Shadows House di Somato (Recensione)

SHADOWS HOUSE

Bentrovati amici di Everpop! Volete fare un viaggio in un mondo fantastico? Perché sto per parlarvi di Shadows House di Somato.

my point of view

Non tutte le favole hanno per protagonista una principessa che deve essere salvata, alcune infatti ruotano attorno a personaggi bizzarri ed enigmatici che vivono all'interno di un mondo tanto particolare quanto misterioso. Favole gotiche a fumetti, come Shadows House, sono assai rare soprattutto nella nostra società odierna, tanto abituata al lieto fine e a protagonisti/e da salvare. Diciamo che per certi versi questo stile e questo genere fanno parte dell'immaginario di Somato che già nella sua miniserie precedente aveva dimostrato amore e interesse per tutto ciò che c'è di gotico nei racconti...soprattutto le ombre!


E stavolta più che mai le ombre sono protagoniste di questa sua nuova storia, incentrata proprio su una giovane ombra altolocata, appartenente alla facoltosa famiglia Shadow, e alla sua bambola vivente che è in realtà il volto che la ragazzina non possiede. E' attraverso il volto di queste bambole, di forme e forgia differenti, che gli appartenenti al casato Shadow si mostrano; queste bambole, che crescono insieme ai propri padroni, rappresentano una sorta di carta di identità con fattezze umane, le stesse che questi strani esseri d'ombra e fuliggine probabilmente nascondono dietro quel loro strato oscuro.


Kate, la ragazza ombra, ed Emilico, la sua bambola volto, sono ancora giovani e inesperte e il mondo là fuori non sono riuscite ancora ad esplorarlo. In attesa del loro debutto, vivono la vita di tutti giorni nella stanza di Kate che Emilico pulisce ogni singolo giorno dalla fuliggine che la sua stessa padroncina produce. Le due "ragazze" pur essendo l'una lo specchio dell'altra, sono tanto diverse tra loro e per certi versi si equivalgono ed equilibrano. Emilico è tanto goffa, una vera pasticciona, che ne combina ogni giorno una, eppure ciò che più la caratterizza è il suo immenso cuore e la sua bontà sconfinata, nonché l'infinita lealtà verso la sua padrona fatta d'ombra. Kate, che spesso parla in terza persona di se, è sicuramente meno estroversa della sua bambola e, almeno da quello che traspare in questo primo volume, sembra tanto insicura. Insieme però le due protagoniste sembrano dar vita ad un ritratto sicuro e preciso, completo ed equilibrato, che accresce il fascino della singola proprio quando collaborano insieme.


Come detto in apertura questo manga sembra a tutti gli effetti una favola gotica, un racconto incantato che però lascia trasparire malinconia e anche qualcosa di oscuro...proprio come i racconti gotici ai quali Somato sembra ispirarsi. Leggendo si avvertono diverse influenze, tra cui (a mio parere) spiccano quelle delle storie di Lewis Carroll, che mescolano appunto favola e "oscurità", ma anche lo stile di alcune opere del maestro Miyazaki, con le quali hanno in comune soprattutto la visione incantata del mondo e i misteri onirici che aleggiano attorno ai protagonisti.


Tutte queste influenze finiscono dritte in un world building davvero ottimo, che affascina il lettore fin dalle prime pagine grazie ad un attento studio sui luoghi e gli abiti dei personaggi, che vengono raccontati e tratteggiati in maniera precisa e minuziosa. Stavolta, anche più dell'opera precedente, l'attenzione agli abiti e ai fondali è evidente (basta vedere gli intramezzi tra un capitolo e l'altro) e dimostra un talento eccezionale. A rendere ancora più intrigante e accattivante l'opera ci pensa poi il ritmo dolce ma allo stesso tempo serrato che rende la lettura assai spedita.


Già da questo primo volume si riescono a trovare ottimi spunti per il proseguimento della storia: una serie di grandi interrogativi legati alla trama generale, al personaggio di Kate e alla sua famiglia (chi è questo fantomatico "nonno"?) che, credo, non saranno risolti poi così velocemente e facilmente. I segreti si nascondono dietro ogni angolo della sconfinata magione degli Shadows e il mio sesto senso mi suggerisce che trame, tranelli e anche qualche pericolo faranno presto capolino nella storia (e spero di non sbagliarmi).


Per quanto riguarda invece i disegni, che rafforzano il concetto di fiaba gotica, come ho scritto qualche riga più su Somato rivolge straordinaria attenzione ad ogni elemento che caratterizza questa storia: tanto i personaggi quanto gli elementi di contorno. Il tratto delicato e raffinato non si allontana molto da quello di Kuro, ma risulta allo stesso tempo chiara la crescita stilistica dei disegni.


Che altro dire, per una serie J-POP che finisce, un'altra la va a sostituire egregiamente! Spero di poter leggere prestissimo il secondo volume, ma nel frattempo lascio a voi la lettura di questo primo albo!

See you soon! -Lewis

SHADOWS HOUSE

  • Autore:Somato
  • Editore:J-Pop
  • Genere:Seinen
  • Pagine:192 pp
  • Uscita:14 Aprile 2021
  • Prezzo:€ 6,50
  • Titolo originale:Shadows House
  • Nazionalità:Giapponese
TRAMA

I membri della casata Shadow non hanno volto, per questo durante il debutto nella maggiore età, momento in cui vengono riconosciuti come degni membri del casato, devono presentarsi accompagnati dalla loro bambola vivente, istruita affinché diventi il loro volto, sguardo e presenza. Emilico è una giovane e allegra bambola vivente, assistente personale della nobile Kate Shadow. Quest’ultima è una delle regali ombre che vivono in una vasta villa, in cui le bambole viventi, come Emilico, trascorrono gran parte del loro tempo a ripulire la fuliggine emessa all'infinito dai loro misteriosi padroni.

Disegni
8/10
Trama
8/10

Nessun commento :

Posta un commento